Aspirapolvere

Utilissimo elettrodomestico per una accurata ma veloce pulizia dei pavimenti, l'aspirapolvere ha la capacità di aspirare polvere e altre particelle presenti nell'aria, bloccandole al suo interno e di conseguenza rilasciare aria pulita. Generalmente questo tipo di elettrodomestico è composto da un contenitore di plastica nel quale all'interno risiede il meccanismo e dal tubo flessibile alla sommità del quale è possibile posizionare bocchette di diversa forma e dimensione ognuna specifica per le diverse superfici che devono essere pulite. Il meccanismo è solitamente composto dal motore, dalla pompa ad aria, dal sacchetto che raccoglie la polvere e dal filtro.

Oggi in commercio esistono anche senza sacchetto raccoglitore in modo che non sia necessario nemmeno l'operazione di cambio del sacchetto e l'acquisto delle ricariche. Quelle senza sacchetto hanno un contenitore nel quale va a finire lo sporco aspirato ed all'esterno una spia che segnala quando è necessario svuotarlo. C'è da considerare che sebbene si risparmi il costo dei sacchetti, ... continua


Articoli su : Aspirapolvere


prosegui ... , durante lo svuotamento del contenitore esiste il piccolo svantaggio che può esserci una minima dispersione di polvere, in più i filtri vanno sostituiti di tanto in tanto. Molti tipi di aspirapolvere sono dotati anche di un meccanismo capace di regolare la forza dell'aspirazione, in modo da poterli utilizzare anche per la pulizia di tende e tessuti. Ne esistono diverse tipologie, studiate appositamente per soddisfare le esigenze particolari di tutti. La più tradizionale è quella "a traino" nella quale l'involucro che contiene il meccanismo è dotato di rotelle in modo che possa essere spostata facilmente e senza fatica. Questa tipologia di aspirapolvere possiede un tubo flessibile che si irrigidisce solo in prossimità della bocchetta.

Un altro tipo di asirapolvere è la "scopa elettrica" davvero utile e maneggevole per la pulizia di angoli, pavimenti e tappezzeria. Ha la forma di una normale scopa, anche se più bassa, poiché si impugna dal manico e può avere anche una batteria ricaricabile al posto dell'attacco con filo all'energia elettrica. La potenza aspirante è meno elevata rispetto ad altri modelli, pertanto non sempre riesce ad aspirare particelle troppo grandi. L'aspirapolvere "a carrello" è utile non solo per pulire tappezzeria e pavimenti ma anche per pulire sotto ai mobili e le scale. Questo tipo di elettrodomestico ha in dotazione molti accessori specifici per pulire al meglio diversi tipi di superfici, anche i più difficili da arrivare. L'unico svantaggio è che ha una struttura piuttosto grande e quindi meno maneggevole. Un altro tipo è quello "verticale" specifico esclusivamente per tende e tappeti. Il suo motore è più piccolo in più ha una spazzola aspirante ed un tubo rigido con un manico per muoverlo.

In generale le sue dimensioni sono ridotte e pertanto si ripone facilmente in poco spazio. Un tipo molto curioso ma non troppo diffuso è "l'aspira liquidi", questo elettrodomestico ha un meccanismo così particolare che è capace di aspirare non solo la polvere e le particelle grossolane, ma anche i liquidi. Tuttavia, sebbene siano molto efficaci nella pulizia, in alcuni casi, rilasciano polveri sottili e sono inoltre un po’ più ingombranti rispetto ad una aspirapolvere tradizionale, nonché leggermente più rumorosi. Infine esistono quelle di nuova generazione, i "robot". Funzionano a batteria ed hanno delle dimensioni notevolmente ridotte, di forma arrotondata. Questo tipo di aspirapolvere può essere programmato così che possa pulire da solo il pavimento senza che nessuno lo guidi. Non appena ha terminato il lavoro, si ferma. E' un elettrodomestico più costoso dal punto di vista economico, ma utilissimo per coloro che hanno poco tempo a disposizione da dedicare alle pulizie della casa. Inoltre, esistono oggi dei modelli particolari adatti soprattutto per coloro che soffrono di allergie o asma. Questi hanno dei particolari filtri antiallergici in fibra di vetro, capaci di catturare ed intrappolare gli acari. Per scegliere uno di questi modelli è necessario riflettere sull'uso che ciascuno di noi deve farne. Dobbiamo sapere se ne vogliamo acquistare uno che utilizzeremo ogni giorno oppure solo settimanalmente o per pulizie più approfondite. Inoltre dobbiamo anche considerare che tipi di superfici abbiamo intenzione di pulire con esso. Altra caratteristica importante da considerare è il peso e la dimensione dell'elettrodomestico. Se abbiamo una casa piccola, ad esempio, potrebbe essere la scelta giusta una scopa elettrica che risulta più maneggevole ed occupa uno spazio ridotto.

Se dobbiamo acquistare un prodotto che sia in grado di pulire grandi superfici allora è consigliabile scegliere il classico modello a traino che possiede maggior potenza aspirante. Come consiglio finale, è sempre opportuno utilizzare tutti gli accessori che troviamo a corredo dell'aspirapolvere in quanto sono strumenti utili e specifici per pulire determinate zone o superfici. Le spazzole ad esempio sono utilissime per i tappeti o gli angoli, i tubi estensori, invece, ci aiutano a raggiungere zone nascoste al di sotto di mobili o divani, ma anche per arrivare in alto, ad esempio al di sopra degli armadi. Un accessorio di ultima generazione è il sensore dello sporco. Questo sensore riesce a valutare la quantità di polvere presente nell'aria aspirata, ed ad indicare quando il livello è troppo alto e l'aspirapolvere stessa non riesce più ad aspirare tutta la polvere presente.