Attrezzature interne

Che scegliamo di acquistare una cucina classica o moderna che il nostro stile sia più tradizionale o contemporaneo, quello che che sempre si richiede ad una stanza che è la regina indiscussa della casa è la praticità. E fortunatamente, le nuove tecnologie, unite alle ricerche sempre più sofisticate degli interior designer consentono di immettere sul mercato modelli di cucine sempre più sofisticati, funzionali, pratici, che soddisfino anche tutte le esigenze estetiche e stilistiche.

Spesso quando effettuiamo i nostri acquisti non prestiamo molta attenzione ai dettagli responsabili del deterioramento del nostro mobile, ma ci soffermiamo solo sugli aspetti più esterni: colore, rifiniture, accessori. In realtà sono proprio i dettagli a fare la differenza: diamo ad esempio un'occhiata alle attrezzature interne dei nostri mobili da cucina: binari dei cassetti che non agevolano più una facile scorrevolezza, ... continua


Articoli su : Attrezzature interne


1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , griglie dello scolapiatti piene di ruggine, cerniere che cedono squilibrando l'assetto delle ante, maniglie incerte che rischiano di rimanerci in mano. Evitiamo di trovarci in futuro di fronte a situazioni del genere, scegliamo con cura le attrezzature interne del nostro mobile.

La tendenza ormai molto diffusa degli open space, porta inevitabilmente, a circondarsi di mobili rifugio, all'interno dei quali far praticamente scomparie tutto quanto non vogliamo mostrare alla vista dei nostri ospiti, al tempo stesso però rimane viva l'esigenza di dover tenere tutto a portata di mano: sempre più ormai sono le cucine che propongono sofisticati sistemi interni per riporre cibi, tessili, posateria, pentole, coniugando la duplice esigenza di funzionalità e design. Ma vediamo a cosa ci riferiamo quando parliamo di attrezzature interne: tra le più funzionali ci sono i cosiddetti 'tiramigiù', ossia quei sistemi che consentono di far scorrere attraverso un sistema di binari, i pensili, in modo da poter avere a portata di mano tutto quanto ci occorre. Questo tipo si sistema può essere meccanico che elettrificato e di rivela davvero utile nel caso in cui abbiamo dei pensili da cucina collocati davvero in alto. Assecondano la stessa esigenza, quella cioè di avere tutto a vista e a portata di mano, anche quelle soluzioni, solitamente adottate nelle cucine angolari, che prevedono dei pensili girevoli. Si tratta di una attrezzatura interna che sfrutta la praticità dello spigolo: l'angolo infatti regala una profondità tale da poter riporre davvero molti oggetti nel nostro mobile, spesso ingombranti elettrodomestici o pentole fuori misura. Di norma il rischio è che una volta messi via, certi oggetti siano praticamente dimenticati, nascosti, dunque inservibili. Ma con i pensili girevoli il problema è risolto: questa strutture, realizzate di solito in metallo leggero, su due o più piani, ruotano intorno ad un perno centrale, così da poterci consentire di trovare immediatamente, con una piccola rotazione quello che ci serve. A differenza dei pensili tiramigiù, quelli girevoli sfruttano il principio dei '360 gradi' in orizzontale piuttosto che in verticale.

Altrettanto funzionali sono le attrezzature interne ai sottolavelli. Si tratta naturalmente per ragioni igieniche di cestelli estraibili che si applicano nel vano sottolavello proprio per sfruttarne tutta l'altezza e la profondità. Un tempo erano concepiti per ospitare una sola pattumiera, apribile con un sistema a molla, oppure a pedale, ma ormai, in tempi di raccolta differenziata obbligatoria, si tratta di cestelli concepiti per ospitare una o più pattumiere, piuttosto che flaconi di detersivo, spugne, prodotti per la pulizia della casa, sacchetti dell'immondizia, pastiglie per la lavastoviglie, il tutto magicamente incastrato intorno al sifone del lavabo. La grande frequenza con la quale questi mobili vengono aperti e chiusi, fa sì che siano dotati -come poi anche i cassetti- di un sistema di ammortizzatori che impedisce ai vai elementi di sbattere violentemente tra di loro, causando, oltre che scheggiature e graffi, anche l'alterazione dell'assetto delle ante, danneggiando l'intero mobile. Se la nostra cucina non ne è dotata, sappiamo comunque di potere scegliere in alternativa prodotti similari, batterie di pattumiere estraibili salvaspazio, o carrelli per detersivi: i grandi supermercati del mobile, ma anche i negozi che vendono articoli per la casa hanno messo sul commercio prodotti universali, cioè compatibili con la maggior parte dei mobili già presenti nelle notre cucine.