Come scegliere il materasso giusto

Scegliere il materasso

Come scegliere il materasso giusto? Una domanda che si pongono in molti, dinanzi alla vastità dell’offerta sul mercato e alla consapevolezza di quanto il materasso sia importante per il benessere psicofisico di ciascuno di noi. Diversi i requisiti necessari: il materasso deve innanzi tutto sostenere il corpo armonicamente, senza recare danni all’apparato osteo-articolare; in secondo luogo è necessario che sia elastico e risulti resistente alla trazione e alla pressione. I materassi di oggi risultano più grandi rispetto a quelli di qualche tempo fa; per quanto riguarda i singoli, le misure standard italiane sono 190x80 cm, ma in altri Paesi europei come la Germania e la Svizzera scelgono il formato 200x90 cm. I materassi matrimoniali, invece, generalmente misurano 190x160 cm ma risultano piuttosto diffusi anche quelli da 195x165 cm e quelli da 200x170 cm. La dimensione classica del materasso a una piazza e mezza è pari a 190x120 cm, mentre quello detto “alla francese” misura 190x140 cm. L’altezza dipende dal tipo di materasso: quello a molle, per la sua stessa struttura, è sempre più alto rispetto a quelli in lattice, memory oppure ad acqua. In foto il nuovo materasso Maestro di Magniflex con pannelli trapuntati. Il lato estivo ha un’imbottitura in lino e seta che conferisce freschezza e delicatezza. Il rivestimento di entrambi i lati è in raso di fiscosa, molto morbido al tatto. Gli interni in Memoform, Eliosoft ed Elioform donano un sostegno ottimale e un comfort estremo.
Scegliere il materasso

Memory Foam Pillow

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,95€
(Risparmi 25,05€)


Materasso quale scegliere

Materasso quale scegliere Continuiamo a vedere come scegliere il materasso giusto. Il piano di riposo, costituito dal materasso stesso e dalla rete, deve avere un’altezza compresa fra i 60 e i 65 cm, in modo che ci sia la giusta distanza dal pavimento e risulti agevole alzarsi dal letto. Per quanto riguarda i materiali con cui vengono realizzati i materassi, sono due le tipologie attualmente più diffuse: il poliuretano e il lattice. Il poliuretano è una schiuma traspirante, flessibile e indeformabile; i relativi materassi favoriscono la dispersione del calore e dell’umidità. Esistono diversi tipi di schiuma, quelli più diffusi sono la schiuma ad alta resilienza e il poliuretano visco-elastico, meglio conosciuto come “Memory Foam”. Il nome è presto spiegato: memorizza la forma del corpo. I materassi Memory Foam sono ergonomici e rigidi allo stesso tempo e per mantenere intatte negli anni le loro caratteristiche è opportuno che abbiano una densità compresa fra i 50 e i 55/mc. Lo spessore, invece, nella maggior parte dei casi è pari a 20 cm. In foto Perfecto di Eminflex, materasso a 7 zone di portanza differenziata. La struttura a 4 strati unisce le proprietà ergonomiche del Memory Foam all’elevata portanza del Touch Foam: il risultato è un materasso indeformabile e perfettamente adattabile alla struttura morfologica del corpo che favorisce la circolazione ed evita lo stress alla colonna vertebrale, alle articolazioni e ai muscoli.

  • letti ennerev Stile minimal ed attuale per la collezione Ennerev sistemi letto My Space, un programma letto per soluzioni pratiche e funzionali adatte anche a chi, in poco spazio, non vuole rinunciare al design e a...
  • Camera da letto con vetrata Vi-Spring, celebre azienda inglese produttrice di letti, presenta la  collezione Natural Luxury.  Materassi, sommier e testate realizzati con i migliori materiali naturali: ogni pro...
  • materassi somn Riconoscimenti, comunicazione e alta qualità produttiva per distinguersi nel mercato dei prodotti dedicati al sonno. Somn, azienda che opera nella produzione di materassi, letti, ...
  • dorelan materassi Per venire incontro alle sempre più specifiche richieste dei consumatori e per offrire loro una gamma di prodotti davvero completa, Dorelan si propone come azienda capace di realizzare l'intero sistem...

Premium Comfort acqua nucleo con Liner/pellicola protettiva - Set erneuerungs per acqua letto/acqua letto materasso Dual - Paracolpi: interno keilförmig Softside 20 - 23 cm - versch. Dimensioni e livelli di adeguamento, ammortizzato al 50% (tempo di ritorno: 2-3 secondi), 200 x 220 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 311,31€


Scelta materasso consigli

Scelta materasso consigli Anche i materassi in lattice sono molto apprezzati e richiesti. Bisogna però distinguere fra quelli in lattice 100% naturale, quelli in lattice di origine sintetica e quelli realizzati con un mix di queste due tipologie.

Il lattice 100% naturale è un prodotto di origine vegetale ricavato dalla linfa di una pianta, l’Havea Brasiliensis; il lattice sintetico è invece ottenuto dalla polimerizzazione di idrocarburi come il polietilene. Il lattice 100% naturale è qualitativamente migliore, ma ha un costo più elevato e in alcuni soggetti può scatenare reazioni allergiche; cosa che, invece, non succede nel caso del lattice sintetico. In ogni caso il lattice, lavorato a diverse zone di portanza, sostiene il corpo in modo bilanciato facendo mantenere all’apparato muscolo-scheletrico una posizione corretta durante tutte le fasi del sonno. Ha spiccate proprietà antibatteriche e anallergiche, non crea e non trattiene la polvere perché contrasta la proliferazione degli acari. Per mantenere nello stato migliore un materasso in lattice si consiglia, nel corso del primo anno, di girarlo ogni 15/20 giorni nel senso testa-piedi e capovolgerlo nel lato inverno-estate, mentre a partire dal secondo anno è sufficiente farlo ogni 3 mesi. Ogni mattina è buona norma lasciare scoperto il letto ed aprire le finestre della stanza per evitare un accumulo di umidità che potrebbe portare all’insorgere di muffe; ma questo vale per tutti i materassi in generale. In foto un materasso in lattice Morfeus.


Come scegliere il materasso giusto: Come scegliere il materasso

Come scegliere il materasso Come scegliere il materasso giusto? Sbaglia chi ritiene ormai superati i materassi a molle. Grazie all’evoluzione delle tecnologie produttive, infatti, in commercio esistono prodotti sempre più comodi e resistenti. Il materasso a molle è composto da un nucleo (contenente le molle, appunto) e dall’imbottitura; le combinazioni fra nucleo, imbottitura e tessuti di rivestimento sono oggi molto numerose e quindi è possibile anche una certa personalizzazione. Il sistema a molle indipendenti rappresenta la tipologia più evoluta, in quanto ogni molla agisce autonomamente opponendo una spinta adeguata ai differenti punti del corpo in base alla pressione a cui è sottoposta senza diffondere il movimento. Ciò significa che non influenza la parte restante del materasso. In foto un materasso a molle firmato Dorelan.