Cucine Classiche

In commercio sono disponibili una vastità di modelli di cucine che riescono a soddisfare qualsiasi tipo di preferenza in fatto di arredamento. Per chi ama lo stile contemporaneo, è possibile orientarsi verso modelli dal design ricercato e moderno, per rendere l'ambiente caratterizzato dalla novità e dall'essenziale. Gli amanti della tradizione potranno, viceversa, preferire modelli di cucine classiche meno appariscenti, senza compromettere l'impatto visivo che risulterà, comunque, fresco e pulito. Le cucine possono presentarsi ad angolo oppure disposte su una parete soltanto. Sono disponibili, inoltre, cucine con isola, che spezzano la superficie in maniera irregolare, mantenendo uno stile elegante. La scelta dovrà dipendere dalla preferenza prettamente personale, ma anche dallo spazio fruibile.

Chi predilige le cucine classiche dimostra un forte legame con la tradizione e una passione per i sapori tipici e il senso di accoglienza che questo stile trasmette. Bisogna tenere presente che la cucina è un luogo fortemente vissuto e il gusto classico richiede materiali e colori adeguati. Per il mobilio è d'obbligo il legno, ... continua


Articoli su : Cucine Classiche


prosegui ... , che sia di colore chiaro o scuro per dare un senso di calore per chi vive l'ambiente. Questo materiale permette la giusta traspirazione sia per il cibo che per gli utensili. Ricordiamo infatti che la cucina è soggetta a sbalzi di temperatura, vapori e condensa, materiale oleoso che può intaccare e usurare la cucina stessa. Anche per questa ragione è bene utilizzare tende di cotone o filo che si prestano per frequenti lavaggi. Il piano di lavoro deve essere rigorosamente in ceramica resistente agli sbalzi di temperatura e la cappa in muratura o in legno per rispettare appunto la linea classica. Anche il lavello si può intonare all'ambiente se fatto in ceramica, smaltato con un colore caldo giallo- marroncino e con l'accortezza del rivestimento antigraffio per una maggiore durata.

Se nell'ambiente è presente un caminetto da bandire il marmo, mentre il cotto, mattoncini rossi e legno sono da preferire anche per avere maggiore durata del calore. Anche una riserva personale di vini per la cantinetta di casa richiede il sostegno in legno con bottiglie a vista.

In tutte le cucine classiche sinonimo di tradizione bisogna porre attenzione anche all'utensileria, quindi al pentolame, agli accessori, al servizio di piatti e agli elettrodomestici che non devono stonare con il contesto tradizionale ma essere pratici e funzionali in una cucina che si presume sarà vissuta, anche con gli amici.

Per le pentole quindi bisognerà prediligere il coccio, la pietra, la ceramica o il rame che permetterà una cottura sana e senza grassi, mentre per l'utensileria (i vari mestoli, cucchiai, porta zucchero-sale-caffè olio, ecc.) è preferibile l'impugnatura in legno, porcellana, e ancora coccio smaltato. Per il servizio di piatti è preferibile optare per lo stile agreste con la forma concava, tipo ciottolo da spaghettata rigorosamente in coccio con colori che vanno dal Terra di Siena Bruciata al marrone con venature bordeaux e giallognolo. Riguardo agli elettrodomestici l'ideale sarebbe incastonarli magari sottolineando il bordo con rifiniture in mattoncini rossi in colonna, quindi forno, microonde o lavastoviglie in un' unico blocco, anche a scomparsa mentre per la macchina del caffè scegliete uno stile vintage e utilizzate mensole e angoliere sempre in legno come punti di appoggio. Stessa cosa per la cappa: meglio in pietra e mattoni o in legno (in questo caso anche a scomparsa). Per il piano cottura vanno bene anche i fuochi in vista con sfondo in acciaio o materiale smaltato termo-resistente. Le cucine classiche riportano alla presenza di un caminetto all'occorrenza con griglia e per la legnaia si può utilizzare una panca richiudibile in noce, intarsiata o decorata con decoupage floreale, per un tocco di romanticismo. Stessa logica da seguire se avete intenzione di usare la stufa a legna.

La cucina deve essere un luogo comodo e accogliente, per questo motivo deve essere un ambiente spazioso particolarmente funzionale per operare in libertà. Le piastrelle per esempio che saranno usate per i rivestimenti devono essere di ceramica facilmente lavabili, come pure la tinteggiatura con colori caldi deve essere impermeabile, anch'essa lavabile e anti-muffa. I pensili devo essere spaziosi, intervallati da vetrine colorate o arricchite con separatori in ottone o colore oro che daranno risalto a quello che c'è dietro il vetro. Un tocco di gusto è la scelta dei pomelli in ceramica che possono richiamare il motivo delle mattonelle di rivestimento.

Il tavolo tipico delle cucine classiche coordinato sarà in legno, eventualmente estendibile in caso di ospiti, con sedie antiscivolo coordinate in legno, a chi piace con i poggiabraccia. Comodissimi i mobili- contenitore estraibili a cassettone antiurto posti nella parte alta del mobilio, utili per la biancheria da cucina come tovaglie, tovaglioli, canevacci ecc. o anche come dispensa. Ricordiamo anche che gli elettrodomestici devono essere acquistati con la categoria di classe energetica A+ per il risparmio dei consumi e che si può risparmiare cucinando con la cucina a legna, che può dare sapori genuini e nello stesso tempo riscaldare l'ambiente.