Frigoriferi

I frigoriferi hanno la funzione di abbassare la temperatura degli alimenti in modo da rallentare o impedire la proliferazione di batteri che ne pregiudicano lo stato di conservazione. La scelta delle dimensioni del frigorifero (o combinato frigorifero-congelatore) deve innanzitutto prendere in considerazione la quantità di alimenti e bevande che si intende conservare: se vivete da soli un frigorifero di capacità 180 litri è ben adeguato, mentre dovrete orientarvi a capacità di almeno 280 litri se in famiglia siete in quattro.

Non sottovalutate la posizione in cui verrà posto il frigorifero nella vostra casa: sarà più efficiente se installato in zone non colpite direttamente dal sole, lontano da caloriferi o altre fonti di calore; inoltre per una ventilazione adeguata dovrà essere distante almeno 10 cm dalla parete. Nei grandi magazzini, ... continua


Articoli su : Frigoriferi


prosegui ... , negozi specializzati o grandi catene di elettrodomestici si possono trovare molte marche e modelli, classificabili nelle categorie: monoporta, a due porte o con più di due porte. I frigoriferi monoporta tipicamente sono di piccole dimensioni e possono essere dotati di un piccolo scomparto per conservare il ghiaccio (ma che non raggiunge le capacità di raffreddamento di un congelatore vero e proprio). I frigoriferi a due porte sono più grandi dei frigoriferi monoporta e possono essere disposti a monoblocco verticale (combinato: frigorifero in basso e congelatore in alto; doppia porta: congelatore in basso e frigorifero in alto) o orizzontale (detto anche all’americana: frigorifero a sinistra e congelatore a destra).

Esistono modelli con più di due porte, che consentono di regolare la temperatura dei vari scomparti in modo che si adatti al meglio agli alimenti che si intende conservare. Se entrate in una grande catena di elettrodomestici, vedrete i frigoriferi contrassegnati da etichette su cui compaiono, oltre alle dimensioni, capacità e accessori vari anche la classe energetica e il numero di stelle. La classe energetica indica grossolanamente il consumo: più la classe è alta (A, A+, A++) minore è il consumo di energia elettrica. La classificazione è un criterio fondamentale per la scelta di un buon frigorifero: dovete tener presente che esso sarà alimentato 24 ore al giorno per tutti i giorni dell’anno (un modello A++ consuma circa il 25% in meno di un frigorifero classificato A). Le stelle rappresentano invece le temperature raggiungibili dallo scomparto congelatore e vanno da un minimo di una a un massimo di quattro: più stelle ci sono, più la temperatura raggiungibile è bassa e maggiore è la durata di conservazione degli alimenti (quattro stelle significa che il congelatore può raggiungere i -18 °C ed è in grado di congelare gli alimenti in meno di 24 ore).

Per quanto riguarda la diffusione del freddo all’interno, i frigoriferi sono classificabili in statici e ventilati. Il tipo statico non garantisce l’uniformità della temperatura in tutte le zone del frigorifero, e può essere sapientemente utilizzato per conservare correttamente le diverse tipologie di cibo (frutta e verdura in basso, cibi cotti in alto). Il tipo ventilato permette la distribuzione uniforme della temperatura in tutto il vano frigorifero, e garantisce che quando la porta viene aperta, la temperatura viene ripristinata velocemente. Una tecnologia ormai presente in quasi tutti i frigoriferi è quella "no-frost" che impedisce il formarsi della brina o del ghiaccio sulle pareti del frigorifero, evitando la necessità di compiere l’operazione di sbrinamento.

Il prezzo dei frigoriferi varia naturalmente dalla classe energetica (più è alta e più costa, ma viene ammortizzato in fretta), dalle dimensioni, dalle finiture e naturalmente dalla marca. Inoltre alcuni modelli di frigoriferi (tipicamente quelli all’americana) possono essere dotati di ulteriori accessori, come ad esempio la possibilità di ottenere acqua fredda o cubetti di ghiaccio direttamente dal congelatore (opportunamente collegato alla rete idraulica, oppure tramite l’apposita vaschetta al suo interno). In linea generale un frigorifero di questo genere può superare i 2000 euro, ma ci sono modelli anche molto più economici (dai 300 ai 700 euro). Per evitare costi di manutenzione eccessivi, potete avere l’accortezza di seguire alcuni consigli pratici: non introducete nel frigorifero o nel congelatore cibi caldi o tiepidi; evitate di lasciare la porta aperta per troppo tempo; controllate di tanto in tanto la tenuta delle guarnizioni.