Illuminazione interni

L’ingresso

La soglia di casa accoglie noi e i nostri ospiti e, se ben illuminata, sia all’esterno che all’interno, valorizza l’ambiente e crea un’atmosfera accogliente. L’ingresso esterno può essere illuminato con un faretto, da inserire sopra la porta di casa, che metta in luce l’area davanti alla porta, il campanello, la targa identificativa con il nome.

 

Se abitate in un appartamento cercate di evitare che sul pianerottolo vi siano zone d’ombra che sono d’ostacolo al riconoscimento dell’ospite: l’illuminazione interni più adatta si compone di diversi punti luce, da posizionare in alto e a lato della porta o centralmente. Evitate invece di illuminare le spalle dell’ospite e metterlo così in ombra.

 

 

Vansky® Led Retro TV Bias Light, Strisce Led Illuminazione Retro TV, RGB Retroilluminazione TV Illuminazione per Interni con Telecomando per TV, PC Desktop (Ridurre l'affaticamento degli occhi e aumentare la nitidezza delle immagini)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,99€
(Risparmi 24€)


Luce diffusa tramite faretti

L’ingresso è il punto di collegamento fra esterno ed interno: varcata la soglia è il primo biglietto da visita della nostra casa. Spesso l’ingresso è un ambiente di piccole dimensioni, forse senza finestre e quindi in cui la luce naturale va rimpiazzata con quella artificiale. Potremo comporre l'illuminazione interni nella zona dell’ingresso creando una luce diffusa mediante l’installazione di faretti o di applique, oppure creando una guida luminosa, l’ingresso è collegato a un corridoio.  

 

 

  • lampada da parete Creare una corretta luce all’interno degli spazi casa non è semplice: è importante sapere scegliere gli apparecchi giusti ma anche le lampade da inserire al loro interno. È importante a questo proposi...
  • striscia led Di semplice installazione, a basso consumo energetico e dal look contemporaneo, cosa desiderare di più?
 Ci riferiamo alla striscia led, o led strip, la quale permette di illuminare e decorare a...
  • illuminare casa Nelle nostre abitazioni, al pari dell’arredamento, l’illuminazione riveste un ruolo di primaria importanza. Sapere come illuminare la casa e come posizionare correttamente i punti luce in un’abitazion...
  • lampada foscarini La progettazione corretta dei punti luce in soggiorno è fondamentale: dobbiamo pensare a come distribuirli nello spazio in modo da non avere zone in ombra e parti troppo illuminate, quale tipologia sc...

Vansky® Led Retro TV Bias Light, Strisce Led Illuminazione Retro TV, Bianco Brillante Retroilluminazione TV Illuminazione per Interni con Telecomando per TV, PC Desktop (Ridurre l'affaticamento degli occhi e aumentare la nitidezza delle immagini)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€
(Risparmi 26€)


La cameretta

In cameretta i più giovani abitanti della casa svolgono molte attività diverse fra loro, ciascuna delle quali richiede una giusta illuminazione interni. Giocare, rilassarsi, studiare, leggere, stare con gli amici: occorre illuminare interni della cameretta con una luce flessibile, che risponda alle differenti prestazioni visive legate a tali attività. 

 

Nel progettare l’illuminazione della cameretta occorre ricordare che i ragazzi necessitano di una maggiore quantità di luce rispetto agli adulti e che spesso le lampade rimangono accese anche se inutilizzate, comportando maggiori consumi. L’illuminazione degli interni delle camerette deve prevedere apparecchi sicuri: meglio preferire lampade a soffitto piuttosto che apparecchi a terra che potrebbero ostacolare i movimenti dei piccoli mentre giocano e costituire un pericolo. Per l’area dedicata allo studio possiamo scegliere lampade a sospensione e apparecchi da tavolo, mentre per illuminare scaffali e interni degli armadi andranno benissimo dei faretti a binario.

 

 


Illuminazione interni: Il bagno

Nell’illuminazione interni del bagno la luce va dosata con attenzione nelle varie zone di servizio. Gli apparecchi, inoltre, devono rispondere a precise normative che garantiscono la sicurezza di tale ambiente data la compresenza di elettricità e acqua. In bagno è necessaria una chiara visibilità, che si otterrà abbinando a un’illuminazione generale, con un apparecchio a soffitto, punti luce in prossimità del lavabo/specchio e della vasca/doccia.

 

Sarebbe opportuno che i vari punti luce fossero dotati di accensione/spegnimento indipendente uno dall’altro. Si possono poi aggiungere, se di gradimento, luci a LED che illuminino le basi della vasca o della doccia e che creino un’atmosfera rilassante nei momenti in cui ci dedichiamo alla cura della nostra persona. Un discorso a parte meriterebbe la cromoterapia, utilizzata nella stanza da bagno per favorire il benessere psico fisico.

 

Per ogni punto luce che andrete a collocare in bagno ricordate sempre di verificare che la sua distanza dalle fonti d’acqua rispetti le relative norme di sicurezza.

Per illuminare al meglio gli oggetti e la nostra persona consigliamo di scegliere per l’illuminazione interni nella stanza da bagno apparecchi schermati con vetro incolore o bianco, per non alterare i colori degli oggetti che vengono raggiunti dalla luce. Anche in bagno, come negli altri locali della casa in cui siano presenti, mobili contenitori e armadi guardaroba, se illuminati internamente, faciliteranno la visione e l’accesso al loro contenuto.

 

Comfort visivo

Un’illuminazione degli interni progettata con attenzione verso la qualità facilita la vita e le attività che svolgiamo in casa; ci garantisce dunque il necessario comfort e valorizza anche l’estetica dell’ambiente e dell’arredamento.