Piani Cottura

l piano cottura è uno degli elettrodomestici indispensabili in ogni casa dato che serve per cucinare i cibi, si posiziona sempre in cucina (di solito al centro) e deve essere scelto tenendo presente vari fattori, primo tra quali, la sicurezza infatti, un piano cottura inefficiente o vecchio, potrebbe provocare delle pericolosissime fughe di gas e quindi diventare molto pericoloso. I piani cottura possono essere di diversi tipi e si distinguono, principalmente, per il tipo di alimentazione. Il piano cottura alimentato a gas è quello più utilizzato e tradizionale, il gas fuoriesce dai fornelli e genera una fiammella che riscalda la pentola. L'elettricità alimenta delle resistenze che riscaldano il piano cottura, non è presente nessuna fiamma.

L'induzione utilizza l'elettricità per attivare le proprietà elettromagnetiche delle pentole che generano calore (possono essere utilizzate su questo tipo di piano cottura solo le pentole adatte), ... continua


Articoli su : Piani Cottura


1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , non c'è nessuna fiamma ed il piano di cottura resta freddo. I piani cottura elettrici e quelli ad induzione sono realizzati, solitamente, in vetroceramica mentre quelli a gas possono essere realizzati in acciaio oppure in diversi tipi di resina. Le dimensioni dei piani cottura sono molto varie e cambiano in base al numero di fuochi di cui dispongono infatti possiamo trovare piani cottura da 30 centimetri che ospitano due fuochi, quelli da 45 centimetri che ospitano tre fuochi, quelli da 60 centimetri che ospitano quattro fuochi, quelli da 70/ 75/ 80 centimetri che ospitano cinque fuochi e quelli da 90 centimetri che possono avere fino a sei fuochi anche se in base alla marca ed al tipo di piano cottura il numero dei fuochi può variare. I piani cottura da 30/35 centimetri vengono anche chiamati domino perché possono essere combinati fra loro e quindi è possibile ottenere un piano alimentato sia a gas che ad induzione in un'unica soluzione.

In genere, il piano cottura, va posizionato sotto la cappa, vicino ad un piano d'appoggio e a un lavandino in modo da poter lavorare in cucina comodamente mentre va posizionato lontano dal frigorifero e dal congelatore che con il calore del piano cottura potrebbero perdere efficienza e consumare di più. Esistono i piani cottura ad incasso che vanno posizionati nel piano da lavoro della cucina e sono fissi ed i piani cottura a libera istallazione che si possono posizionare su qualsiasi ripiano e che non sono fissi. Per istallare un piano cottura ad incasso è necessario verificare anche la larghezza della parte sottostante del piano cottura che deve incassarsi nel piano della cucina, in genere la parte sottostante è cinque centimetri più piccola della larghezza superiore ma esistono delle ditte che producono dei piani cottura con una parte sottostante molto piccola in modo da poterlo incassare in un vano progettato per un piano cottura più piccolo (es il piano da 90 cm entra nel vano del piano da 60 cm). Nella scelta del piano cottura bisogna valutare vari fattori.

Innanzitutto, se avete bambini piccoli, sono preferibili i piani cottura elettrici oppure ad induzione che non presentano fiamme e che non possono provocare fuoriuscite accidentali di gas ma, se preferite il piano a gas, sceglietene uno che abbia il sistema di sicurezza contro le perdite di gas e che, se girate la manopola senza accendere la fiamma, sospenda l'erogazione del gas oppure vi avvisa con un segnale acustico. Oltre alla sicurezza deve essere valutato anche lo spazio a disposizione infatti se la vostra cucina è molto piccola dovreste preferire un piano piccolo che potete integrare con un piano a libera istallazione da utilizzare solo in caso di necessità mentre, se avete molto spazio a disposizione potete optare per una soluzione domino e combinare i vari pezzi che preferite. Per scegliere il numero di fuochi adatto alle vostre esigenze dovete valutare il numero di persone per le quali cucinate ogni giorno e tenere presente la grandezza delle vostre pentole infatti, sui piani cottura da 60 centimetri, avrete difficoltà a mettere due pentole grandi quindi se cucinate per quattro o più persone al giorno, scegliete un tipo di cucina che va dai 75 centimetri in poi in modo da avere spazio sufficiente per posizionare le pentole.