I consigli utili per arredare il monolocale

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 02 agosto 2014

I vantaggi del monolocale

Il monolocale per definizione è un apparatmento di metratura molto ridotta. Questa sua caratteristica fa sì che, tanto per l'ascquisto quanto per l'affitto, il suo prezzo sia certamente molto più economico se confrontato ad altre soluzioni abitative presenti nella stessa zona di un quartiere o di una cittadina. Altro aspetto che incide direttamente sul portafoglio è il costo dei mobili: arredare un monolocale di 30 mq prevede un esborso certamente minore rispetto ad appartamenti più grandi. Date le caratteristiche di questa tipologia di abitazione, il monolocale si presta come soluzione ideale per chi lavora in città e torna al proprio domicilio durante il week end, avendo così solo bisogno solo di un luogo dove poter riposare dopo la giornata, senza avere gli impegni di pulizia e manutenzione che una casa più grande richiede.

Gli svantaggi del monolocale

Le caratteristiche tipiche del monolocale da un lato presentano dei pregi, dall'altro degli inevitabili difetti. La superficie ridotta rende quasi impossibile pensare di vivere agiatamente in coppia in un monolocale, il quale preclude ogni possibile spazio per la privacy. La presenza della cucina nel medesimo ambiente in cui si dorme, specie durante i mesi invernali, comporta la perdurante presenza degli odori del cibo. Per avere il massimo della superficie delle pareti utilizzabili, spesso i rapporti areo-illuminanti vengono rispettati ai minimi consentiti dalla legge, lasciando il monolocale scarsamente illuminato dalla luce naturale. Per ovviare il più possibile a questi inconvenienti strutturali, bisogna progettare e arredare i monolocali con molta attenzione e con maniacale cura nei dettagli.

La ricerca del perfetto monolocale

Prima di occuparsi di come arredare il monolocale, bisogna affrontare la scelta di quale appartamento acquistare o affittare. Ricordando bene quali sono gli aspetti positivi e negativi di questa soluzione abitativa, è possibile fare alcune valutazioni preliminari. Innanzitutto è bene prediligire un monolocale che abbia un bagno con una finestra abbinata all'areazione forzata. In secondo luogo un apparatamento che abbini alla superficie del pavimento anche un soppalco, permette di aumentare lo spazio utile. Considerato il fatto che normalmente i monolocali sono costruiti all'interno di condomini, è possibile surrogare all'assenza di spazio di ricovero affittando o comprando contestualmente all'appartamento anche una cantina o un garage. Con questi accorgimenti, i lati negativi del monolocale verranno ampiamente ridotti.

Arredare il monolocale

Il modo migliore per vivere in un monolocale è sfruttarne il più possibile tutta la superficie, sia orizzontale che verticale. Innanzitutto se nel'appartamento è presente un soppalco, obbligatoriamente quello è il punto dove posizionare il letto. Differentemente si dovrà optare per l'acquisto di un divano letto. La cucina dovrà essere di dimensioni ridotte: un angolo cottura a quattro fuochi, un lavello a vasca singola, una lavastoviglie e un paio di basi con abbinati cappa e pensili. Per surrogare al deficit di superficie piana, le pareti diventano luogo utile dove montare elementi che possono contenere non solo oggetti, ma anche vestiti. In ogni caso è bene prestare un occhio oltre alla praticità anche allo stile nell'arredamento, poichè un design ricercato fa passare in secondo piano i lati negativi del monolocale.

Sfoglia i cataloghi: