Camera da letto shabby chic, atmosfere che seducono

Camere da letto shabby chic

Lo shabby chic è fra gli stili più in voga in fatto di arredamento. “Shabby chic”, ovvero “trasandato chic”: analizzando l’accostamento di queste due parole si può comprendere pienamente il carattere di questo stile. I mobili e i complementi hanno un’aria vissuta, sono in parte logori, in alcuni casi invecchiati ad hoc tramite tecniche specifiche come il decapaggio e il decoupage, in altri realmente molto datati, ma nulla è lasciato al caso. Non si tratta di trascuratezza, anzi. Lo shabby chic è frutto di un’estrema cura e di una grande attenzione per ogni dettaglio. E’ tutto voluto, studiato, selezionato e ricercato. Non confondetelo con il vintage e non confondetelo neanche con il country e lo stile provenzale: ha elementi in comune con tutti questi stili, potremmo pure definirlo una sorta di ibrido, ma conserva sempre una sua individualità. Reinterpreta il passato in chiave romantica, lasciando emergere anche il gusto moderno. Il passato è una continua fonte di ispirazione, i ricordi diventano idee originali e accattivanti. Il calore fa il paio con la nostalgia, con la familiarità e anche con un pizzico di audacia. Come arredare una camera da letto shabby chic? Se vi state ponendo tale domanda, siete arrivati nel posto giusto: qua troverete tutte le risposte. E alla fine sarete in grado di rendere la vostra camera una perfetta espressione di questo stile così affascinante, sotto molti punti di vista magico.
Camere da letto shabby chic


Shabby chic camera da letto

Shabby chic camera da letto Camera da letto shabby chic, cominciamo dai colori. Sono tutti opachi, sfumati, delicati, per certi versi polverosi. Il colore principe è indubbiamente il bianco, seguito da tonalità neutre come l’avorio, il panna, il beige, il color corda, il tortora. E poi ci sono le nuance pastello: azzurro carta da zucchero, rosa cipria, lilla lavanda, verde salvia. Sono tutte tonalità che richiamano la terra, la natura, le atmosfere bucoliche e rilassanti. Sì, perché nella camera da letto shabby chic si ritrova subito un immediato benessere psicofisico; è un luogo capace di allontanare lo stress quotidiano e la frenesia metropolitana per ricondurre la mente a una rigenerante pacatezza. La suddetta palette cromatica non riguarda soltanto i mobili e i complementi, ma anche la biancheria da letto, le pareti e i pavimenti; a proposito di questi ultimi, se ne avete la possibilità scegliete il parquet: se ha un aspetto vissuto, se le venature del legno sono ben visibili, è ancora meglio.

  • cucina shaker Eccoci alle prese con uno stile tutto nuovo, di ripresa dal passato, nato in Inghilterra e trasferitosi negli States: lo stile Shaker. È uno stile nato tra diciottesimo e diciannovesimo secolo in cui ...
  • Case rustiche di camapgna Le tipiche casa di campagna di un tempo, quelle in cui viveva spesso una grande famiglia in cui erano riunite due o tre generazioni, conservano tuttora un grande fascino e, se ben ristrutturate, diven...
  • interni rustici moderni Le case di un tempo portano con sé interni spesso rustici che se bene valorizzati e rivisitati possono dare origine a atmosfere di grande impatto.Colori chiari e toni neutri possono aiutare ad alleg...
  • Leggerezza country chic per l'arredamento stile provenzale L'arredamento stile provenzale è un mix di tendenza tra il country, lo chic e il romantico: uno stile naturale, leggero e primaverile che si carica di toni tenui e di linee leggere, fluttuanti dei tes...


Camera matrimoniale shabby chic

Camera matrimoniale shabby chic Il materiale protagonista della camera da letto shabby chic è il letto, possibilmente con qualche imperfezione, sbiadito o lavorato con tecniche ad hoc quali il decoupage. Sono proprio i “difetti” a caratterizzare questo stile; difetti che anziché essere occultati vengono strategicamente valorizzati e messi in risalto. Così, ecco un comò con la superficie graffiata o leggermente scorticata; oppure una sedia con le gambe sciupate o ancora lo specchio con qualche macchiolina. A proposito di specchio: spesso è molto grande, di forma ovale, riflette l’intera figura ed è comunque in grado di catalizzare l’attenzione. Ma torniamo ai materiali; anche il metallo è il benvenuto, soprattutto per quanto riguarda il letto. I letti in ferro battuto, nelle camere shabby chic, sono decisamente perfetti. E se volete aggiungere un tocco in più, al posto dell’armadio in legno scegliete un armadietto sempre in ferro. Altri elementi immancabili in questo tipo di stanza sono la toilette e lo scrittoio, così come le tende: lunghe, candide, con pizzi e merletti oppure caratterizzate da tenui fantasie floreali. Andate nei mercatini dell’usato, frugate nella soffitta della nonna, cimentatevi con il fai da te e provate voi stessi a “invecchiare” un po’ i vostri mobili: le soddisfazioni non mancheranno.


Camera da letto shabby chic, atmosfere che seducono: Camera shabby chic

Camera shabby chic Nella camera da letto shabby chic il letto è protagonista: grande, in legno oppure in ferro battuto, a baldacchino o con una testiera molto importante. Date il giusto valore alla biancheria. Le lenzuola sono candide, i copriletti ben imbottiti e con fantasie romantiche, floreali. Abbondate con i cuscini, sono sempre i benvenuti. Ma lo ripetiamo, tutte le tonalità della camera shabby chic devono essere tenui e delicate. E poi ci sono gli accessori e i complementi, anche in tal senso dovete fare le scelte giuste e preferire l’abbondanza alla sottrazione. Quadri, cornici in legno oppure in metallo, vasi colmi di fiori freschi, gabbiette decorative, orologi a parete, lampadari in ferro battuto e con gocce di vetro e cristallo, lampade da tavolo con paralumi in stoffa, candele e soprammobili di sorta: c’è la massima libertà di scelta, ma ricordate che tutto deve avere un sapore un po’ retrò. Qualche idea particolarmente sfiziosa per personalizzare la vostra camera shabby chic? Se avete una certa manualità, realizzate da soli la testiera del letto con vecchie finestre e/o persiane; al posto del comodino mettere un vecchio baule; appoggiate una stoffa un po’ sbiadita sulla poltrona, quasi come fosse lì per caso; usate come portagioie un capiente barattolo di latta.