Cappe soffitto

Le cappe a soffitto sono un particolare tipo di cappe da cucina che vengono adottate solamente quando il piano cottura è posto sull’isola o sulla penisola di lavoro. Sono dunque utilizzabili in alternativa alle più estetiche e scenografiche cappe ad isola, in tutti quei contesti d’arredo ultra moderni e di tendenza che puntano ad uno spazio cucina integrato ed aperto verso il living, ad un ambiente ampio e polifunzionale in cui regna convivialità e una pluralità di azioni e di flussi di persone. La loro presenza impercettibile, data dalla complanarità della macchina aspirante al soffitto/controsoffitto, non ostacola assolutamente la visione durante le operazioni di preparazione e cottura dei cibi e permette soprattutto un’estrema libertà di composizione dello spazio, che non è vincolato dalla presenza ingombrante della cappa aspirante. Essendo adatti ad ambienti giorno open space, ... continua

Articoli su : Cappe


prosegui ... , questi elettrodomestici devono essere assolutamente silenziosi, per non ostacolare in nessun modo la conversazione tra i commensali. Sono proprio i modelli di ultima generazione ad essere dotati di questa caratteristica. In termini numerici, la rumorosità, a velocità di funzionamento massima, non dovrebbe oltrepassare, per definirsi ottimale, i 60 dB.

Sempre per rimanere in tema di prestazioni, le cappe a soffitto si caratterizzano inoltre per la presenza di motori compatti e poco ingombranti, che consentono di alloggiare la cappa anche in vani di spessore ridotto. Alla silenziosità ed alle misure minime del motore si aggiunge anche un altro elemento: la potenza. I nuovi prodotti vedono la presenza di ventole molto prestanti, capaci di assorbire un’elevata quantità di odori e vapori in pochissimo tempo, anche grazie a bocchette perimetrali, più efficaci in termini di aspirazione delle tradizioni griglie centrali. Ci sono ad esempio modelli in grado di superare i 1000 mc/h di portata, lasciando l’ambiente, anche quello più esteso in termini di superficie e volume, completamente igienizzato ed inodore. Concorrono poi a realizzare codesto aspetto anche i filtri antigrasso ed antiodore, quest’ultimi montati nei prodotti più nuovi. Per far sì che il funzionamento della cappa da cucina sia ottimale, occorre ricordare di mantenere in modo costante e regolare i filtri puliti. Azione oggi facilmente realizzabile grazie a semplici meccanismi di smontaggio delle griglie filtranti ed all’elevata praticità di lavare le stesse anche in lavastoviglie.

Le cappe a soffitto, proprio perché installate a centro stanza e quindi lontano dai muri perimetrali, possono anche essere di tipo filtrante, oltre che aspirante. La differenza sostanziale tra i due modelli sta nel fatto che in quelli di tipo filtrante l’aria, una volta purificata, non viene convogliata all’esterno per mezzo di appositi tubi, ma viene rimessa in circolo all’interno della cucina. Ruolo fondamentale in questo caso lo svolgono la qualità dei filtri e la potenza del motore. Quando si parla di purificare l’aria, entrano in gioco particolari modelli dotati di appositi programmi di aspirazione intervallata. Si tratta di un funzionamento continuato per 24 ore in cui la cappa si accende ad intervalli regolari alla minima velocità ed al minimo rumore, al fine di ridurre la presenza di umidità nell’ambiente, scongiurando così la formazione di spiacevoli muffe e lasciando la stanza perfettamente igienizzata. La presenza di un telecomando è indispensabile quando parliamo di questi apparecchi elettrici, dato che il loro posizionamento si trova al di sopra dei due metri d’altezza. In molti casi, nei prodotti più evoluti, non mancano connessioni Wi-Fi o Bluetooth per comunicare in modo diretto ed intuitivo con l’utilizzatore e con il piano cottura, al fine di gestire al meglio funzionamento e manutenzione della cappa.

Vetro ed acciaio sono i materiali più utilizzati per questo tipo di cappe da cucina. La forma pulita e rettangolare della superficie a vista, complanare al soffitto, non presenta particolari elementi dall’estetica sofisticata, ma anzi, il design punta all’estremo minimalismo ed al massimo mimetismo con il soffitto sovrastante il piano dei fuochi. Al più, si possono notare varianti cromatiche per i vetri, che dal bianco virano al nero e tagli di luce diversamente posizionati da un modello all’altro. A proposito di illuminazione, quest’aspetto secondario delle cappe a soffitto è però estremamente importante per un comfort ottimale durante il lavoro tra i fornelli. A spot Led si aggiungono spesso strip Led perimetrali per una visibilità diffusa, che permettono anche una corretta illuminazione del restante piano di lavoro. L’utilizzo sempre più intensivo delle luci Led consente anche di risparmiare sulla bolletta elettrica.