Cappe isola

Quando parliamo di cappe da cucina di design il nostro pensiero è indirizzato principalmente verso le cappe a isola, una tipologia molto sofisticata e particolare, ideata per le cucine in cui il piano cottura è posizionato sull’isola o sulla penisola operativa. Essendo istallate in posizione libera e centrale all’interno della stanza, la loro estetica è estremamente curata ed originale ed i modelli in commercio sono tantissimi, ciascuno pensato per i tanti e diversi stili d’arredo. Cilindriche ed in acciaio, più piatte e geometriche in vetro, caratterizzate da linee armoniose ed arrotondate o da geometrie più rigide ed essenziali, sono mutevoli ed originali le configurazioni e le combinazioni di forme e materiali delle cappe di ultima generazione. Molto spesso, questo genere di elettrodomestici, proprio perché ancorati a soffitto, assumono le sembianze di eleganti e raffinate lampade a sospensione. Infatti, se la loro funzione principale è quella di aspirare ed igienizzare l’aria della cucina quando i fuochi sono accesi, una funzione secondaria ma non trascurabile è quella illuminante. Tutti i modelli sono dotati dunque di punti luce sia direzionali che diffusi, in modo che il piano di lavoro e di cottura siano ben illuminati. Alcuni modelli più performanti sono addirittura dotati di un’illuminazione continua e perimetrale, capace di accendere di luce tutta la stanza, sostituendo a titolo ufficiale ogni altra fonte luminosa. La cappa così sintetizza due elementi in un unico prodotto.

Le cappe a isola possono essere di tipo filtrante ed aspirante. Quest’ultimo modello è da preferire, anzi è obbligatorio, quando la cucina è dotata di canna fumaria esterna completamente dedicata. Dal centro stanza quindi è possibile ribassare il soffitto con astuti accorgimenti in cartongesso per trasportare in modo invisibile l’aria aspirata dalla cappa verso le pareti esterne, grazie all’utilizzo di appositi tubi ben insonorizzati e dimensionati. Nel caso invece in cui non sia possibile portare verso l’esterno il vapore della cottura, l’utilizzo dei modelli filtranti è l’unica soluzione possibile. Queste cappe sono dotate dunque di speciali filtri che cattura grassi ed odori, filtri che vanno correttamente mantenuti e periodicamente sostituiti per permettere alla cappa di durare a lungo nel tempo e di funzionare alla perfezione. Se i filtri giocano un ruolo importante, altrettanto fondamentale è la presenza della ventola elettrica che attrae il vapore verso l’alto. Nei modelli più nuovi, questa è sottile e silenziosa e studiata appositamente per essere estremamente performante e veloce. In base alle dimensioni del locale in cui la cappa è posizionata ed in base all’intensità di utilizzo dei fuochi, la portata della ventola va ben calcolata, al fine di garantire un’adeguata aspirazione del vapore. Solitamente si considera un potere aspirante pari a 6/8 volte il volume della cucina. L’unità di misura della portata è il mc/h, il cui valore lo troviamo indicato nella scheda tecnica del prodotto. Se invece vogliamo dare un valore ottimale alla rumorosità, questa deve attestarsi attorno ai 50 dB se vogliamo acquistare un modello che si possa definire silenzio anche ad alte velocità.

E a proposito di velocità, questa è regolabile nell’intensità in base al numero di fuochi accesi ed alla loro potenza di funzionamento. La velocità può essere regolata manualmente, con pulsanti touch o con telecomando, ma anche impostata in modo automatico grazie a particolari sensori che catturano il grado di vapore presente nell’ambiente e che avviano la giusta velocità di aspirazione. Non mancano poi, spegnimenti ritardati e velocità maggiorate, utili quest’ultime quando gli odori ed i vapori emanati della cottura dei cibi sono particolarmente importanti ed eccessivi. Le cappe a isola di nuova concezione sono dunque elettrodomestici particolarmente intuitivi ed intelligenti, in grado di funzionare in modo autonomo, comunicando con il piano cottura grazie a studiati sensori e a connessioni wireless. Chi cucina non dovrà più occuparsi di far funzionare al meglio la cappa.

Questo genere di cappe da cucina freestanding si adottano anche quando la cucina ad isola o a penisola comunica direttamente con la zona giorno, situazione in cui risulta estremamente importante adottare un apparecchio silenzioso e potente, che permetta la conversazione e l’interazione tra i commensali senza creare fastidiosi brusii di sottofondo. Se le prestazioni contano, conta pure estetica che va coordinata allo stile dello spazio living ed in merito a questo aspetto abbiamo l’imbarazzo della scelta, trovando in commercio modelli più minimali, come pure scenografiche sculture appese a soffitto. As

Articoli su : Cappe