Carta da Parati moderna

Le origini della carta da parati sono assai remote, risalgono alla Cina del primo secolo A.C. In Oriente la sua diffusione è stata veloce, mentre per quanto riguarda l’Europa il processo è stato molto più graduale. Le prime carte da parati hanno fatto la loro apparizione in Inghilterra, in Italia e in Francia soltanto nel Medioevo. Da allora, però, questa particolare forma di decorazione ha trovato crescenti consensi. E se fino ai primi del Novecento decorava soltanto le abitazioni delle famiglie più nobili, successivamente è diventata accessibile a tutti. Il periodo d’oro coincide con gli anni Settanta: la carta da parati, in quel periodo, caratterizzava le pareti della maggior parte delle case. Per molti versi può essere considerata un simbolo dell’epoca. Nel corso del decennio successivo è però passata di moda e il tramonto sembrava definitivo. Invece, ... continua

Articoli su : Wallcovering Marimekko2 by Sirpi


prosegui ... , gradualmente, è tornata in voga e adesso figura fra i trend più carismatici e gettonati. Un ritorno che deriva anche da una notevole evoluzione. Si dimentichino le fantasie geometriche tradizionali, si dimentichino quei colori molto (in certi casi anche troppo) accesi e i disegni ricorrenti, a volte fin troppo statici: la carta da parati moderna è ben diversa.

E’ una tappezzeria che rispecchia il design contemporaneo degli arredi, si adatta a qualsiasi ambiente, veste le pareti con originalità e una raffinatezza quasi sartoriale. La gamma di immagini fra cui scegliere è ampia e versatile, le rappresentazioni naturalistiche sono affiancate da riproduzioni di quadri celebri, da scenari urbani o comunque “rubati” alla quotidianità, da soggetti che riconducono a film e fumetti. E, spesso, la stilizzazione la fa da padrone. I pattern geometrici vengono ancora proposti, ma non hanno nulla a che vedere con quelli di una volta; sono più eleganti, elaborati, a tratti imprevedibili e ipnotici. Si sta facendo strada anche un nuovo romanticismo, che si traduce in paesaggi onirici e nella riproduzione di luoghi (così come di animali) esotici. Da qualche tempo le aziende specializzate nel settore propongono con successo anche le gigantografie, raffiguranti soprattutto paesaggi e in alcuni casi impreziosite da dettagli artigianali o rese più particolari dall’aggiunta di elementi pop. La carta da parati, così, diventa un vero e proprio elemento di arredo che trasforma gli spazi e permette di personalizzarli. Il “segreto” di tale versatilità sta nella stampa digitale, che offre possibilità pressoché infinite. Ci sono anche realtà produttive che realizzano carte da parati sulla base di fotografie, bozzetti e illustrazioni fornite dai clienti stessi: il lavoro è rapido, l’attesa di rado supera le tre settimane. E da qualche tempo è entrata in scena anche la carta da parati 3D, ancora più suggestiva, molto utilizzata nella cameretta dei bambini e dei ragazzi ma adatta a qualsiasi stanza. Dona maggiore profondità agli ambienti grazie all’effetto tridimensionale e, complici grafiche elaborate e di design, costituisce un notevole valore aggiunto in termini di estetica.

Un altro pregio della carta da parati moderna è la facilità di posa. Oggi si impiegano infatti materiali lavabili, in primis il TNT (tessuto non tessuto) e il vinile, che fanno risparmiare fatica e sono sia resistenti che impermeabili; di conseguenza la carta può essere utilizzata anche nelle zone della casa in cui è presente l’umidità, quali il bagno e la cucina. E proprio a proposito della posa, utile sottolineare che non si usa più decorare tutte le pareti ma una soltanto o al massimo due: è anche un modo per mettere in risalto precisi dettagli strutturali o determinati mobili. La carta da parati, ad esempio, può sostituire la testiera del letto o mimetizzare un armadio a muro. Molto comoda è quella adesiva, alla portata anche degli inesperti. E’ pressoché impossibile sbagliare; basta prendere con cura le misure, rimuovere la pellicola protettiva e far aderire la carta alla parete facendo una leggera pressione. Quando arriva il momento, si rimuove facilità senza lasciare tracce o danneggiare il muro.