Come risparmiare acqua con gli elettrodomestici

Come risparmiare l’acqua

L’acqua è un bene prezioso e da proteggere. Un bene che costa, anche. Risparmiarla e quindi tagliare le bollette, però, non è per nulla difficile. Basta tenere a mente alcuni consigli e avere una serie di piccoli accorgimenti per ottenere risultati veloci e concreti. Cominciamo con il rubinetto: quante volte capita di vederlo gocciolare e lasciarlo così, magari per pigrizia? Ebbene, a causa di un rubinetto che gocciola si sprecano fino a diecimila litri di acqua in un anno; per evitare ciò, basta cambiare la guarnizione, che costa pochi euro. Per quanto riguarda gli elettrodomestici, in cima alla classifica domestica del consumo di acqua troviamo la lavatrice e la lavastoviglie. Una situazione cui si può porre rimedio innanzi tutto leggendo l’etichetta energetica di ciascun apparecchio, che riporta anche il consumo idrico. Fondamentale è anche l’età della macchina: più è datata, più consuma e col tempo il fenomeno diventa parecchio evidente. La spesa lievita. Tra un modello di lavatrice di 7-10 anni fa e uno attuale in classe A, con la stessa capacità pari 5 kg, a pieno carico, la differenza è davvero enorme: il primo richiede circa 100-120 litri di acqua, il secondo resta sotto i 50 litri. Passando alle lavastoviglie, un modello di 7-10 anni fa, in classe A, con una capacità di 13 coperti, a pieno carico richieda circa 40-50 litri di acqua; un modello recente si assesta sotto i 10 litri. La conclusione? Dopo un tot di tempo, è di gran lunga più conveniente acquistare una lavatrice o una lavastoviglie nuova, anche se molti credono il contrario.
Come risparmiare l’acqua


Risparmio acqua

Risparmio acqua Risparmiare acqua con gli elettrodomestici: attenzione anche alle marche. Perché può sembrare strano, ma due diversi apparecchi di pari prestazioni e classe energetica possono essere caratterizzati da un differente consumo d’acqua a fronte di risultati pressoché uguali. Consideriamo per esempio le lavatrici con capacità pari a 7 kg, che sono le più richieste; ebbene, il consumo di acqua varia da 7.400 a 16mila litri. In altre parole, tutto dipende dai brevetti, dalle tecnologie, dalla tipologia di programmi disponibili e dall’eventuale presenza di programmi speciali. Ma veniamo alle altre dritte. Si tenga presente che il detersivo si scioglie difficilmente soprattutto se la temperatura di lavaggio è intorno ai 40°; non bisogna quindi usarne troppo ed è bene seguire scrupolosamente le indicazioni del produttore. I programmi “ecologici” potrebbero richiedere più acqua della norma perché spesso utilizzano meno detersivo e meno energia elettrica. I parametri per un buon risultato sono sempre gli stessi: acqua, temperatura, detersivo e movimenti del cestello. Sacrificando uno o più di questi, la lavatrice deve “accentuare” gli altri. Per quanto riguarda la formazione di calcare, i prodotti specifici sono utili così come è utile installare un piccolo addolcitore. Non serve invece aumentare la temperatura di lavaggio, anzi: il calcare si addensa più velocemente e in maggiori quantità se si superano i 50 °C.

  • Vivere la casa in modo intelligente: risparmiare acqua L’acqua potabile è una fondamentale risorsa per vita dell’essere umano e del pianeta: è importante imparare a risparmiare ogni giorno.Come risparmiare acqua?Con piccoli gesti, rendiamo un impo...
  • Rubinetti a risparmio idrico E' vero, dovremmo tutti acquisire una maggiore consapevolezza degli sprechi quotidiani. Perché per ridurre i consumi idrici ed energetici talvolta bastano dei semplici gesti da far diventare buone abi...
  • capi in lavatrice Stili incrociati, individualità nel vestire, spazio alla creatività: la moda invita il consumatore a diventare “stilista”, a crearsi un guardaroba eclettico, che accosti tessuti delicati e naturali, c...
  • lavabiancheria aeg L'eccellenza tecnica e funzionale che caratterizzano la produzione di AEG lavabiancheria trova la sua massima espressione nella nuova collezione di elettrodomestici Neue Kollektion, caratterizzata da ...


Come non sprecare l’acqua

Come non sprecare l’acqua Risultano sempre più diffusi gli elettrodomestici che possono essere controllate e gestite anche a distanza tramite App gratuite: ciò significa che si tengono d’occhio in tempo reale i consumi di acqua e di elettricità, il che è molto funzionale. Anche perché questi stessi apparecchi consentono di cambiare oppure interrompere rapidamente i programmi. In alcuni casi è pure possibile trasferire il prelievo dell’acqua dall’impianto domestico tradizionale al serbatoio dell’acqua piovana, nella massima sicurezza e con grande precisione. Alcuni produttori di elettrodomestici sono inoltre in grado di aggiornare online o con bluetooth il software degli elettrodomestici del lavaggio per ottenere consistenti risparmi di acqua e elettricità. Un altro fattore da tenere presente è che più l’elettrodomestico costa, quindi è qualitativamente elevato e tecnologicamente evoluto, minore è lo spreco. Tutte le lavatrici e tutte le lavastoviglie di classe A+++ costano un po’ di più ma consumano molto meno rispetto a quelle di classe A (oltre il 30-40%) e un meno di quelle di classe A++. Nel giro di qualche mese la differenza di prezzo potrebbe quindi essere ammortizzata.


Come risparmiare acqua con gli elettrodomestici: Risparmio idrico

Risparmio idrico E’ possibile risparmiare acqua anche se non si intende acquistare un elettrodomestico nuovo. Si consumano cinquemila litri in meno, per esempio, lavando il 90 per cento del bucato in lavatrice ed evitando quindi di procedere manualmente; la lavabiancheria ha consumi piuttosto contenuti se si sceglie il programma a pieno carico. Se la macchina è molto efficiente, inoltre, il carico idrico risulta dimezzato. Ancora, una lavastoviglie in classe A++ e A+++ ha un consumo piuttosto contenuto ed è sufficiente utilizzarla soltanto una volta al giorno. Buona norma è eliminare il prelavaggio, sia per la lavatrice che per la lavastoviglie: i risultati saranno praticamente gli stessi. Per quanto riguarda la taglia, per i single e le coppie risulta inutile acquistare una lavabiancheria da 7 kg.