Come usare il cartongesso in casa

Idee per arredare la casa con il cartongesso

Il cartongesso è un materiale molto utilizzato nel campo dell’edilizia leggera grazie alle sue diverse virtù. Costituito da un “cuore” di gesso di cava racchiuso tra due fogli di cartone molto resistente, costa poco, si applica velocemente e facilmente, resiste alla flessione, possiede ottime proprietà termoacustiche, ignifughe e idrorepellenti.


Il cartongesso rappresenta quindi un’ottima soluzione per arredare la propria casa; nella maggior parte dei casi viene usato per realizzare pareti divisorie (attrezzate e non) e controsoffitti, ma in realtà permette anche di ottenere pratiche ed eleganti librerie (in foto un esempio), mensole, nicchie a vista, scomparti per riporre gli attrezzi del camino, testiere letto, finti pilastri. Elementi, insomma, che consentono di rendere più funzionali e impreziosire gli ambienti domestici.


C’è anche chi ricorre al cartongesso per creare una cantinetta in cui riporre non soltanto le bottiglie ma anche i bicchieri, esponendoli e tenendoli sempre a portata di mano. Il cartongesso è un vero campione di versatilità.

arredare con il cartongesso


Com’è fatto il cartongesso fonoisolante

cartongesso fonoisolante Geogum di Thermak Non tutti lo sanno, ma ci sono varie tipologie di cartongesso: la differenza è data dalle caratteristiche tecniche delle lastre e dagli additivi aggiunti al nucleo centrale in gesso di cava. Come abbiamo spiegato nel paragrafo precedente, il cartongesso (ci riferiamo adesso a quello standard) possiede particolari doti termoacustiche. Esiste, però, una variante che si caratterizza proprio per il grande potere fonoassorbente.


Il cartongesso fonoisolante è finalizzato a migliorare l’isolamento acustico degli ambienti ed è composto da lastre insonorizzanti, che fanno da schermo alle onde sonore, e da materiali fonoassorbenti. Questi ultimi vengono collocati proprio tra le lastre, quindi nell’intercapedine delle pareti; si tratta generalmente di lana di roccia o lana di vetro, polistirene espanso (o poliuretano espanso) oppure sughero.


Il cartongesso fonoisolante viene impiegato per la realizzazione di contropareti, rivestimenti di murature perimetrali e pareti divisorie; i pannelli si incollano direttamente sulle pareti oppure vengono montati su appositi telai. In foto una lastra in cartongesso fonoisolante della Linea Geogum di Thermak.

  • Librerie cartongesso A quanti capita di essere indecisi nello scegliere quale tipologia di libreria collocare in casa, come sceglierla e come strutturarla nel caso di librerie componibili? Sempre: questo perché lo spazio ...
  • Parete attrezzata in cartongesso La progettazione di una parete in cartongesso, è una delle idee più funzionali e pratiche nel campo dell'arredamento moderno. Con la sua realizzazione si può usufruire di molteplici utilità in quanto ...
  • cabina armadio cartongesso Realizzare una cabina armadio in cartongesso è una soluzione che ci permetterà di avere ciò che desideriamo senza alcun compromesso poiché la penseremo e realizzeremo totalmente su misura e in base al...
  • Armadio in cartongesso Se quando giriamo e rigiriamo per trovare l’armadio adatto ci rendiamo conto di non trovare nulla di nostro gusto, che ci soddisfi in forma, dimensione e prezzo, una soluzione valutabile è quella di r...


Realizzare mensole in cartongesso fai da te

mensole in cartongesso

Non è così difficile maneggiare il cartongesso e cimentarsi con la costruzione di elementi di arredo; basta armarsi di pazienza e possedere una buona manualità. Per realizzare delle mensole in cartongesso, ad esempio, bisogna procurarsi i seguenti materiali e strumenti:

  • Pannelli in cartongesso con spessore pari a 2 cm.
  • Profili di alluminio zincato.
  • Un seghetto adatto al taglio del cartongesso.
  • Un seghetto che possa tagliare l’alluminio.
  • Un avvitatore elettrico.
  • Stucco.
  • Viti.
  • Carta vetrata.
  • Pittura.
  • Una matita.
  • Un righello.


La matita e il righello sono necessari per prendere le misure corrette, ma se disponete anche della livella a bolla e di un metro, è ancora meglio. I profili di alluminio zincato servono per creare la struttura portante delle mensole, occorre tagliarli con l’apposito seghetto e assemblarli con le viti. Si procede tagliando i pannelli di cartongesso e utilizzandoli per rivestire lo scheletro di alluminio; importante è fissarli bene, servendosi delle viti e dell’avvitatore.


Arrivati a questo punto, bisogna stuccare. Quando lo stucco è perfettamente asciutto si passa alla carteggiatura e poi si vernicia la mensola con il colore desiderato. L’ultimo step consiste nell’ancorare la mensola alla parete.


Come usare il cartongesso in casa: Quanto costano le pareti divisorie in cartongesso

pareti divisorie in cartongesso Quanto costa far realizzare una parete divisoria in cartongesso? Nella maggior parte dei casi, per la semplice divisione di due ambienti, si utilizza un tramezzo con spessore 12 cm senza particolari doti fonoisolanti, fonoassorbenti e via dicendo. Stiamo quindi parlando di una struttura portante in alluminio su cui vengono applicate delle lastre in cartongesso, per poi procedere con la struccatura.


Una parete in cartongesso standard costa 30-35 euro al metro quadrato. Se invece si desidera una parete divisoria in cartongesso cha garantisca un alto livello di isolamento termico e acustico, la spesa arriva mediamente a 40-45 euro al metro quadrato (perché si devono aggiungere i materiali, ad esempio la lana di roccia). Come si comprende facilmente, la spesa è tutt’altro che eccessiva.