Consigli Divani

I divani rappresentano un complemento d’arredo importante in una casa svolgono, inoltre, importanti funzioni. Il salotto è luogo di accoglienza degli ospiti, di riunione e conversazione per la famiglia, di visione della tv, di lettura, di riposo. Per tutte queste ragioni vi è l’esigenza di orientare i consigli divani verso soluzioni che soddisfano non solo il senso estetico ma anche quello funzionale. Il divano, oggi, oggetto continuo di ricerche e progetti da parte dei design deve rispondere quanto più possibile alle esigenze di una comodità di servizio e di praticità di uso. Grazie alla creatività degli stilisti si trovano in commercio salotti di straordinaria bellezza.

Per non smarrirsi nell’esuberanza dell’offerta è necessario partire preparati con le idee ben chiare senza farsi prendere dall’entusiasmo e fare scelte affrettate, ... continua


Articoli su : Consigli Divani


1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , sottovalutando, magari, o l’effetto cromatico in relazione agli arredi o all’ambiente di inserimento. Consigli divani per scegliere al meglio: nella scelta dei divani lo spazio che si vuole arredare è un elemento importante da valutare soprattutto in relazioni alle proprie esigenze funzionali. In base alle dimensioni della zona conversazione è consigliato scegliere le misure dei divani, le soluzioni sono davvero tante. Si possono prevedere soluzioni "standard" che ottimizzano i posti a sedere, quando si deve arredare ambienti di dimensioni contenute è sempre consigliabile orientarsi nella scelta di divani a due posti o un tre posti ridotti, per gli ambienti stretti e lunghi la soluzione preferibile è costituita dalla composizione ad angolo , oppure si può optare per scelta di due zone conversazione separate. Nel caso in cui lo spazio da arredare è ampio, allora, tra i consigli divani il componibile è senz’altro la soluzione ideale, soluzione più flessibile del divano tradizionale, si caratterizza per gli elementi angolari, necessari raccordi di ogni composizione.

      I consigli divani con il mercato che offre stili di ogni tipo spaziando dallo stile classico a modelli lineari , sono davvero molti in base allo spazio da arredare o intero ambiente si possono scegliere divani fissi , trasformabili, , angolari , componibili. I divani detti fissi, moderna scelta a i classici sofà, si caratterizzano per linee tese e sagomate, le sedute interne dei divani fissi sono sempre in ordine ed sono comode e accentuate da profondità , i braccioli, quando non presenti, sono sostituiti da cuscini di dimensioni molto contenute . I divani trasformabili sono molto simili ai divani tradizionali, sono l’ evoluzione dei divani letto, duttili e versatili si trasformano con pochi gesti secondo le varianti e gli usi . Ci sono i modelli che ribaltando completamente lo schienale si trasformano in un ampio letto matrimoniale, altri, invece, rimuovendo i cuscini della spalliera si ricava un letto singolo. I divani angolari sono soluzioni che hanno bisogno di molto spazio grazie alle dimensioni, sono, però, molto comodi e offrono molti posti a sedere.

      In genere le composizioni sono libere quindi i moduli si possono disporre come meglio soddisfano l’esigenze personali . I divani componibili sono divani anch’essi destinato a grandi spazi possono essere combinati assemblando una sequenza di più sedute modulari che potrebbe continuare anche all’infinito, un elemento angolare costituito da un quadrato di 80 cm di lato fà da raccordo in una composizione tra due pareti ortogonali, completano la composizione la scelta dei terminali, variamente foggiati, disponibili in molte forme e dimensioni, arrotondate, a chaise-longue, pensate per la lettura e il relax totale. L’acquisto di divani è un vero e proprio investimento per il nostro benessere è una scelta che deve unire bellezza, funzionalità, tendenza, comodità e soprattutto resistenza nel tempo, i consigli divani vanno in unica direzione la ricerca della qualità . I divani di qualità vanno scelti senza lasciarsi tentare da imitazioni economiche, difficilmente si trova un buon salotto a buon prezzo, la qualità, purtroppo, costa ma ne vale sempre la pena.

      Il primo passo per controllare la qualità di un divano è controllare che la struttura sia buona, che sia costruita con accorgimenti tecnici e funzionali in grado di contrastare le pressioni di pesi e dei movimenti. Il telaio ad esempio può essere realizzato in legno (faggio, abete, pioppo) o in metallo o in entrambi i materiali combinati insieme. Si deve controllare la seduta che, nella quasi totalità dei casi, è realizzata con un intreccio di cinghie elastiche in grado di sostenere il corpo in modo confortevole, ritornando poi nella posizione originaria senza deformazioni. Altro elemento altrettanto importante da valutare è l’imbottitura, si va da quelle economiche costitute da blocchi di sagomati di poliuretano espanso flessibile solitamente affiancati anche da lamine di ovatta sintetica utile a conferire volume a imbottiture qualitativamente superiori più costose come la piuma d’oca o il lattice.

      Come ultimo aspetto bisogna considerare il rivestimento oggi l’elaborazione continua di materiali e tecnologia propone versioni non solo di tendenza ma di maggiore resistenza e più facile manutenzione. La scelta da fare è tra il tessuto naturale o in fibre miste, pelle e microfibre. I rivestimenti in tessuto i più utilizzati sono: il bouclé caratterizzato da filati con andamento irregolare che danno spessore al tessuto ; la ciniglia, in fibre o naturali o sintetiche, assomiglia alla spugna vellutata;, il chintz è un tessuto molto resistente; lo jacquard è un tessuto operato con effetti in rilievo; il gobelin è un tessuto operato molto pesante ; il velluto è costituito da un pelo morbido; il mano pesca , in cotone o fibre sintetiche, si presenta come velluto sia nell’aspetto che al tatto. Le microfibre si caratterizzano da filati sottilissimi principalmente sintetici sono molto resistenti e di facile manutenzione, la più nota è l’alcantara costituita da poliestere e poliuretano. Il rivestimento in pelle è il più desiderato ma è anche il più costoso , la pelle offre grandi vantaggi di pulizia ma richiede anche molta cura e manutenzione. Esistono vari tipi di pelle la più nota e pregiata detta "pieno fiore" è spessa e morbida, la pelle più è sottile meno costa, ovviamente, anche la morbidezza e la qualità sono inferiori rispetto al pieno "pieno fiore".