Arredamento.it

Arredamento.it

Come ottimizzare lo spazio con la cucina ad angolo

Come ottimizzare lo spazio con la cucina ad angolo

- 10 agosto 2014

Soluzioni per la cucina angolare

Disporre una cucina ad angolo significa potere guadagnare praticità e comfort in termini di rapporto della distanza fra frigo, lavello e piano di cottura. In effetti è possibile sviluppare tra questi elementi una sorta di triangolo, all'interno del quale una persona si può spostare comodamente con tutto l'occorrente a portata di mano, aspetto essenziale nelle cucine moderne. Se il vostro spazio è adatto a questo genere di sviluppo, cercate di progettare le diverse aree funzionali creando dei collegamenti logici al fine di rendere più semplice e pratico lo svolgimento del lavoro. In caso di una cucina ad angolo sono davvero molte le varianti possibili rispetto invece ad una cucina lineare. per una questione di praticità vi sconsigliamo di collocare nell'angolo il lavello o la zona cottura. In foto: Cucina ad angolo Alea di Varenna, Poliform.

Sfruttare gli spazi e l'interno dei mobili cucina

Funzionali e iper accessoriate, le cucine moderne sono sempre più curate nei dettagli, per essere più confortevoli e far sì che lo spazio venga del tutto sfruttato. Nelle strutture a “elle”, il raggiungimento del vano angolare, spesso difficoltoso da gestire poichè profondo e inaccessibile, viene agevolato con soluzioni dedicate. Per le basi della cucina ad angolo le aziende produttrici studiano soluzioni ergonomiche e innovative, che permettono di usufruire al meglio degli spazi interni ai mobili con ante rientranti o cesti e vassoi girevoli ed estraibili. Se invece i ripiani del mobile angolare sono fissi, è consigliabile ricorrere ad ante a battente che possano aprirsi completamente, in modo da poter accedere con facilità all'interno del mobile. in foto: ripiani rotanti estraibili Fly Moon della collezione accessori AC01 di Rossana.

Elettrodomestici nella cucina ad angolo

Per salvare spazio, anche la superficie del top della cucina può essere perfezionata con piani cottura angolari, la cui particolare sagomatura permette maggior agio durante la cottura degli alimenti, specie quando si usano simultaneamente i quattro o cinque fuochi. Alla zona ad angolo, essendo quella maggiormente sottoposta ad infiltrazione da parte di acqua o alti liquidi,è preferibile destinare il piano cottura piuttosto che il lavello. Tante le soluzioni offerte dalle aziende produttrici: il piano cottura, a quattro o a cinque fuochi, può essere sagomato angolare, oppure lo si può comporre con una serie di elementi singoli a 90°. Al piano cottura angolare si abbina la cappa, anch'essa angolare, dotata di pari estetica e tecnologia dei modelli tradizionali. Tra i primi produttori di piani cottura e cappe ad angolo c'è stata Franke. Oggi sono molte le aziende che propongono soluzioni adatte alla cucina ad angolo, tra cui Foster, Barazza, Teka. In foto: piano cottura angolare Neptune di Franke

Sfoglia i cataloghi: