Pagina 2 di 3

MessaggioInviato: 08/11/05 14:32
da kele
La cucina la devo comprare (in base alla qualita adeguata alle mia esigenza (altina) e al prezzo più contenuto possibile), non stilare una classifica sull'azienda che fa più ricerca, innovazione, ecc...

MessaggioInviato: 08/11/05 17:27
da Laconico
kele ha scritto:La cucina la devo comprare (in base alla qualita adeguata alle mia esigenza (altina) e al prezzo più contenuto possibile), non stilare una classifica sull'azienda che fa più ricerca, innovazione, ecc...


Infatti. Vai tranquillo su Modulnova.

MessaggioInviato: 09/11/05 9:24
da kele
Novità.
ieri sera mi hanno fatto altri 2 preventivi che mi hanno fatto venire nuovi dubbi:
- Scavolini (Play): 9.200€ (Rovere, dogata, piano in quarzo, elettrodomestici Whirpool)
- Val Cucine: 12.800 (Rovere, incisa, piano in quarzo, elettrodomestici Whirpool)
- Val Cucine: 10.800 (Rovere, anta liscia, piano in quarzo, elettrodomestici Whirpool);

I vari componenti sono uguali agli altri preventivi.
Il rivenditore riesce a farmi questo prezzo per un'eccezionale offerta.
Quindi a parità di prezzo Modulnova e Valcucine; questo scardina i miei precedenti orientamenti. Cosa ne dite?

MessaggioInviato: 09/11/05 9:47
da Aysia
Secondo me Scavolini non la puoi paragonare a Valcucine, sono due prodotti diversi concettualmente.
Certo sei anche tu in un bel casino.
Chiudi gli occhi, pensa senza vedere veramente il prezzo, quale'è la cucina che di renderebbe felice e, vai avanti con quella.
Se ...... ma proprio per caso ...... è quella che costa di più, fai delle altre piccone rinunce ...... in fondo si tratta di una scelta molto importante.

MessaggioInviato: 09/11/05 10:07
da kele
Sì, la Scavolini era bocciata già in partenza, poi il prezzo ha fatto il resto (secondo me elevato per quel tipo di cucina). I dubbi erano:
- la Modulnova ci piaceva molto, inoltre il rivenditore merita.
- la Valcucina verrebbe allo stesso prezzo (forse un po' meno), come estetica forse ci convince meno, ma è da considerare che la qualità che accompagna il suo Nome è celebre (anche in questo forum) e ci fa venire dei dubbi...

MessaggioInviato: 09/11/05 10:44
da Aysia
La qualità di Valcucine nessuno la mette in dubbio. Però dovresti fare anche alcune considerazioni.
Perchè se contasse solo la qualità le varie Ven...te Berl...i ecc. ecc. non venderebbero un bel nulla.
Sicuramente in Valcucine hanno fatto delle ricerche sui materiali hanno proposto soluzioni valide, ma non con questo altre aziende sono state a guardare.
Anche le altre adottano materiali e tecniche valide di costruzione.

Quindi, secondo me, se preferisci la Modulnova, non avere dubbi, oltre che la funzionalità del prodotto molto spesso anche il nostro senso estetico gioca un ruolo molto importante nelle nostre scelte.
Oltre il primo della classe ci sono varie comprimari che forse, proprio perchè non sela tirano, sono più validi.

MessaggioInviato: 09/11/05 11:30
da rcanova
aldilà che i vari "esperti" / rivenditori di questo forum andranno prontamente a smentire..... i credo che in questi ultimi due mesi dell'anno ci siano le migliori condizioni contrattuali dal lato di chi acquista. Perchè? Semplice: il rivenditore che, arrivato a Settembre/Ottobre verifica che i propri conti.... non sono tali da conseguire un bilancio in positivo, o che non ha ancora raggiunto la quota minima di rivendita nei confronti dei vari produttori ....... è come dire .... maggiormente disposto a promozioni sconti ... ect ect .... pur di incrementare il proprio fatturato..... E' così nella generalità dei settori merceologici e sarei meravigliato che il mondo dell'arredo ne andasse in deroga.

..... quindi ... non meravigliatevi ... se alcune certezze ... basate sui listini.... decadono nei mesi di Novembre e Dicembre ......

MessaggioInviato: 09/11/05 11:32
da rcanova
... fossi in voi... tornerei dal rivenditore Modulnova.... cui andrei a dire.... (detta alla milanese.....): "Ehi ciccio ...... guarda che Valcucine mi ha fatto il tuo stesso prezzo..... sa femm"?

Tentare non costa nulla.... potrebbero esserci piacevoli sorprese....

MessaggioInviato: 09/11/05 12:57
da maestro
Il settore dell'arredamento "deroga".

Non ho tempo di spiegare perchè...comunque anche in questo è un settore atipico.

Non vedo perchè dovrei scontare di più a novembre/dicembre che non a gennaio.

MessaggioInviato: 09/11/05 13:06
da xxxxrobybis
dipende dal tuo gusto .. da quella che ti piace di piu come stile e come estetica ...

MessaggioInviato: 09/11/05 13:11
da Cla'
kele ha scritto:I dubbi erano:
- la Modulnova ci piaceva molto, inoltre il rivenditore merita.
- la Valcucina verrebbe allo stesso prezzo (forse un po' meno), come estetica forse ci convince meno, ma è da considerare che la qualità che accompagna il suo Nome è celebre (anche in questo forum) e ci fa venire dei dubbi...


Il fatto che la Valcucine come estetica non ti convinca non mi pare un dettaglio da sottovalutare: sarà anche celebre nel forum, ma poi quella cucina sarai tu a trovartela tutti i giorni sotto agli occhi, non il Forum!:wink:
Se la Modulnova vi piaceva molto e soprattutto se dici che il rivenditore merita... non pensarci due volte!! :wink:

MessaggioInviato: 09/11/05 13:16
da kele
Velocemente vi illustro come mi ha giustificato lo sconto aggiuntivo:
la cucina (Val Cucine, rovere, anta liscia) di listino costa 15.090€.
Di principio porta a 12.500€.
E visto che il prossimo anno cambiano le cucine in mostra (dice che era una vita che non lo facevano, e che si ingrandiscono... bla, bla, bla...nuovi spazzi espositivi..ecc...), hanno fatto un accordo eccezzionale con i marchi di poter scontare di più, e arriva a 10.800€.
Lasciando spazio che il giorno che andiamo a definire tutto nei minimi particolari può limare qualcosa.
Tutto questo se la "prenoto" entro fine anno. Un impegno che svincola la possibilità nei mesi successivi, prima dell'acquisto vero e proprio, di cambiare qualsiasi componente, struttura e materiale.

A questo punto tutte e due le tesi sono possibili.

In realtà il mio dubbio su Val Cucine e Modulnova s'infittisce se si considera che il primo mi dà: assicurazione a vita e finanziamento a tasso zero per 12 mesi.



ps. per "rcanova": delucidami: " ...sa femm"

MessaggioInviato: 09/11/05 13:24
da xxxxrobybis
scusa ma tu prenderesti la composizione valcucine presente in esposizione ? altrimenti non si giustifica il prezzo ....

le garanzie che da valcucine sono molteplici oltre al fatto che hannola possibilità didare alcune marche di elettrodomestici veramente a poco prezzo -....

ma ti lascia qeul prezzo li anceh se cambi composizione /materiale :shock:

MessaggioInviato: 09/11/05 13:26
da AlexB
ps. per "rcanova": delucidami: " ...sa femm"

+ che milanese pare + verso la brianza...un po + pesante del "se fem ?" milanese vero e proprio... :D

Cmq vuol dire : "Cosa facciamo?"

MessaggioInviato: 09/11/05 13:27
da rcanova
:-) "sa femm" ... vuol dire... "cosa facciamo?" ... nei termini in cui... torni dal rivenditore Modulnova ...e ... papale papale... gli dici che Valcucine ti ha proposto, per la stessa configurazione x$..... poi vedi le reazioni.... se questo non ti dice nulla..... ha deciso lui per te.... vale a dire... vai da Valcucine .... se invece sente il timore di perdere l'ordine.... vedrai che qualcosa in più arriverà a fare. Può non essere "simpatico" porsi in questi termini .... ma visto che quello con cui si paga .... sono "soldi buoni" frutto del lavoro di ciascuno di noi.... non vedo perchè perlomeno non provarci.

In ogni caso... quando avverti formule del tipo... "entro la fine dell'anno" .... nonostante quello che dichiara Maestro.... (che gode della mia massima stima e che credo stia lavorando veramente bene ed in maniera professionale) .... dietro probabilmente ci sta "l'ansia" del distributore nel fare dei "numeri" nei confronti del produttore. Un'azienda serai ... che produce .... non da i propri distributori a "chiunque".... Il distributore deve dimostrare, a fronte degli sconti e dei margini ottenuti, di essere in grado di fare determinate quote, generalmente scadenziate entro la fine dell'anno. Se il distributore vuole mantenere o migliorare determinate condizioni economiche nei confronti del produttore, può anche essere disposto a rinunciare a parte dei guadagni nel corso degli ultimi mesi dell'anno. Questo mancato guadagno è di fatto un investimento che gli consente, o di mantenere un determinato marchio in vendita, o di avere maggiore profittabilità sugli affari definiti nel corso dell'anno successivo.