Pagina 2 di 45

MessaggioInviato: 03/12/09 13:51
da menchy
piccolissima ha scritto:
menchy ha scritto:Intoppi per quanto riguarda il dentifricio. Non so come risolvere (spendere più di 5 euro per un tubo...uhmmmm mi pesa parecchio, comincerò a masticare foglie di menta! :lol: ).



io ho comicniato a usare quello di antica erboristeria
non è verde al 100% ma è meglio di altri
ad acqua e sapone lo trovo spesso in offerta a 1 euro



su scts ho visto la composizione e non è delle migliori.
però aspetta forse quello che uso io (te pareva :lol: ) eucalipto e qualcosaltro.
mentre un altro non era malaccio, vero!

MessaggioInviato: 03/12/09 13:53
da loremir77
Federinik ha scritto:Io credo che la svolta eco-bio non sia necessariamente utilizzare materie diverse, cosiddette ecobio... sia perche' queste spesso non sono cosi ecologiche come vorrebebro farti credere, sia perche' i materiali ecobio sono comunque una piccola parte di tutto lo "scarto" che produciamo.

Credo che il minor impatto si realizzi sopratutto con uno stile piu' sobrio.
Non mi lavo con litri di shampoo, ma con una goccina, che tanto non vado in miniera e non devo scrostare chissa' che vonciume.

Idem pavimenti e pulizia casa, posso anche usare il lysoform, ma una bottiglia mi deve durare 1 anno e mezzo, ben diluita. Tanto pulisce lo stesso.

Riutilizzare la materia finche' non e' distrutta... lavo i sacchetti da freezer, riutilizzo la stagnola se non e' sporca, i vestiti vecchi li uso per pulire la casa, per il pattume generico riutilizzo gli shopper dei negozi (conosco gente che compra i sacchettini per la spazzatura... mah!).

Cerco di non buttare cose che sono ancora in buono stato solo per il gusto dello shopping di cose nuove.

Vorrei ridurre ancora di piu' il consumo di plastica, pero'. Prendo il latte al distributore con la bottiglia in vetro lavabile e bevo l'acqua del Sindaco. Pero' che cavolo... se compro una mozzarella o due tortellini, mi ritrovo a buttare un quintale di plastica... mica tutto posso fare in casa.



io uso lo shampoo annacquato.. :lol:
tra l'insapamento e la sciacquatura chiudo l'acqua.
quando mi lavo i denti apro il rubinetto solo per ammollare lo spazzolino e per sciacquarmi la bocca..
uso pochissimo detersivo e ammorbidente.. che i panni che uno lava non sono mai sudici.. magari l'hai portati per qualche giorno.. ma hanno solo bisogno di esser rinfrescati.
per la spesa abbiamo preso i bustoni riutilizzabili così prendiamo meno buste di plastica.. quelle che abbiamo le riutilizziamo per il sudicio. :wink:
(quella della coop comunque da qualche mese sono biodegradabili)
in casa abbiamo lampade a risparmio energetico..
se devo riporre la spesa in frigo la divido prima per comparti... tutto quello che va in frigo.. impilo lo roba tutta insieme e solo dopo la posizione all'interno.. così lo apro il meno possibile.

faccio scrupolosamente la raccolta differenziata.
:wink:

ed anche io utilizzo pochissimi detersivi per pavimenti.. ho ancora una bottiglia che ho comprato l'anno scorso! :wink:
anche perchè a volte basterebbe la sola acqua per pulire..

MessaggioInviato: 03/12/09 13:53
da piccolissima
boo ha scritto:Un'altra premessa secondo me doverosa.

La svolta eco-bio non deve essere intesa intrinsecamente come più costosa, poiché la natura e gli elementi semplici ci offrono già tutto quello di cui abbiamo bisogno. Basta capire, appunto, ciò di cui abbiamo bisogno :D

È un ritorno alle origini per me, lontano da ciò che il comunismo ci ha fatto credere come indispensabile, e vicino alla nostra "vera natura".


parole sante :D

mi hai fatto venire in mente il mio primo esperimento di decrescita...
lo yogurt fatto in casa...
ho un pò cannato, nel senso che ho comrpato la non indispensabile macchinetta... però è veramente comoda :roll:
da mesi ormai non butto più il barattolino quotidiano di plastica, ma mangio lo yogurt fatto da me con latte biologico, addolcto con miele...
Per me funziona meglio di Fibresse :wink: forse perchè io fermenti sono più vivi... boh

MessaggioInviato: 03/12/09 13:53
da menchy
boo ha scritto:
menchy ha scritto:Sono daccordo con quanto scrivi, però almeno per me la ricotta bio certificata dell'azienda agricola dietro casa, mi costa di più e non poco di quella del super (è un esempio ma ne potrei fare quasi per ogni cosa).
Io la capra per farmela da sola ancora non ce l'ho, però leggerò davvero con interesse crescente questo 3d per cercare soluzioni anche a questo inconveniente. :D


Innegabile.
Ma se la svolta eco/bio è OLISTICA, quindi se in essa comprendiamo anche la tua salute, ti dico che, ad esempio, dei latticini non è che hai così bisogno :wink:



però mi piacciono, così come molte altre cose, e non vorrei rinunciarvi. :wink:
la ricotta era un esempio perchè ne ho unce stino in frigo che mi aspetta da un pò e solo per quanto l'ho pagata l'avrei dovuta consumare già da un pò. intendevo anche le materie prime... le varie bio costano molto di più di quelle "normali".

MessaggioInviato: 03/12/09 13:54
da loremir77
il dentifricio io uso l'elmex verde.. costa un pò di +.. 3,20 euro mi pare.

MessaggioInviato: 03/12/09 13:58
da piccolissima
IO ho iniziato la lotta alle confezioni di plastica da quando ho messo nel mio stretto retrocucina le scarpere in plastica tipo
Immagine
per fare la raccolta differenziata
va da se che non ci va molta roba

non compro quasi mai i tortellini in scatola, o la carne in vaschetta...
cerco se posso di comrpare al banco dove al massimo ti mettono la roba in busta

MessaggioInviato: 03/12/09 14:00
da piccolissima
menchy ha scritto:
piccolissima ha scritto:
menchy ha scritto:Intoppi per quanto riguarda il dentifricio. Non so come risolvere (spendere più di 5 euro per un tubo...uhmmmm mi pesa parecchio, comincerò a masticare foglie di menta! :lol: ).



io ho comicniato a usare quello di antica erboristeria
non è verde al 100% ma è meglio di altri
ad acqua e sapone lo trovo spesso in offerta a 1 euro



su scts ho visto la composizione e non è delle migliori.
però aspetta forse quello che uso io (te pareva :lol: ) eucalipto e qualcosaltro.
mentre un altro non era malaccio, vero!


http://forum.saicosatispalmi.org/viewtopic.php?t=4093
non è il massimo, ma io usavo mooolto di peggio
che poi mio marito vuole il dentifriio sbiancante a tutti i costi, e dunque... ;)

MessaggioInviato: 03/12/09 14:00
da loremir77
ma sotto al lavello non avevi tutto l'ambaradan per la raccolta differenziata?

per me è stato una manna quello spazio lì.. visto che ho il ripostiglio al piano superiore. :evil:

MessaggioInviato: 03/12/09 14:03
da boo
Federinik ha scritto:
boo ha scritto:È un ritorno alle origini per me, lontano da ciò che il comunismo ci ha fatto credere come indispensabile, e vicino alla nostra "vera natura".


:shock: :shock: :shock:

forse era il consumismo?


ups.

MessaggioInviato: 03/12/09 14:04
da piccolissima
Ah, dove dirlo se non qui! :lol:

Ogig pomeriggio ri-vado all'assanto del negozio fisico SCTS, un pò per i regali di natale, un pò per me 8)
penso che comprerò:
- la lozione dopo shampoo di alchimia natura
- sample di corrttore, blush e forse ombretti 8)
- forse un eyeliner
- la mooncup :evil: ma la misura?? aiuto :roll:
- stik labbra colorato

edit: ovviamente questa è la lista per me

MessaggioInviato: 03/12/09 14:06
da piccolissima
loremir77 ha scritto:ma sotto al lavello non avevi tutto l'ambaradan per la raccolta differenziata?

per me è stato una manna quello spazio lì.. visto che ho il ripostiglio al piano superiore. :evil:


no, sotto al lavello tengo umido e indifferenziato, uno a dx e uno a sx, attaccati agli sportelli
nel retro carta + plastica e vetro

MessaggioInviato: 03/12/09 15:08
da Federinik
La mooncup misura piccola, l'altra e' per chi ha partorito!
Che bello, non sai come ti invidio che conosci la Barbara di persona... io con lei ho una lunga amicizia forumistica ma non l'ho mai incontrata.
Magari salutamela :wink:

MessaggioInviato: 03/12/09 15:20
da piccolissima
Federinik ha scritto:La mooncup misura piccola, l'altra e' per chi ha partorito!
Che bello, non sai come ti invidio che conosci la Barbara di persona... io con lei ho una lunga amicizia forumistica ma non l'ho mai incontrata.
Magari salutamela :wink:


ma certo, chi le devo dire?
federinik? ;)
si la misura grande della mooncup è per chi ha partorito, ma anche per chi ha più di 30 anni
anche se io cmq sono piccola di costituzione, non sono certo un femminone :roll:

MessaggioInviato: 03/12/09 15:40
da stefania_b
bel topic picco :wink:
Io sposo in pieno la filosofia di fede&lore e cerco di abbassare/cambiare i miei consumi, ma come menchy sono golosa/egoista e ad alcune cose non riesco a rinunciare (makeup non ecobio in primis :roll: )

MessaggioInviato: 03/12/09 15:44
da kimikalli
http://www.repubblica.it/2009/06/sezion ... clima.html

L'indagine-denuncia del New Scientist punta il dito sui "cinque eco-crimini che commettiamo ogni giorno".

A partire dal risveglio e dalla nostra abitudine più sacra, il caffè. Se si calcola l'energia consumata per coltivarlo, raccoglierlo, trasportarlo dai paesi tropicali, infine azionare la macchina del bar, sei tazzine di espresso al giorno - una dose non rara per l'italiano medio - in un anno generano 175 kg di CO2, cioè quanto un volo Roma-Londra. Un espresso in meno al giorno è già un micro-risparmio del 16%. Poi si passa alla toilette. Anche qui un modesto cambiamento di abitudini può fare una differenza enorme. Ogni kg di rotoloni fatti con carta igienica "riciclata al 100%", riduce di 30 litri il consumo di acqua e di 3 kilowattora quello di elettricità.

Terzo eco-crimine: la moda usa-e-getta, i capricci dello stile che riempiono i nostri guardaroba di abiti indossati per una stagione. Negli ultimi 15 anni la produzione mondiale di tessile-abbigliamento è balzata da 40 a 60 milioni di tonnellate, ma un milione di tonnellate di vestiti semi-nuovi finiscono nella spazzatura ogni anno.

Quarto delitto ambientale, l'ossessione per la pulizia. In Inghilterra è stato calcolato che solo il 7,5% degli indumenti messi in lavatrice sono davvero sporchi. Una famiglia media che manda quattro o cinque lavatrici a settimana crea più di mezza tonnellata di CO2, una bella fetta dell'emissione media del cittadino europeo (10 milioni).

Al quinto posto arriva lo scandalo del cibo buttato via. Questo eco-crimine è moralmente ripugnante. Ma è anche il più diffuso. La famiglia americana media getta via il 30% degli alimenti che ha comprato al supermercato, 48 miliardi di dollari finiscono nella spazzatura ogni anno. Solo il latte fresco buttato via in Inghilterra, per essere prodotto ha creato altrettante emissioni CO2 di 10.000 automobili.

Questo riassunto dei nostri eco-crimini conferma che Copenaghen comincia in casa nostra ogni mattina. È questa consapevolezza che in California ispira un vasto movimento per cambiare le abitudini quotidiane. Vi contribuiscono piccole comunità locali e grandi organizzazioni ambientaliste, capitalisti illuminati e il mondo della scienza.
_________________