Pagina 3 di 3

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 19/10/18 11:09
da portamania
Grazie Olabarch per il suo intervento.
Sono pienamente d'accordo su cio' che dice circa "l'involuzione" del mercato che genera fenomeni perversi a volte sia dal lato compratore che dal lato venditore.
Quindi proprio per questo noi comprendiamo anche le remore ad acquistare a distanza da parte di chi si avvicina alla nostra azienda o altra, per cui il nostro approccio è sempre volto a facilitare il rapporto ed a rassicurare il cliente, il piu' che si possa, sia prima che dopo la vendita. Insomma, cerchiamo di annullare le distanze chilometriche con una maggiore vicinanza in termini di assistenza, spesso carente anche se si acquista sotto casa. Spesso dico che la serietà non si misura in chilometri, ma capisco anche che i dubbi restino.
Chiaramente questo approccio non significa bere tutto cio' che ti passano. E poi credo che esser chiari nei preventivi che preferiamo fare molto dettagliati (ed anche il nostro sito è il massimo in termini di dettaglio e trasparenza, si puo' sicumramente migliorare ma è davvero ricchissimo in questi termini) e nelle regole alla base del rapporto commerciale, faciliti tantissimo la risoluzione di problematiche del post vendita.
Noi conosciamo i nostri clienti per nome non per numero di codice. Il rapporto è molto personale e personalizzato con loro.

Abbiamo il piacere di aver instaurato delle belle conoscenze ed in alcuni casi anche amicizie, con diversi clienti, anche a distanza di tantissimi chilometri.

Purtroppo pero' anche noi come venditori viviamo problematiche legate a furberie di ogni sorta: dai bonifici fatti e poi annullati dopo due ore che in genere si accompagana con la richiesta di consegna urgente delle porte, dalle richieste di materiale mancante nei bancali (in genere... coprifili, perchè spesso si sbaglia a tagliare quindi sono in pochi ad ammetterlo e si tenta la via dell'ammanco), ... insomma riscontriamo di tutto anche dal nostro punto di vista. Per cui a distanza di anni inizi a fare un pò delle statistiche e capisci che "il caso coprifili mancanti" se è un pò troppo ricorrente non è possibile che sia da imputare a errori di conteggio interno. Oltretutto sono costi irrisori, pero' anche per 10 Euro a volte si prova a fare i furbetti. Per noi 10 euro moltiplicati per 100 pezzi fa 1000 Euro ... che proprio pochi non sono...
Per cui siamo costretti da un po' di tempo, oltre a rifare la conta due volte, anche a fotografare la merce bancalizzata prima che il bancale venga sigillato, per poter fare la conta qualora qualcuno reclama qualcosa. Cs' si riscontra subito e non si rimane con il dubbio.
Posso garantire che su 5 casi di fatto uno è quello che corrisponde al vero.
Ed apprezziamo tanto quando un cliente onestamente ammette che l'installatore nel tagliare ha fatto un errore. Provvediamo senza problemi a mandare il materiale senza alcun addebito, certo nei limiti di un importo congruo accettabile di costo. E' chiaro che se ci chiedono 5 coprifili inizia ad essere un pò piu' impegnativo, ma sicuramente andiamo a mero recupero costo, non stiamo certo li a dover giadagnare su 5 coprifili. E cio' si fa spesso e volentieri perchè purtroppo durante l'installazione puo' accadere di fare qualche errore.

Bene sSignori, lascio la discussione altrimenti vi annoio.
Se il nostro cliente vuole replicare o magari rleggendo quanto scritto voglia ravvedersi, accettiamo di buon grado le scuse. Preferiamo sempre le vie brevi piuttosto che le lungaggini di altre sedi. Ma ahime', ci sono casi, in cui proprio non se ne puo' fare a meno. E la difesa di un azienda seria...è cosa seria.
Saluti.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 04/11/18 0:54
da Inter69
SCUSE ? ma siamo impazziti.
misure di 2 telai su 6 sbagliati dal fornitore, colori sbagliati dei coprifili pagati per la seconda volta : 10 coprifili al prezzo più che politico di 200 € che fa 20 € a profilo , raccomandata non ricevute...
( la raccomandata è arrivata il 26.07.2018 e credo che comunque almeno un responsabile debba verificare la posta
magari una volta durante il periodo di ferie se le stesse si protraggono per più di un mese ) .
TUTTO NASCE DA UN ERRORE FATTO DAL FORNITORE, purtroppo i "ritardi" nel segnalare il problema è chiaro che ci possono essere in quanto come tutti ben sapranno quando siamo nel bel mezzo di una ristrutturazione completa spesso merce delicata come quella delle porte interne viene "scartata" solo al momento dell' istallazione.... che sarà mai aver segnalato il difetto dopo due mesi dalla consegna ... sono tempi tecnici dei cantieri e del fatto che il proprietario non abita nel luogo della ristrutturazione e quindi non ha modo di verificare immediatamente le cose che non vanno.

Forse invece di scrivere e descrivere tanti particolari bastava fare un quiz :
- 1° chi ha sbagliato le misure dei due telai ?
- 2° chi ha sbagliato i colori dei telai e dei coprifili inviati in sostituzione di quelli sbagliati la prima volta ?
- 4° chi ha risposto alla mia mail del 09.07.2018 in cui riepilogavo le mancanze facendo presente che anche gli ultimi coprifili erano di un colore diverso dall' ordine originale "Leggo e provvedo a far effettuare le dovute verifiche. Provvedero' a riscontrare entro domani.
Saluti cordiali."
........e poi NON HA IVIATO PIU' NESSUNA RISPOSTA .

- 4° chi non ha risposto alla raccomandata , questo il traking :
21/07/2018 11.03 Presa in carico da Ufficio Postale Ufficio Postale LIVORNO 8 in CORSO AMEDEO 213
21/07/2018 12.50 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale LIVORNO LI
24/07/2018 14.35 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale SESTO FIORENTINO FI
25/07/2018 22.24 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale BARI BA
26/07/2018 05.47 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale BRINDISI BR
26/07/2018 12.14 In consegna BRINDISI BR
26/07/2018 19.07 In transito dal Centro Operativo Postale verso Sportello Inesitate BRINDISI BR
27/07/2018 11.47 Disponibile per il ritiro presso l'Ufficio Postale a partire dal 28/07/18 . Ufficio Postale BRINDISI 4 in VIALE COMMENDA 75.
27/07/2018 12.06 In lavorazione presso l'ufficio Postale Ufficio Postale BRINDISI 4 in VIALE COMMENDA 75
28/08/2018 08.34 In lavorazione presso l'ufficio Postale Ufficio Postale BRINDISI 4 in VIALE COMMENDA 75
28/08/2018 19.18 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale BARI BA
29/08/2018 12.01 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale SESTO FIORENTINO FI
30/08/2018 16.29 In consegna LIVORNO LI
30/08/2018 20.07 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale LIVORNO LI
31/08/2018 12.49 Disponibile per il ritiro presso il Centro Operativo Postale a partire dal 01/09/18 . Centro Operativo Postale LIVORNO 10 in VIA GIOVANNI MARRADI 154.
31/08/2018 13.00 In lavorazione presso il Centro Operativo Postale LIVORNO LI
01/09/2018 11.52 Restituita al mittente Ufficio Postale LIVORNO 10 in VIA GIOVANNI MARRADI 154

Per mia fortuna ho già archiviato la spiacevole disavventura, di scuse non ne devo a nessuno.
da parte mia credo che visto gli errori fatti dal venditore lo stesso a titolo di risarcimento mi dovesse ( come minimo ) rimborsare il costo dei 2 telai e dei coprifili necessari per rimontare le due porte. A quanto pare non è così e di questo me ne rammarico soprattutto per quelli a cui in futuro capiterà una cosa simile a quella che è capitata a me.
Buona fortuna

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 04/11/18 10:16
da portamania
Ultima replica. Continuare ad ostimarsi a dire cose non corrette e ingrate e' proprio il non plus ultra della sfacciataggine.

Ha postato il tracking che dimostra l'arrivo della raccomandata a fine luglio quando eravamo prossimi alla chiusura. Che cosa mi sta a significare...
Ma la smetta che fa piu' figura.
Chi ci legge e sa leggere sara' in grado di capire la questione.
Buona fortuna a lei che ne ha proprio bisogno visto che ha litigato con l'impresa, con il direttore lavori, con noi... a questo punto mi viene qualche dubbio... e allora questo mi aiuta a perdonarla.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 04/11/18 12:16
da Olabarch
giusto per capire.....

chi ha preso le misure dei telai?
cosa c'è scritto sull'ordine?

Quanto alla racc nulla di strano: tutta Italia sa che in agosto, cadesse il mondo, nessuno lavora!

Quanto al colore differente dei telai: è visibile ad occhio anche attraverso il monitor.
Però sarebbe meglio verificare di persona.

Quanto ai coprifili: cosa si intende? Sono le mostre del telaio oppure dei listelli minimi che vanno a fianco allo spessore dei telai per nascondere le imperfezioni del muro?

Per ultimo: tutto ciò denota l'assenza di un DL che, appena riceve i materiali in cantiere provvede al controllo.
In questo caso Inter69 le ha ricevute ma nessuno le ha controllate fino al momento dell'installazione: di ciò, ovviamente, l'azienda non ha alcuna responsabilità.
per dire: Le porte sarebbero anche potute esser montate immediatamente ed i difetti apparire dopo un danneggiamento involontario da parte degli operai.
E' per questo motivo che ci sono 8 giorni di tempo per contestare la merce!

E dopo due mesi è difficile - anche se non impossibile- che un'azienda decida di sostituire alcuni pezzi/prodotti difettati.
Attenzione: non sto parlando di non corrispondenti all'ordine!
Sto parlando di veri e propri difetti del materiale.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 04/11/18 21:14
da Inter69
Forse non sono stato chiaro , le misure dei telai ovviamente le ha prese il DL e le riportate sulla scheda dell' ordine (fornita dal fornitore ).Le misure prese e i dati riportati sull' ordine sono sempre stati corretti.
Ho ordinato telai da 10, come correttamente riportato sulla scheda dell' ordine e mi sono arrivati telai da 15 cm.
Nessuno ha richiesto variazioni rispetto all' ordine firmato e timbrato dalla ditta che eseguiva i lavori di ristrutturazione.
Quanto alle ferie , complimenti alla ditta che si può permettere 40 gg di ferie consecutivi senza controllare la corrispondenza.
Quanto al colore , non c' è bisogno di controllare in quanto sempre sull' ordine firmato con tanto di timbro della ditta esecutrice dei lavori c' è riportato come colore delle porte il RAL 9010 mentre sia i telai gentilmente cambiati dalla ditta Portamania che i coprifili acquistati al prezzo politico di 200 € sono arrivati con il colore RAL 9003.
Non credo che la DL abbia nessuna colpa se non quella di aver segnalato il difetto della fornitura con ritardo, ma che cambia, se uno sbaglia e gli viene detto entro 8 gg o dopo 2 mesi ??
A testimonianza di quanto scritto sopra ho le fatture , quindi non ho nessun problema ad pubblicarne copia , confermo che stiamo parlando di PEZZI/PRODOTTI NON CONFORMI ALL' ORDINE.
P.S. questa la voce in fattura relativa ai coprifili : "coprifili legno rovere lacca poro aperto RAL 9003
estetica piatta con ala telescopica d 25mm
"

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 05/11/18 8:01
da Olabarch
Se le misure sono state prese dal DL e corrispondono all'ordine mentre i telai consegnati non corrispondono alle misure dell'ordine.... beh, credo ci sia poco da discutere!
A meno che queste misure non siano successivamente state modificate via telefono; anche in questo caso, però, credo che l'azienda non proceda a modifiche senza una variazione scritta dell'ordine!
Ad ogni modo, inter69 afferma che nessuna modifica rispetto alle misure sia stata chiesta.

Alla luce di quanto sopra, escluderei qualunque responsabilità da parte del cliente.
A cosa sia dovuto questo scarto, questa deviazione dall'ordine non è dato sapere: certo è che se le misure dei telai non corrispondono all'ordine, al cliente non potranno essere attribuite responsabilità di alcun genere.

Quanto alle ferie: nessuno per legge può imporre periodo e durata della chiusura estiva/invernale delle aziende, motivo per il quale ciascuna ditta è libera di determinare i periodi, le durate e la forza minima di personale presente.
Sicchè.... se l'azienda ha chiuso per 30, 40 oppure 50 giorni, sono decisioni interne sulle quali nessuno può discutere.

Coprifili: come affermato, 200 euro per n. 10 pezzi significa 20 euro/pezzo. Certamente sono prodotti in serie però, pur essendo la produzione semplice anche se, probabilmente, non automatizzata, è necessaria una manodopera attenta che deve prendere i coprifili (standard immagino e già tagliati in lunghezza e spessore), li deve spolverare, passare in verniciatura, metterli ad asciugare, imballarli ed aggiungerli all'ordine.
Fra materiali vari e tempo di lavorazione, 20 euro ci possono stare. Certamente non sono pochi, ma ci possono stare:
ipotizziamo un costo di 8 euro fra legno e laccatura ( non sappiamo se siano tagliati a 45° oppure no ma in quel caso, il costo aumenterebbe); ne rimangono 12 di mano d'opera che significano circa (€ 37,31/h oltre IVA, cioè 40 euro) 18 minuti di lavoro per ciascun coprifilo.
Indubbiamente tanti per un tipo di lavorazione così semplice.
Se poi valutiamo anche il fatto che siano stati prodotti 10 pezzi e non uno solo, certamente i minuti/ciascun elemento si riducono.

Colore: che non corrisponda a quanto ordinato.... il cliente non ha responsabilità ed è evidente che se sono stati consegnati i coprifili RAL 9003 anzichè 9010, l'azienda debba sostituirli senza alcuna spesa aggiuntiva.

Controllo: in questo caso, come da legge, ci sono 8 gg di tempo per verificare ed accettare la merce. Come a volte accade in cantiere, i lavori si posso protrarre oltre il tempo prestabilito e in quel caso si chiede lo spostamento della data di consegna oppure permanendo la medesima, si fanno depositare nell'area del cantiere, con tutto ciò che ne può conseguire: danneggiamenti di ogni tipo, anche se certamente involontari.
Se i materiali vengono depositati in cantiere, il DL ha l'obbligo di verificare la rispondenza dei medesimi all'ordine e, se non lo fa, nulla può essere imputato all'azienda produttrice.

A volte - ma è bene specificare che non è obbligo di legge- anche a distanza di tempo, alcune aziende sostituiscono gli elementi non corrispondenti oppure lievemente danneggiati (ma non in cantiere!!) che non siano stati ancora montati. Ciò significa che tali elementi siano usciti dalla produzione già difettati.
Ma, ripeto, non è obbligo, perchè il tempo è di 8 giorni, trascorsi il quale rimane tutto in capo al cliente.

Di più, senza poter accedere ai documenti e senza vedere le porte, i teli ed i coprifili, è difficile dire.

Sono consapevole che questo forum non sia un'aula di tribunale, però, forse, questi chiarimenti potrebbero servire a rivedere alcune posizioni.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 05/11/18 13:20
da portamania
Salve. Vi leggo.
Pero’ stiamo facendo dei passi indietro nella vicenda. Comprendo anche che scrivere tanto non facilita la focalizzazioni dei punti cardine della questione, ma in certi casi le parole vengon fuori da sole. E questi aspetti li avevo gia’ chiariti nei “papiri” precedenti.

Comunque, come gia’ piu’ volte evidenziato nelle precedenti mie in questo forum sull’argomento, la mia azienda non ha negato l’errore di fronte alla segnalazione del cliente, e nonostante fossero passati 2 mesi (ed anche oltre 3 mesi e oltre e rispiego dopo perché 3 mesi e oltre) dalla consegna ci siamo messi immediatamente a disposizione. Quindi nessuno ha negato nulla a nessuno, sebbene non fossimo tenuti a farlo visto che la merce va ispezionata subito e non a distanza di tanto tempo.
Chiaramente, come avevo gia’ evidenziato, ho chiesto di rimandarmi indietro i due telai di misura errata per riavere quelli di misura corretta. IL TUTTO A NOSTRE SPESE , QUINDI SIA LA SPEDIZIONE DEI DUE TELAI ERRATI CHE DEI 2 NUOVI SAREBBE STATA, ED E’ STATA, A NOSTRE SPESE.

A tale richiesta a dir poco lecita e scontatissima, [i]mi è stato risposto che non era possibile restituire i telai perché erano stati gia’ montati da tempo…. E che solo in quel momento si erano accorti che erano di 5 cm piu’ grandi! Ora di fronte a una simile dichiarazione…. Cosa avreste risposto voi?[/i]

Ora capisco (ma mica tanto…) che il Direttore Lavori non si sia accorto di una cosa così macroscopica… ma neanche il committente che è il diretto interessato? Il cliente che si vede dei telai che galleggiano sulla muratura possibile che non si renda conto subito che sono sbagliati? Insomma è una cosa di una evidenza tale che non potevano non accrogersene… lui , il DL, chi li ha installati... ma anche il cagnolino di casa se ne sarebbe accorto!
E onestamente non era neanche necessario montarli perché gia’ in fase di apertura dei colli si vedono che sono piu’ grandi di 5 cm. Oltre al fatto che si deve sempre fare una spunta dei materiali ricevuti con quelli ordinati.
Io ho detto e scritto al cliente che mi sembrava assurdo che si fossero montati dei telai così grandi (di 5 cm e non di 1 cm!) senza accorgersi del difetto tanto evidente. Scherzando con il cliente , feci un esempio calzante…. “è come se mi compro un paio di scarpe di 5 numeri piu’ grandi di quelle che porto, me ne vado in giro per due mesi e poi vado in negozio a reclamare che erano troppo grandi” ….. non so…. Vi pare uno sproposito il mio?

In ogni caso a cio’ è seguito silenzio per un altro mese, (quindi intanto di mesi ne sono passati ), quando il Direttore lavori mi ha chiamata per dire che avevano smontato i telai per il reso.

Chiedo all’Architetto di fare imballare a dovere i telai…. E ricordo GIUSTO UNA COSA… il reso non solo va reclamato entro 8 giorni dalla consegna ma soprattutto LA MERCE SI RENDE INTEGRA COME RICEVUTA E NON USATA…. Ma nonostante tutto li abbiamo fatti rientrare usati com’erano.

Usati com’erano… e distrutti come sono arrivati oltretutto…. Perché nonostante avessi chiesto per iscritto al DL di farli imballare a dovere perche’ arrivassero usati si ma almeno integri nella sostanza… neanche avessi parlato con un sordo…. I telai ci sono arrivati semplicemente uniti con del film trasparente sottile, completamente nudi e sporchi di tutto, anche di polvere a schizzi di fango, senza ne’ pluriball ne’ cartoname a tutelarli nel trasporto. Immaginate in che condizioni (ne conserviamo anche le foto).

Oltretutto ho incaricato 3 volte il corriere per il ritiro e due di queste prenotazioni sono andate a vuoto perché il corriere recatosi all’indirizzo nel giorno concordato non ha trovato nessuno. Giusto una notazione: i passaggi a vuoto quando c’è una prenotazione di ritiro si pagano…. E li abbiamo appunto pagati come da fatture emesse dal corriere. Delle prenotazioni venivano mandate anche copie allo stesso DL perché prendesse contatti diretti con il corriere ai fini del ritiro. Di questo il cliente era costantemente al corrente, tant’è che lui stesso ha poi incaricato un suo vicino di casa per esser presente a reso e riconsegna, visto che per due volte abbiamo tentato il ritiro senza esito.

In ogni caso la sostituzione è stata fatta in tempi anche veloci trattandosi non di porte laminate, di cui hai materiale a disposizione in magazzino, ma di telai in legno di rovere, che vanno prespazzolati e verniciati essendo porte laccate a poro aperto. Con tempi di lavorazione e posa posta verniciatura noti ai tecnici.

Tutto cio’ è stato fatto senza costi aggiuntivi per il cliente, ne’ per materiali ne’ per spedizione.

Veniamo ai coprifili: I 10 coprifili sono stati prezzati a 16, 37 cadauno + IVA incluse le spese di spedizione.
I coprifili sono stati una richiesta successiva del cliente, in quanto, dopo aver montato i nuovi telai, il nuovo installatore si era accorto che i precedenti installatori avevano completamente reciso le alette telescopiche dei coprifili e quindi non potevano essere utilizzati. Anche questi richiesti e spediti in tempi record (8 giorni dal 26/6, quando gli ho mandato specifica dei costi per i coprifili fino al 4/7 giorno in cui gli sono stati consegnati… che significa che gia’ un paio di giorni prima erano stati spediti con servizio express che prevede un sovrapprezzo per avere la garanzia di consegna entro il primo giorno utile dalla data di ritiro, in genere entro el 24/48 ora a seconda della localita’) .
Questo significa anche che il cliente mi aveva chiesto di mandarglieli il prima possibile e che per l’ennesima volta mi sono messa a disposizione per fare realizzare immediatamente i coprifili…. Premettendo che di norma noi evadiamo in 30 giorni e che il sig. Alberto B. non è certo l’unico cliente al mondo che abbiamo…
Il costo è stato frutto di un calcolo di mero recupero costi vivi, che era materiale non disponibile da realizzare su richiesta ed anche in tal caso sono coprifili in legno listellare di rovere che richiedono no semplice spolveratura come quelli da laccare a poro cieco ma pre-spazzolatura /carteggiatura e verniciatura a due mani (fondo + vernice trasparente) . Quindi direi pure che siamo andati a mero recupero costo vivo, incluso il logico recupero delle spese di spedizione con servizio express.
La faccenda della tonalità di bianco dei telai e coprifili è stata reclamata dopo un mese dalla consegna dei telai nuovi (che stando a cio’ che scrive il cliente sono di un bianco 9003 e non bianco 9010) , quindi nuovamente non c’è stato controllo al momento dell’arrivo merce. Ma aldila’ di questo, come c’è stata da parte nostra disponibilità prima, ci sarebbe stata anche dopo. E tant’è che ho risposto subito alla mail del cliente riservandomi di verificare se effettivamente vi fosse stato nelle lavorazioni un errore. Riscontrato questo, di fatti dalle lavorazioni risultava il 9010 come ral, sebbene il cliente dicesse che era un 9003, e non considerando impossibile l’accaduto, ho chiesto al cliente quanto meno di mandarmi delle foto per procedere a reso e riconsegna …. Era l’11/7 ma non ho ricevuto risposta.
Diciamo pure che il cliente trovava probabilmente piu’ conveniente non chiedere il materiale corretto, ma trattenere quello che aveva, chiedendo il rimborso del valore della merce come da sua mail del 9/7.
Considerate, ribadisco , che i telaio li avevano montati un mese e mezzo prima. Quindi tale differenza si doveva notare subito. I coprifili erano infatti una richiesta di un mese dopo. Quindi come mai la qustione difformita' di colore è venuta fuori dopo un mese e mezzo?
E comunque noi non ci siamo tirati indietro anche in questa occasione ma probabilmente al cliente conviene usare altre armi per altre finalita’ “piu’ succulente”.

Riguardo alla questione ferie, aldila’ del fatto che un'azienda puo' gestire i propri tempi di lavoro e di riposo come gli pare, è noto ai piu' che tutti gli operatori del nostro settore si fermano per tutto il mese di agosto. E comunque la nostra posta elettronica è sempre attiva così come restiamo con i telefoni attivi fino a tutto il 13/14 agosto visto che c’è merce che parte a fine luglio e che giunge a destino proprio quando siamo chiusi per ferie, pertanto restiamo sempre attivi per i clienti per ogni eventuale problema. Personalmente lascio ADDIRITTURA il mio numero telefonico personale ai clienti di fine periodo proprio per essere reperibile in occasione della consegna e nei giorni successivi. Abbiamo fatto assistenza io ed anche i miei collaboratori a clienti che approfittavano delle ferie per installare le porte e che avevano bisogno di dritte su come installare ecc…. quindi se voleva comunicare con noi il cliente avrebbe potuto continuare a farlo come aveva fatto fino al 9 luglio… e d'altronde il 26 luglio quando lui ha spedito la raccomandata noi eravamo ancora aperti.

La corrispondenza postale onestamente per noi, come per la maggior parte delle aziende ormai, è veramente ridotta al minimo: tutto transita ormai via mail, dalla posta semplice alle utenze, dalle fatture alle comunicazioni importanti che in genere transitano via pec. Anche l'amministrazione finanziaria comunica via pec, il cartaceo ormai fa parte del passato.
Al massimo ci giungono i pacchettini contenenti i campioni di colore dei clienti per posta raccomandata o per corriere.
Nulla di piu’. E poi spedire a fine luglio una raccomandata è assurdo, visto che puo’ essere recapitata così com’è stato in un momento di pausa o di chiusura (e quindi di assenza dagli uffici) per essere poi disponibile per il ritiro presso l’ufficio postale solo due giorni dopo (nel nostro caso dal 28/7) , il che significa negli ultimi due giorni di lavoro quando è letteralmente impossibile recarsi in posta a fare una fila interminabile per ritirare pacchi e pacchettini viste le urgenze di fine periodo.
Oltretutto nel caso specifico eravamo gia’ in contatto via mail senza alcun tipo di ritrosia da parte nostra… anzi… Pertanto che cosa mi stava a significare fare la raccomandata a fine luglio… a questo punto deduco l’unica cosa deducibile… che il cliente mirava ad ottenere qualcosa di diverso ed indebitamente visto che quando c’è un errore come c’era stato probabilmente, la prima via da seguire è quella del reclamo nei termini di legge (8 gg), reso dei materiali integri e non usati e richiesta della merce sostitutiva cosa che senza problemi facciamo come gia’ fatto proprio con lui.
Quindi conosceva gia' la trafila, non aveva di fronte un'azienda che si è tirata indietro rispetto a qualcosa.
Supponendo che differenza di bianco c’era realmente tra porta e telaio, di fatto non ce ne ha mai dato riscontro, ma lo ha fatto solo dopo un mese e mezzo dall'arrivo dei telai. Alla fine il cliente preferisce tenere la situazione così e “cuccare” un po’ di moneta liquida che fa piu’ comodo.
Lo capisco… ma non funziona così… Se come dice lui c’è differenza di colore, puo’ tutt’ora farceli riavere, ritiriamo al solito sempre noi a nostre spese, purche’ sia materiale integro e non distrutto come il precedente.
Se anche stavolta ha voluto montare tutto tanto alla fine la differenza di colore, se c'è, non turba, e pensar bene di recuperare da noi cio' che non è riuscito a recuparare dall'impresa e dal DL che a detta sua hanno fatto uno scempio, faccia pure. Disponibilità e stupidità non vanno confuse. Noi siamo disponibili non stupidi.
Saluto ancora tutti e mi scuso se ogni volta vi inondo di fiumi di parole…. Ma spero che questa volta sia definitivamente chiara la faccenda.
Se non è chiara... mi arrendo.... non possiamo piu' parlar di questa cosa. Il cliente se ritiene di avere le sue ragioni le puo' fare valere, nessuno glielo impedisce. Come nessuno impedisce a noi di tutelarci. Di inessattezze ne ha gia' dette tante e gravi a danno dell'immagine di questa azienda. I fatti si raccontano come sono non vanno artefatti. Le regole del commercio valgono non solo per chi vende ma anche per chi compra. Il consumatore non ha solo diritti ma anche doveri, che trovano il contraltare nei doveri e diritti di chi vende.
Se tutti rispettassimo le chiare e semplici regole del commercio, tutto sarebbe tutto piu' semplice. O no?
Noi le abbiamo rispettate con lui anche oltre cio' che la legge ci impone: 2 telai di misura errata reclamati dopo 3 mesi: sostituiti senza battere ciglio a nostre integrali spese.
Penso che basti a dimostrare come operiamo.
Saluti ancora a tutti.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 06/11/18 14:35
da Olabarch
Da quanto ci viene esposto, non si può non rilevare una disponibilità che non è consueta.
Prescindendo dalle misure errate dei telai per le quali non esiste scadenza temporale: se sono sbagliate, sono sbagliate! E devo rifarle a spese mie.

Questo è ciò che risulta, anche se la comunicazione è stata data parecchio tempo dopo la consegna.
Ma, come ho già detto, qui pare evidente l'assenza del DL o, quanto meno, non facente le sue precipue funzioni.
In effetti egli non solo deve seguire i lavori ma anche accertarsi della bontà delle lavorazioni, della rispondenza dei materiali, dei costi e dei tempi.
Mi pare che almeno qualcosa di queste voci non sia stata eseguita ed altre.... fuori tempo massimo.

Al di là di queste osservazioni, però, si evidenzia che, come giustamente rilevato dall'azienda, i telai siano stati montati, compresi quelli con le misure errate.
Ciononostante e malgrado la quasi inesistente protezione, sono stati rispediti e l'azienda li ha sostituiti.

Questo è ciò che posso rilevare: spero che questi chiarimenti possano dar adito ad una procedura di ADR con l'eventuale assistenza degli avvocati.
Da parte mia sceglierei subito questa possibilità per non gravare la giustizia di pratiche che rimarrebbero inevase per mesi e mesi.......

Auguro ad ambedue di giungere ad una composizione della vicenda che sia soddisfacente per ambo le parti, tenendo conto che qui non si tratta di "vincere", ma di riuscire a chiudere nel modo meno costoso e rapido.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 07/11/18 13:48
da portamania
Salve Olabarch.
Da parte nostra non vi è mai interesse a non essere dalla parte del cliente quando ha difficoltà ed ha ragione, che sia per un errore o che sia per altro e non facciamo tanto i fiscali, superando ogni regola sempre a vantaggio del cliente, come è accaduto in questo caso in cui al di la' del ritardo con cui ci è stato reclamato il problema, ne abbiamo preso atto e ci siamo attivati. Così è per tutti e così è stato anche per questo cliente.
E' chiaro abbiamo sempre necessita' di riscontrarlo il problema altrimenti diventano situazioni ingestibili e inizierebbero a fioccare richieste assurde.

L'intervento del cliente mi ha lasciata basita proprio perchè con lui, anche se vi era stato l'errore e ce lo ha comunicato in ritardissimo, abbiamo provveduto e lui stesso ci ha ringraziato di tanto, rendendosi conto probabilmente che vi era stata una notevole negligenza da parte del DL. Almeno credo.... La faccenda del colore è rimasta in stand by ma io personalmente che mi son sempre rapportata con lui, risposi subito alla sua mail ed attendevo riscontro fotografico quanto meno per capire se vi fosse realmente questa differenza di colore tra i nuovi telai e i precedenti visto che i telai nuovi li avevano lì da un mese. Pertanto vogliamo che almeno una foto ci serve per dire ok, l'errore c'è, rifacciamoli!? Poi non ho avuto riscontri, tant'è che io stesso ho pensato che forse il colore dava una sensazione di differenza visto che le porte erano state verniciate 8 mesi prima rispetto ai due telai. Ed a volte, trattandosi di laccatura a poro aperto, con la venatura del rovere che viene fuori piu' o meno scura a seconda di come capita la pezzatura di legnema, puo' dare la sensazione di difformita' sebbene lieve.
Quindi leggere cio' che ho letto è stato davvero un cadere dalle nuvole...
Quindi la disponibilità al reso era stata gia' espressa al cliente. E resta sempre che i materiali vanno resi integri e non usati o peggio ancora negligentemente diustrutti come nella precedente occasione.
Quindi un comportamento del genere da parte mia, quindi di totale apertura e disponibilità, non lasciava presagire al cliente che potessimo tirarci indietro rispetto ad una problematica del genere. D'altronde ... grazie al cielo... di errori all'attivo ne abbiamo davvero pochissimi quindi possiamo anche concederci il lusso di gestire simili situazioni senza stress e senza fare tante storie. Alla fine il cliente resta soddisfatto perchè anche in una situazione di errore l'azienda è stata presente. E questo non puo' che giovare all'azienda. Anzi credo faccia piu' onore ad un'azienda esser presenti dopo che prima.
Eppure questo cliente ci ha accusato di dare una pessima assistenza pre e post vendita... Ingiustificatamente visto che proprio lui di assistenza ne ha avuta tanta: ha chiesto evasione ordine urgente ed è stato accontentato. Ci ha chiesto di tenerci le porte nonostante gliele avessimo fatte pronte con urgenze e gliele abbiamo tenute. Ci ha chiesto un reso a distanza di mesi di materiale giuntoci distrutto ed è stato fatt a nostre totali spese.... come si fa a dire che non si è avuto assistenza? Sono stata appresso al suo Direttore Lavori che collaborava a parole ma nei fatti lasciamo stare... ci ha fatto pervenire i telai errati distrutti e ce li siam tenuti così... gli abbiamo 3 volte prenotato il ritiro e non si è fatto mai trovare. E siamo stati noi a telefonare a destra e a manca per riuscire a far ritirare il materiale.

Se avesse espresso il suo giudizio dicendo che ha comprato, c'è stato un errore e l'azienda è intervenuta nonostante di norma non fosse tenuta, avrebbe detto la verita' e non avrei mai potuto obiettare.
Avrei potuto anzi essere io a chiedere scusa e congedarmi. Ma ahime' è stata la rappresentazione dei fatti falsificata con coscienza di cio' che si stava facendo, che ha urtato la mia sensibilità. Questa cosa non va bene. No. Non la si puo' accettare.
Alla mia azienda non interessa intraprendere percorsi legali senza fine, ma interessa tutelare la propria immagine quando si dicono cose non vere.
La nostra immagine è frutto di anni di dedizione a 360 gradi rispetto al cliente. Soprattutto quando si tratta di vendite a distanza, decisamente piu' complesse visto che siamo consapevoli del fatto che il cliente non ha con noi, nella stragrande maggioranza dei casi, un contatto "de visu" e quindi letteralmente si fida e si affida a noi.
Questo è un grande risultato e lo dobbiamo difendere con le unghie e con i denti.
Noi sappiamo di avere fatto non il nostro dovere ma molto di piu'. Abbiamo la coscienza commerciale e personale decisamente a posto.
E poi un'altra cosa importante, e vale anche per chi ci legge e volesse accingersi a comprare a distanza.

La merce viaggia con copertura assicurativa, la quale si aziona nel momento in cui dimostriamo al corriere entro 5 giorni dalla consegna fisica della merce, che vi sia stato danneggiamento. Quindi la verifica della merce non la si puo' fare a propria discrezione quando ci pare, ma va fatta subito, entro pochi giorni. Va documentata con fotografie che vengono poi girate al corriere.
Se fatta dopo tanto tempo e dovesse essere riscontrato un danneggiamento, la copertura assicurativa viene vanificata ed i corrieri non prendono in considerazione alcuna pratica danni. E loro non sono "elastici" come noi... sono molto fiscali. Se dicono 5 giorni, son 5, superti i quali il problema te lo piangi da te.

Oltretutto nel caso specifico le porte erano state montate subito dopo la consegna, quindi torna sempre a galla la stranezza dell'evento in se, ovvero della installazione di un telaio di 5 cm piu' largo di quello che serviva... come è stato possibile? A queto nessuno mi ha risposto, neanche lo stesso Direttore Lavori con cui mi confrontai sull'argomento...

Comunque credo sia ormai archiviabile in questa sede l'argomento.
Per le altre sedi ognuno puo' valutare di fare cio' che ritiene ooportuno fare.
Noi abbiamo anche e nonostante tutto, riconfermato la disponibilità alla sostituzione previo reso (sempre a nostre spese) dei materiali errati . Penso che siamo ormai alla frutta.... dolce o amara che sia, ma siamo alla frutta...
Saluti.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 12/11/18 19:40
da Olabarch
vedi Portamania, ho un filino di esperienza nei procedimenti che arrivano al giudice: una parte del mio lavoro è proprio rivolto alle consulenze per il tribunale e devo ammettere che chi ha fornito chiarimenti su ogni argomento siete stati voi.

Inter è scomparso dai radar.....

Ovviamente qui non siamo in un'aula di tribunale e il mio era solamente un tentativo di comprendere bene gli avvenimenti col fine di riuscire ad aiutarvi a comporre la lite ma non posso far altro che constatare ....la contumacia di inter ... oppure il disinteresse.

Quello che è evidente è quanto segue.
1. il vostro errore nelle misure dei telai (cosa che è antipatica, però può accadere!);
2. il vostro impegno volto alla sostituzione degli elementi sbagliati (e questo è doveroso);
3. il vostro impegno ad agire anche a distanza di mesi (per il quale non avreste nemmeno avuto l'obbligo!)
4. la vostra disponibilità alla sostituzione dei telai di colore diverso come asserito da controparte (ma nessuno li ha visti);
5. i gravi errori della DL;
6. la dichiarazione di inter
aver segnalato il difetto della fornitura con ritardo, ma che cambia, se uno sbaglia e gli viene detto entro 8 gg o dopo 2 mesi ??
che dimostra l'inconsapevolezza del ruolo del DL e degli obblighi dal medesimo assunti con il conferimento dell'incarico.

A fronte di ciò non posso farvi che i complimenti per come avete gestito la situazione e per il carico che avete ritenuto di sopportare nonostante la scadenza dei termini.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 14/11/18 8:46
da portamania
Salve Olabarch.
Questa tua e' la sintesi perfetta della faccenda.

Purtroppo quando si lavora un certo margine di errore esiste. Chiaramente si puo' minimizzare ma difficilmente eliminare.
E la serieta' di un'azienda ritengo si misura piu' in una situazione problematica che in altri momenti del rapporto commerciale.
Noi operiamo in questo modo.
L'esistenza di tegole ed il rispetto delle stesse da parte di entrambe le parti fa si che una situazione di criticita' si risolva in maniera indolore per tutti.
E' quando l'arroganza mista ad egoismo si mettono in azione che nascono attriti stupidi ed inconcludenti.

Grazie per aver messo a disposizione la sua professionalita' per fare chiarezza nella questione.

Re: porte in massello davvero belle ed economiche!

MessaggioInviato: 14/11/18 11:06
da Olabarch
lieto di esser stato utile! :wink: