Lampade Ingo Maurer

L'azienda Ingo Maurer prende il nome dal suo fondatore, il designer Ingo Maurer, ed è specializzata nella realizzazione di lampade e sistemi di illuminazione. Tuttavia, non si tratta soltanto di oggetti di arredamento, ma, come si vede su http://www.ingo-maurer.com/it/, prevede anche la realizzazione di progetti di design.

L'azienda Ingo Maurer

Ingo Maurer, il fondatore dell'azienda Ingo Maurer, è un designer tedesco indipendente, che ha lavorato, e continua a lavorare, tra l'America e l'Europa. L'azienda è stata fondata nel 1960 con il nome Design M, e ribattezzata poi come Ingo Maurer GmbH, e si è subito specializzata nella creazione di lampade di altissimo design in metallo e cristalli. Alcune di queste creazioni sono state incluse dal Museo di Arte Moderna di New York nella propria collezione di design.

I progetti di Ingo Maurer

Ingo Maurer, ... continua

Articoli su : Lampade


  • Lampade da tavolo, luci di design

    lampade da tavolo Le lampade da tavolo sono prodotte in un gran numero di modelli e varianti, che si adattano ai più diversi stili d'arredo. Diventano fondamentali per creare la corretta illuminazione.
  • Lampade Ingo Maurer

    lampada ingo maurer gaku Cercate delle soluzioni per l'illuminazione di casa che siano belle e particolari? Le lampade Ingo Maurer possono essere la soluzione per voi.
  • Luccellino Ingo Maurer

    luccellino ingo maurer Vuoi avere maggiori informazioni sulle caratteristiche principali di Luccellino Ingo Maurer? Vieni a scoprire quali sono le due varianti di lampade tra le quali potrai scegliere.
prosegui ... , inoltre, si è occupato della realizzazione di progetti di design basati sull'impiego di sistemi di illuminazione particolari.
Ne possiamo avere un'idea visitando il sito ufficiale http://www.ingo-maurer.com/it/: alcune installazioni hanno riguardato, ad esempio, in alcune delle stazioni della linea metropolitana di Monaco di Baviera.

Un altro progetto riguarda l'Atomium di Bruxelles, nel 2006, dove Ingo Maurer sviluppò inediti apparati di luci e progettò l’intera illuminazione degli interni, pensata per soddisfare le esigenze diverse dei visitatori e dell'amministrazione.
Il progetto mantiene lo spirito della costruzione originale e dà la sensazione di essere all’interno di una nave spaziale, con nove sfere dal diametro di 18 metri (di cui sei accessibili al pubblico).

Un'altra creazione di Ingo Maurer è l'Abgefahren, una scultura luminosa per l’ingresso della Rockhal, una nuova sala concerti a Esch-Belval, in Lussemburgo.
Le sue dimensioni sono notevoli (oltre 15 metri di lunghezza) ed è costituita da grandi elementi in metallo, che riproducono strumenti musicali ed altri oggetti (tra cui una grande automobile). Il centro della scultura diffonde la luce in tutto l’ambiente.

Le collezioni di arredo Ingo Maurer

Parlando delle collezioni di arredo di Ingo Maurer, troviamo le lampade da interno a sospensione 24 Karat Blau: sono realizzate in metallo, con lamine in foglia d'oro laminato e materiale sintetico.
Sono dotate di quattro paralumi in oro prodotti a mano uno ad uno, che possono essere appesi a piacere sulla struttura portante (a forma di asta a croce) in vari angoli e posizioni.
Le lamine d'oro sono state battute fino a raggiungere uno spessore di 1/10.000 mm, in modo da lasciar passare la luce blu ad onde corte, mentre viene riflessa la particolare luce giallo-oro, in modo da diffondere una luce calda e piacevole.
I paralumi sono a lastra e quindi facili da pulire, e quindi la lampada è davvero idonea per le cucine private, per i bar ed i ristoranti, oppure per i soggiorni. Ne esiste anche una versione da tavolo, ribattezzata come 24 Karat Blau T.

Le sperimentazioni di Ingo Maurer

Ingo Maurer è sempre stato un designer famoso sulla scena mondiale per le sue attività nella ricerca e nella sperimentazione continua di nuove soluzioni nel campo dell'illuminazione. Proprio per questi motivi, ha ricevuto nel tempo numerosi premi internazionali.
Tra questi troviamo il Premio di Design a Monaco di Baviera (nel 1999), il premio intitolato a Georg Jensen nella città di Copenaghen e la nomina nel 2005 a Royal Designer of Industry conferita dalla Royal Society of Arts londinese.


sitemap %>