Lavastoviglie piccole

Vivi da solo o hai poco spazio in cucina? Perché rinunciare alla lavapiatti quando puoi benissimo acquistare una delle tante lavastoviglie piccole di ultima generazione? Le mini lavastoviglie sono elettrodomestici compatti e poco più ingombranti di un fornetto elettrico o di un microonde che possono essere posizionati ovunque, anche sul top della cucina, ingombrando il minimo spazio. Danno dunque la possibilità a chiunque di sostituire il noiosissimo e dispendioso, in termini di consumi idrici e di tempo, lavaggio a mano delle stoviglie con il più comodo lavaggio meccanico. Hanno una capienza di 6 coperti, ingombrando in pianta uno spazio di circa 50 x 50 cm ed un’altezza che non supera i 45 cm. Sono dunque lavastoviglie compatte da appoggio che, oltre a presentare un’estetica accattivante, hanno anche le stesse funzionalità dei modelli standard di ultima generazione, prestazioni che di solito riguardano: silenziosità, bassi consumi energetici, cicli di lavaggio rapidi e sicurezza d’utilizzo.

Altrettanto poco ingombranti sono anche le lavastoviglie piccole di tipo slim, ovvero con larghezza ridotta, disponibili sia da incasso che freestanding. Alte e profonde come le tradizionali, hanno invece larghezze che non superano i 45 cm e possono quindi essere inserite anche all’interno di cucine molto piccole, dove la composizione d’arredo non permette di adottare moduli standard da 60 cm di larghezza. La loro particolarità si ritrova nel numero di coperti, più basso rispetto a quello dei modelli di medie dimensioni: capacità di 9 coperti contro i 12/14 delle lavapiatti da 60 x 60 cm. Come i piccoli modelli da appoggio, questi elettrodomestici slim rispondono quindi ai limiti dimensionali delle case di ultima costruzione, sempre più compresse e strizzate nelle misure, dove quindi risulta di fondamentale importanza adottare accorgimenti salvaspazio che riguardano l’arredo come anche gli elettrodomestici di sostanziale rilevanza, quali ad esempio le lavapiatti.

Oggi come oggi le lavastoviglie piccole hanno prestazioni paragonabili i modelli “normodotati”, sia in termini di etichetta energetica che di funzioni. Non è quindi raro trovare in commercio prodotti in classe energetica A+ con consumi idrici limitati ad 8 litri per ciclo di lavaggio, come pure modelli compatti dalla bassa rumorosità, con programmi dedicati ai diversi tipi di stoviglie. Non mancano difatti funzioni destinate alle stoviglie in plastica dei bambini, che devono essere igienizzate in modo perfetto ad alte temperature, e funzioni finalizzate alla massima brillantezza dei calici in vetro. Il motore e la componentistica dalle dimensioni XS non fanno sconto perciò a potenza, velocità e prestazioni di alto livello. In queste lavapiatti lillipuziane c’è anche spazio per sensori intelligenti che percepiscono il grado di sporco delle stoviglie, per ottimizzare sia il consumo idrico ed elettrico di ogni ciclo di lavaggio che i diversi parametri del programma di pulizia da adottare.

Articoli su : Lavastoviglie