Lavatrici

Prima che fosse scoperta la lavatrice le donne usavano lavare i propri indumenti, con un sapone vegetale o con la sabbia, su di un lavatoio di pietra risciacquandoli con acqua corrente. Tutto questo fino all'inizio del 1800 quando furono inventati i primi modelli di lavatrice. L'uomo al quale si attribuì questa straordinaria invenzione fu William Blackstone, che nel 1874, in occasione del compleanno della moglie, inventò una specie di barile di legno da riempire con acqua e sapone. Quando scoprì che questa invenzione poteva funzionare la mise in commercio e aprì la prima fabbrica di lavatrici. Ma sfortunatamente quei primi modelli furono immediatamente banditi ed etichettati come "macchine da sfregamento", perché provocavano un logoramento eccessivo degli indumenti. Le lavatrici furono così, ben presto, munite di un sistema di agitazione centrale atto a proteggere maggiormente il bucato.

Successivamente fu realizzata la lavatrice a due vasche: una fornita di un agitatore dove venivano lavati gli indumenti e l'altra, ... continua


Articoli su : Lavatrici


1           3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
  • Lavatrici Samsung, innovazione e design

    Lavatrici di ultima generazione Le lavatrici Samsung garantiscono alte prestazioni di risparmio energetico e sicurezza, risultando buoni elettrodomestici di ultima generazione.
  • Lavatrice silenziosa, come sceglierla

    Lavatrice ideale, guida alla scelta Nella scelta di una lavatrice sono molti i fattori da tenere in considerazione: numero dei giri, capacità di carico, risparmio energetico e non da ultima rumorosità.
  • Lavatrice piccola

    Lavatrici piccole, guida alla scelta La lavatrice piccola, che sia in profondità o in altezza, permette di risparmiare molto spazio nella zona lavanderia e si adatta perfettamente alle varie esigenze o alle nicchie sotto i lavandini.
  • Mobile porta lavatrice, idee e consigli

    Flexia Geromin Dalla lavanderia al bagno, il mobile porta lavatrice si adatta ad ogni gusto ed esigenza, unendo sapientemente estetica e praticità.
  • Miele lavatrici: il bucato è tecnologico

    Miele lavatrici catalogo Le lavatrici Miele: caratteristiche, prezzi, novità. I consigli per scegliere quella che meglio risponde alle esigenze di tutta la famiglia
  • La lavatrice migliore, come sceglierla

    Come scegliere la lavatrice migliore Lavatrici con carica frontale, lavatrici slim e modelli con carica dall'alto: a ognuno la sua lavatrice. Ecco di cosa bisogna tener conto al momento dell'acquisto
  • Lavasciuga, doppia funzione in metà spazio

    lavasciuga Con le lavasciuga in un unico elettrodomestico si condensano le funzioni delle lavatrici e delle asciugatrici. Assicurano risparmi di tempo e di spazio.
  • Lavatrici slim

    lavatrice samsung slim Vieni a leggere quali sono i modelli migliori per scegliere tra le numerose lavatrici slim disponibili in commercio.
  • Lavatrice doppio ingresso

    etichetta lavatrice classe energetica Una lavatrice doppio ingresso è un elettrodomestico sempre più diffuso in quanto permette di abbattere i consumi energetici. Grazie all'utilizzo di acqua preriscaldata dalla caldaia permette di evitar
  • Bosch lavatrici prezzi

    Lavatrici Bosch Bosch lavatrici prezzi: la tecnologia Bosch nel mondo significa rigore tedesco per qualità dei materiali, per il funzionamento preciso e per la semplicità di utilizzo. Queste lavatrici sono un esempio
  • La lavasciuga miele

    Le lavatrici Miele La lavasciuga Miele è la soluzione che vi serve se avete poco spazio, ma volete sia una delle migliori lavatrici del mercato che un'asciugatrice. La lavasciuga Miele è un elettrodomestico premium per
  • Bosch: lavatrici che guardano al futuro

    Bosch lavatrici Bosch significa lavatrici avveniristiche, con svariate funzioni, opzioni, novità che rendono il lavaggio dei capi d'abbigliamento un'operazione pressoché perfetta
1           3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , con un cestello, che aveva la funzione di risciacquare e poi centrifugare i panni. Ma fu solo dopo la fine della seconda guerra mondiale che in Italia furono inventati i primi modelli automatici di lavatrici munite anche di timer sino ad arrivare ai modelli più attuali. Oggi come oggi è facilissimo usare una lavatrice, tutti lo sanno fare ma non è altrettanto facile decidere quale scegliere. C'è un assortimento molto vario in tutti i negozi di elettrodomestici ma non tutte le lavatrici, a volte soddisfano tutte le nostre esigenze.

Innanzitutto i modelli che troviamo oggi hanno diverse dimensioni per cui la prima cosa che bisognerebbe valutare quando si acquista una nuova lavatrice è il luogo dove la si va a posizionare. Se si ha poco spazio a disposizione oggi esistono le lavatrici compatte che misurano dai 30 ai 40 centimetri. Altra cosa da non sottovalutare è il carico del cestello che va da un minimo di 6 kg ad un massimo di 15. Oltre al modello compatto esistono in commercio altri due tipi di lavatrici: - quelle che si caricano frontalmente - quelle che si caricano dall'alto. La lavatrici a carico frontale hanno un oblò, un'apertura frontale rotonda con un portello di vetro a tenuta stagna, hanno una capienza maggiore di quelle che si caricano dall'alto. Quella a carico dall'alto invece hanno il cestello nella parte superiore e consentono di interrompere il lavaggio in qualsiasi momento e di aggiungere o togliere dei capi senza che fuoriesca l'acqua. E' importante però riuscire a mantenere questo straordinario macchinario in buone condizioni perché continui a funzionare correttamente.

Innanzitutto è importante lavare sempre gli indumenti a una temperatura superiore a 60 gradi perché lavando a temperature basse iniziano a proliferare i microrganismi che si sprigionano dai tessuti e dall'acqua. Per quanto riguarda il calcare è assolutamente inutile spendere denaro in prodotti anticalcare perché, a lungo andare, se l'acqua è colma di calcare risulta inevitabile che si formino dei depositi . L'unica soluzione è effettuare una decalcificazione della lavatrice. Invece per una pulizia profonda del cestello della lavatrice si può anche ricorrere ai vecchi metodi, quelli di una volta. Innanzitutto, in caso non lo fosse, si pulisce il cassetto del detersivo nel quale si versa una tazza di soda in polvere. Si chiude il cassetto, si chiude l'oblò e si fa un lavaggio a vuoto scegliendo il ciclo più lungo. A questo punto si prende dell'aceto bianco e si versa in una tazza intera e lo si rovescia direttamente nel cestello scegliendo di nuovo il programma più lungo a temperatura alta così da ripulire tutti i tubi e rimuovere tutti i depositi di minerali e di detersivo. Se l'acqua ha molto calcare bisogna ripetere questo procedimento ogni tre mesi.

Solo eseguendo questa pulizia della lavatrice si potrà sperare di avere sempre una biancheria ben lavata e profumata ma soprattutto igienizzata! Tutte queste piccole accortezze serviranno necessariamente alla lavatrice per rimanere in ottimo stato il più a lungo possibile.