Lavatrici slim

Lavatrici slim: quando le dimensioni fanno la differenza! Questo genere di grande elettrodomestico nasce per dare una risposta concreta alla sempre più evidente necessità di ottimizzazione degli spazi a propria disposizione. Non sempre infatti, si ha a che fare con case sufficientemente ampie da ospitare spazi lavanderia, ripostigli o bagni di servizio abbastanza grandi da poter contenere una lavatrice di dimensioni standard. Per standard intendiamo un prodotto con dimensioni in pianta: 60 x 60 cm. Spesso poi, tra le misure di una lavatrice, è proprio la profondità che “disturba” maggiormente. Le dimensioni compatte di questo tipo di lavabiancheria aiutano invece ad inserire la lavatrice anche nei locali più contenuti nelle dimensioni e, in alcuni casi, addirittura a collocarla anche dietro la porta di ingresso del bagno. Con profondità che si attestano tra i 45 ed i 32 cm, questi prodotti iniziano ad essere apprezzati da un numero sempre maggiore di consumatori.

Dimensioni ridotte non significano necessariamente capacità di carico inferiori. Difatti, le lavatrici slim di ultima generazione possono contare su innovazioni tecnologiche che portano ad una diminuzione sensibile del formato del motore e degli altri componenti meccanici, senza che ciò vada a discapito della capienza. In commercio troviamo appunto prodotti con cestelli capaci di ospitare sino a 4 kg di bucato per ciclo di lavaggio, come pure modelli che raggiungono gli 8 kg. Tutto sta nell’individuare le proprie esigenze domestiche, le tipologie di bucato che settimanalmente facciamo e il numero di persone che compone la nostra famiglia. Lo studio di forme sempre più compatte, l’inserimento di motori sempre più prestanti ma meno ingombranti, porta inevitabilmente ad un costo maggiore dell’elettrodomestico rispetto a quello dei modelli di tipo standard e di pari prestazioni. La spesa iniziale leggermente superiore può però essere compensata dai bassi consumi annui di funzionamento della macchina, sempre se si sceglie un prodotto ad alto rendimento energetico.

Fondamentale dunque dare sempre un occhio all’etichetta energetica del prodotto prima dell’acquisto. Come i prodotti di dimensioni classiche, anche le lavatrici slim più recenti possono vantare classi energetiche che vanno dalla A+ alla A+++, che assicurano un abbattimento netto dei consumi di energia elettrica e di acqua, con un conseguente risparmio per il portafoglio, grazie a bollette meno salate. A livello di prestazioni, questi prodotti non hanno nulla da invidiare ai loro similari dal volume più generoso, in quanto tantissimi sono i programmi da poter impostare e le funzionalità adatte ai più diversi tipi di tessuto. Tutte le lavabiancheria compatte hanno ormai la partenza ritardata, programmi eco e brevi ed avanzati sistemi di sicurezza. Tra i plus dei modelli 2.0 c’è la connessione Wi-Fi, che consente un’interazione evoluta tra macchina ed utilizzatore. È oggi dunque possibile comunicare da remoto con la propria lavatrice e conoscere, attraverso applicazioni per cellulari e tablet, i consumi ed il corretto funzionamento del prodotto, il tutto alla portata di un click.

Articoli su : Lavatrici


  • Lavatrice piccola

    Lavatrici piccole, guida alla scelta La lavatrice piccola, che sia in profondità o in altezza, permette di risparmiare molto spazio nella zona lavanderia e si adatta perfettamente alle varie esigenze o alle nicchie sotto i lavandini.
  • Lavatrici Samsung, innovazione e design

    Lavatrici di ultima generazione Le lavatrici Samsung garantiscono alte prestazioni di risparmio energetico e sicurezza, risultando buoni elettrodomestici di ultima generazione.
  • Lavasciuga slim, soluzione extra compatta per il bucato

    Lavasciuga slim classe a Vuoi risolvere per sempre il problema dell’asciugatura del bucato? Scopri i migliori modelli di lavasciuga slim, la soluzione che in soli 45 cm di profondità ti permette di unire 2 elettrodomestici in