Nuovo concorso per designer al Geodesign di Torino

Torino World Design Capital

Il 30 settembre 2005 l’Icsid, International Council of Societies of Industrial Design, ha conferito alla città di Torino la nomina a prima World Design Capital (capitale mondiale del design), titolo che viene assegnato ogni due anni da Icsid ad una città del mondo che punti fortemente sul design come fattore di crescita economica, sociale e culturale.

Tra le varie iniziative che si alterneranno per tutto il 2008 a Torino con l’obiettivo di offrire al pubblico una visione più chiara del design contemporaneo, vi è anche il concorso per designer  internazionale di idee Torino Geodesign, lanciato in collaborazione con Abitare, la celebre rivista di architettura e design, e curato da Stefano Boeri, Stefano Mirti e Lucia Tozzi.

concorso per designer geodesign

Peugeot Daman u Select 25441 Macinapepe in acciaio INOX e acrilico, 21 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,45€
(Risparmi 7,05€)


Design per creare coesione sociale e culturale

torino world design capital Il concorso presuppone un’idea di design come fattore di coesione sociale e culturale, che coinvolga progettisti, imprese e comunità locali in un comune processo di progettazione, realizzazione e commercializzazione di prodotti e utensili complessi.Lo scopo del concorso per designer, in particolare, è di selezionare i progettisti internazionali che dovranno affiancarsi alle comunità locali e alle imprese dell’area piemontese nella progettazione di utensili complessi, espressione dei differenti stili di vita di un insieme di comunità; oggetti che chiedono attenzione, valorizzazione estetica, sofisticazione tecnologica e efficacia di commercializzazione.

La partecipazione alla competizione internazionale è aperta a designer, architetti, artisti, grafici di tutto il mondo e può essere individuale o di gruppo. Ai partecipanti è richiesto di produrre, entro settembre 2007, una proposta metodologica illustrata riferita ai casi di studio presentati sul website (www.torinoworlddesigncapital.it/geodesign).

  • Cucina bianca moderna e luminosa Affrettati, hai tempo solo fino al 30 giugno per vincere una cucina Ola20 di Snaidero by Pininfarina! Snaidero organizza un concorso legato alla nuova cucina di PIininfarina Ola20: la me...
  • ecoguida rex electrolux Il decennio 2004-2015 sarà per le Nazioni Unite, perciò per tutti noi, la decade dello “sviluppo sostenibile”. Rispettare l’ambiente è una condizione necessaria ...
  • Concorso Ballarini La gastronomia regionale italiana è un patrimonio culturale di immenso valore. Per questoil Ballarini, marchio leader nella fascia alta degli strumenti di cottura antiaderenti, insieme a La Cucina Ita...
  • Glocal Kitchen Domus Academy e Veneta Cucine suggellano il terzo anno di collaborazione presentando il nuovo volume Glocal Kitchen e annunciando il concorso In-Dia Kitchen, riservato a studenti e progettisti indiani...

Moneual MR7700

Prezzo: in offerta su Amazon a: 329,91€


Design & Innovazione

premio dyson Nell’autunno del 2007, dopo aver definito la lista degli utensili complessi da realizzare, la giura di Torino Geodesign selezionerà una serie di progettisti che avranno la possibilità di affiancare i membri di una comunità locale e i rappresentanti di un’azienda piemontese nei workshop sperimentali di progettazione e realizzazione dei progetti selezionati. I documenti grafici, video e fotografici che illustrano la fase di progettazione e realizzazione, insieme con i prototipi e le serie ridotte degli utensili complessi di Torino Geodesign, saranno oggetto di una mostra/bazaar che si svolgerà a Torino, nell’area dello storico mercato di Porta Palazzo, nell’aprile del 2008. Bando di concorso e modalità di registrazione saranno disponibili online.

Per il quarto anno consecutivo, Dyson lancia la sfida al genio italiano con il concorso per designer Design & Innovazione rivolto ai giovani designer per ideare oggetti innovativi di uso quotidiano, che incorporino un’intelligente combinazione di funzionalità ed estetica, guardando al di là delle consuetudini. I progetti dovranno riguardare prodotti industrializzabili riferiti a funzioni dell’abitare, con riferimento specifico al bagno. È questo l’ambiente scelto per la quarta edizione del concorso e che entra a far parte del ciclo inaugurato lo scorso anno con il tema Innovazione in cucina, che selezionerà anno dopo anno gli ambiti del vivere domestico.


James Dyson Award per stimolare i nuovi designer

concorso gamma Il Dyson Design Award, promosso dalla James Dyson Foundation, è stato ideato con l’intento di stimolare i giovani designer a esplorare nuovi modi di pensare e di risolvere i problemi di tutti i giorni, sottolineando la centralità per Dyson dell’innovazione di progetto e di processo come elemento essenziale del design. La partecipazione è aperta a progettisti italiani e/o stranieri indipendenti o interni ad aziende se autorizzati da queste ultime, nati dopo il 1 gennaio 1972. È previsto un premio unico per il progetto selezionato vincitore di 5.000 Euro. Il vincitore del Dyson Design Award parteciperà inoltre alla selezione per il James Dyson Award, competizione internazionale tra i vincitori del Dyson Award di tutto il mondo, che prevede un premio totale di 15.000 Euro. Il modulo di iscrizione on-line e il bando del concorso sono disponibili sul sito www.dyson.it. Gli elaborati dovranno invece pervenire in pacco anonimo entro venerdì, 19 ottobre 2007 presso la Dyson srl, al seguente indirizzo: Via Tazzoli, 6. 20154 Milano.

Progetti di un prodotto innovativo, tecnicamente attuabile, realizzabile con le caratteristiche del poliuretano rigido e/o strutturale: questi gli elementi per partecipare al concorso per designer indetto Gamma Poliuretani srl, in collaborazione con BaySystems Italia Spa del Gruppo Bayer A.G., con il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale, nell’ambito del Premio Oderzo Azienda e Design 2007. Gamma Poliuretani, cliente storico di BaySystems Italia, da anni leader nella produzione industriale, ha scelto di avvicinarsi al mondo del design, senza trascurare però la fattibilità. L'idea richiesta infatti deve saper coniugare i valori estetici con quelli funzionali e concepire la forma di un prodotto industriale in serie.


Nuovo concorso per designer al Geodesign di Torino: Come inviare le proposte creative

Entro il 15 ottobre 2007 professionisti, progettisti italiani e stranieri, designers, architetti, ingegneri e studenti possono partecipare al concorso inviando a Gamma Poliuretani o collegandosi al sito dell’azienda, che contiene tutti i dettagli del band, proposte innovative e attuabili, dal momento che i progetti sono finalizzati alla realizzazione. Le categorie in gara del concorso per designer sono legate ai seguenti settori: mobili, complementi e accessori per la casa, l'ufficio e gli esterni; giochi e articoli per l'infanzia, lo sport e il tempo libero; telefoni; elettrodomestici, TV, HI FI, home video, home theater, idrosanitari, attrezzature per comunità, arredo urbano, segnaletica, allestimenti interni ed esterni di mezzi di trasporto. A dicembre sarà premiata l'idea che risponderà ai criteri di innovazione, intelligenza e creatività, funzionalità, ergonomia, ecologia e impatto ambientale, qualità ed adeguatezza alla produzione industriale di serie, estetica, valori semantici. In palio un monte premi complessivo di 11.000 Euro, ripartito in tre premi per la categoria over 35 e due premi per la categoria under 35.

Istituzioni, Enti, associazioni e ordini professionali uniti in un progetto di alta finalità civica. Veronafiere con Vivi la Casa (in programma nel gennaio 2008) e il Laboratorio per il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali (BALAB), promuovono il quinto Concorso di Artigianato & Design Accessibilità e dislivelli – NO GAP e il quinto Concorso di Interior Design Accessibilità e freetime – BAR senza BARRIERE.

Entrambi i Concorsi sono suddivisi in due sezioni distinte: iscritti agli Ordini degli Architetti, Ingegneri o al Collegio Geometri delle province italiane; studenti. “Elementi innovativi dei concorsi”, spiega l’ing. Ilaria Segala, coordinatrice del Laboratorio BALAB, “sono quelli di aver coinvolto le scuole, oltre agli ordini professionali, e di guardare, come nel primo bando per il “Bar senza Barriere” non solo ai fruitori, come nel caso dei locali pubblici, ma anche ai gestori: può essere diversamente abile anche chi gestisce un locale, non solo un avventore. In generale, guardiamo alla abolizione e rimozione delle barriere architettoniche come un progetto a favore di tutti, anche di chi ha un impedimento solo temporaneo. Pensiamo, ad esempio, a una mamma con la carrozzina o a chi ha subito un incidente che lo costringe per alcuni mesi a una mobilità ridotta o assistita”.