Pavimenti in Gres . Gres porcellanato effetto marmo

Il gres porcellanato è una particolare ceramica a pasta dura, colorata e non porosa, molto utilizzata per la realizzazione di pavimenti e rivestimenti. Il termine francese “gres” indica che la formella è greificata, dunque estremamente compatta e resistente; l’aggettivo “porcellanato” riconduce all’utilizzo del caolino, cioè lo stesso tipo di argilla impiegato per la produzione di porcellana. Contrariamente a quanto accade per le piastrelle smaltate, in quelle in gres porcellanato non si distingue il supporto dalla superficie; questo perché si tratta di un materiale continuo, quindi ogni strato ha le medesime peculiarità e la stessa composizione di quello attiguo. Il gres porcellanato è caratterizzato da un alto livello di impermeabilità, è antigelivo, resiste agli urti e alle sollecitazioni, all’usura e alle scalfitture. Se viene a contatto col fuoco o qualsiasi fonte di calore, ... continua

Articoli su : Pavimenti in gres Sorgenti: l’inizio di una nuova storia!


  • Gres porcellanato effetto marmo, versatile e realistico

    gres effetto marmo Allmarble di Marazzi Il gres porcellanato effetto marmo è un materiale di tendenza che esteticamente somiglia al marmo. Si posa facilmente, resiste agli urti, alle scheggiature, all’acqua, all’umidità ed è anche semplice
  • Gres porcellanato effetto pietra

    Grès porcellanato effetto pietra naturale Resistente agli urti, alle macchie, all'abrasione e agli agenti chimici, il gres porcellanato effetto pietra è anche splendido da vedere
prosegui ... , non si danneggia e non rilascia di sostanze tossiche, inoltre non risente degli sbalzi termici e dell’azione degli agenti atmosferici. Un’altra peculiarità molto apprezzata è il suo “trasformismo”. Grazie all’evoluzione tecnologica, infatti, il gres riproduce perfettamente tutti gli altri materiali: dal legno al cemento, dalle resine alle pietre naturali.

Se quindi avete sempre desiderato un pavimento in marmo, ma il prezzo è stato un limite insormontabile, il gres porcellanato effetto marmo rappresenta l’alternativa ottimale. La resa estetica è più che soddisfacente e il budget necessario si riduce in modo netto. Definito da alcuni produttori “Marmo high tech”, il gres porcellanato effetto marmo “imita” la pregiata pietra di cava e le sue naturali difformità, quindi le variazioni cromatiche e le diverse venature; il risultato consiste in pavimentazioni mai uguali ma sempre raffinate ed eleganti e la differenza rispetto al marmo autentico non è di facile individuazione. La varietà relativa alle dimensioni, ai formati (grandi consensi riscuotono le piastrelle esagonali) e alle colorazioni rende il gres porcellanato adatto ad ambienti sia moderni che più classici: nel primo caso si valorizzano gli arredi essenziali e squadrati, nel secondo si mettono in risalto le linee più arrotondate dei mobili. Generalmente viene posato nella zona living e nel bagno ma non manca chi lo sceglie per la zona notte. Anche negli spazi esterni si rivela un’opzione vincente.

Nella scelta della tipologia di gres porcellanato effetto marmo più adatta alla propria casa bisogna dare la giusta importanza anche alle numerose finiture disponibili sul mercato. Il gres allo stato naturale, per esempio, ha un affascinante aspetto grezzo, appare un po’ opaco, risulta ruvido al tatto ed è di qualità superiore: qualsiasi trattamento, infatti, incide sulle prestazioni. Il gres lappato non presenta alcuna rugosità ed è privo di irregolarità. Grazie alla sua superficie estremamente liscia, supera persino il marmo naturale in termini di lucentezza e brillantezza. Il gres porcellanato smaltato permette la maggiore libertà per quanto concerne le colorazioni e le decorazioni; la smaltatura, inoltre, funge da protezione per la superficie stessa. In tutti i casi il gres porcellanato effetto marmo presenta indiscutibili vantaggi rispetto al marmo tradizionale: non solo è più economico, per quanto peso di meno e comporta anche costi di trasporto minori. A ciò si aggiungono una maggiore resistenza meccanica, se valutata a parità di spessore; una maggiore resistenza alle escursioni termiche, ai cicli di gelo e disgelo e all’umidità; una maggiore inerzia chimica. In virtù del bassissimo grado di assorbimento di acqua, nonché della notevole resistenza all’abrasione e alla flessione, la manutenzione di questo materiale appare molto semplice. Per la pulizia giornaliera si consiglia di utilizzare detergenti non aggressivi evitando, di contro, cere e oli profumati. Solo periodicamente, o per eliminare uno sporco ostinato, si possono usare prodotti più “energici” e anche abrasivi, però risciacquando il pavimento con cura e più volte.