Piani cucina, come scegliere materiali e stile

Piano lavoro cucina

La scelta dei piani di lavoro della cucina è da valutarsi con attenzione. Sono indubbiamente la parte più esposta e più sfruttata della cucina stessa, quella maggiormente sottoposta all’uso quotidiano. I fattori che entrano in gioco nella scelta sono perciò diversi: resistenza, praticità d’uso e facilità di pulizia, ma anche il gusto personale e la resa estetica.

Sono quindi determinanti per la scelta dei piani cucina, materiali e stile.

Per quanto riguarda i primi, la ricerca è sempre attiva, per garantire elevate prestazioni di resa e funzionalità. I materiali scelti devono essere in grado di resistere ad abrasioni, urti, calore, liquidi e detergenti comuni.

Fra i materiali più scelti per i piani cucina troviamo al primo posto il laminato. Certamente si tratta della scelta più economica, che garantisce un ottimo rapporto qualità/prezzo. Facile da pulire, resistente ai graffi e alle sostanze acide, come l’aceto o il vino, è per questo uno dei preferiti e tra i più venduti. Permette inoltre di scegliere fra un’ampia gamma di stili e finiture, in quanto si presta a imitare a livello estetico altri materiali considerati più nobili, quali legno, pietra e così via.

Un esempio versatile è la cucina Artematica Multiline di Valcucine, realizzata in laminato stratificato "multiline" lasciato a vista sul bordo delle ante e disponibile in 32 colorazioni

Piano lavoro cucina

FMD Möbel 930-001 - Armadietto Denia, 20 x 61 x 45 cm, bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48,12€
(Risparmi 81,88€)


Top cucina materiali

  • cucina Brava in Corian® di Lube
  • Cucina 36e8 di LAGO
  • Cucina Twenty di Modulnova
Per chi non si accontentasse del piano cucina in laminato, che sebbene fra i più economici e venduti presenta delle limitazioni, quali ad esempio la scarsa resistenza al calore, l‘offerta dei materiali presenta numerose alternative fra le quali scegliere il proprio piano cucina. Una di questa è costituita dai piani in materiali compositi. Fra i più noti, le mescole a base di resine e quarzo, come Okite® o Silestone® e quelle a base di idrossido di alluminio, come il Corian®.

In alternativa, si può optare per materiali più classici e tradizionali, come il legno massello o le pietre naturali, in particolare marmo e granito. Ognuno di questi presenta pregi e difetti, nonché diverse caratteristiche di manutenzione. Se i primi sono molto resistenti all’abrasione e agli urti, sono allo stesso tempo sensibili al calore e alle sostanze acide. Punto debole, questo, anche per quanto riguarda le pietre naturali. Le pietre presentano certamente il vantaggio di offrire un’eccellente resa estetica e un’ottima resistenza alle alte temperature, ma richiedono maggiore manutenzione, come anche il legno, a sua volta sensibile invece all’umidità, ai graffi e all’infiltrazione di liquidi.

A ciascun materiale, quindi, va associata la sua corretta manutenzione.

In foto:

Cucina Brava in Corian® di Lube. Offre altre prestazioni igieniche e si pulisce con facilità, resistendo anche a spugne abrasive. Prezzo: su richiesta, in base alla misura.

Cucina 36e8 di LAGO, disponibile in varie finiture: vetro, Laminglass, quarzo, Wildwood, monolito, acciaio e acciaio Steel+.

Cucina Twenty di Modulnova, realizzata con pannello rivestito di rovere, bordato legno su quattro lati e verniciato con tinte a base di oli naturali e top in pietra piacentina fiammata.


  • piani cucina in okite Al momento della progettazione e dell'acquisto della vostra cucina, una scelta da ponderare con attenzione è quella del materiale che destinerete al top, o piano, dei vostri mobili. Sui top cucina, in...
  • piano lavoro della cucina Quando scegliamo una cucina dobbiamo tenere conto di molti aspetti importanti e soprattutto dobbiamo ricordare che la cucina è il luogo dove passiamo la maggior parte del nostro tempo, i cui component...
  • vasca in corian Il Corian® è un composito avanzato per superfici da arredamento e architettura dalle prestazioni superiori e grande versatilità progettuale, prodotto da DuPont. Il suo...
  • Silestone Per piano cucina s’intende sia il piano cottura, vale a dire i fuochi elettrici o a gas sui quali cuocere gli alimenti, sia, in lato, i top d’appoggio per cucinare. In genere, il piano di lavoro cucin...

Kinse® moderna unico rubinetto a muro a scomparsa cascata, ceramica ottone valvola + rubinetto quadro maniglia per il bagno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,98€
(Risparmi 48,9€)


Top per cucine

arrex cucina opale In base alla spesa che si è disposti ad affrontare, la scelta dei piani cucina oscilla fra i materiali e lo stile. Il materiale che si deciderà di adoperare, determinerà non solamente la resa e le prestazioni del top, ma anche le sue caratteristiche estetiche.

Di recente si è assistito in questo senso alla diffusione di alcuni materiali meno tradizionali, ma meno costosi dei compositi ad alte prestazioni. Un esempio è l’acciaio inox, tornato di moda non solo per via della sua estrema praticità e della sua alta resistenza al calore, ma anche per lo stile moderno ed “industriale” che conferisce all’intero ambiente cucina. La tendenza a uno stile più tecnico si riflette anche nella scelta del cemento, materiale di recente tornato alla ribalta per via del suo fascino vintage. Resistente e decisamente più economico rispetto ai piani di pietra o in composito, garantisce versatilità e grande flessibilità, permettendo di ricreare forme e stili altrimenti molto costosi o non realizzabili con altri materiali e di sbizzarrirsi con il fai da te.

In foto: cemento materico ecologico per la cucina Opale di Arrex


Piani cucina, come scegliere materiali e stile: altezza piani cucina

doimo cucine Determinanti per l’usabilità dei piani cucina, oltre a materiali e stile, sono le altezze degli stessi. In nessun altro ambiente della casa, infatti, è così importante poter compiere le diverse azioni necessarie alla preparazione del cibo, in maniera comoda e sicura. L’altezza dei top cucina è subordinata a quella della base sottostante. Generalmente, questa segue uno standard di circa 85 cm, piano di lavoro escluso, sebbene di recente si sia registrata la tendenza delle basi ad altezza ridotta, intorno ai 60cm. Lo spessore del top può essere quindi scelto in base a diversi criteri: l’altezza della persona che lo utilizza, l’altezza dei pensili o, più semplicemente, per una scelta più orientata al design.

Cucina materia di Doimo cucine, con piano in in Fenix NTM®, materiale tecnico dalle elevate prestazioni. Idrorepellente, resistente al calore, ai graffi (eventualmente riparabili) e anti impronta, ben si presta ad essere utilizzato anche come schienale della zona operativa.