Piccoli Elettrodomestici : Bistecchiera

La bistecchiera è un elettrodomestico molto versatile in cucina, che permette di variare le modalità di cottura più utilizzate tra i fornelli, dando così la possibilità di portare in tavola una grande diversità di piatti, dagli hamburger agli spiedini, dalle bistecche alle salsicce, sino a pesce cotto alla griglia ed a verdure gratinate. Abbrustolire un toast spezza fame come pure dorare e cuocere a puntino un elaborato secondo piatto sarà semplice e veloce, grazie alla praticità di questo strumento, che nel corso degli anni ha visto molte evoluzioni in fatto di tecnologia ed accessori. Di bistecchiere ne esistono davvero di tanti tipi e l’imbarazzo della scelta potrebbe portare ad errori di valutazione prima dell’acquisto. Occorre dunque capire l’uso che se ne farà ed il budget a disposizione. Per individuare quale utensile da cucina fa al proprio caso, partiamo col definire le diverse tipologie di prodotto. Abbiamo in commercio bistecchiere elettriche e bistecchiere tradizionali. Quelle classiche si differenziano per il materiale, se ghisa, alluminio, antiaderente, oppure pietra ollare.

La ghisa è di certo un materiale molto resistente e prestante, non soggetto a sbalzi di temperatura. Impiega abbastanza tempo per scaldarsi ma una volta raggiunta la temperatura ottimale la mantiene a lungo. Ciò consente di cuocere con omogeneità i cibi, in quanto il calore viene rilasciato in modo graduale e costante. Una griglia in ghisa è però molto pesante e per questo occorre indirizzare l’acquisto verso modelli compatti e non troppo ingombranti. La superficie ondulata e scanalata della bistecchiera in ghisa permette di raccogliere sul fondo i liquidi di cottura delle pietanze ed un agevole beccuccio perimetrale consente di scolare ed eliminare l’eccesso di liquido dalla padella. Differenti sono i prodotti realizzati in alluminio o materiali antiaderenti. Sono infatti più leggeri e maneggevoli e possono quindi essere acquistati anche di dimensioni notevoli. Possono poi presentare una superficie liscia o ondulata e non necessitano di grassi o oli per cucinare gli alimenti, data l’antiaderenza del fondo. Unico neo è che, a differenza della tradizionale ghisa, non mantengono a lungo il calore e sono soggetti a sbalzi di temperatura quando si adagiano sul fondo gli alimenti da cucinare.

Molto più prestanti e multifunzione sono le bistecchiere elettriche, una categoria di piccoli elettrodomestici molto utilizzata in cucina, in quanto permette di realizzare cibi cotti come sul barbecue, anche quando la stagione e le temperature esterne non permettono di organizzare divertenti e conviviali cene in famiglia e con amici. A differenza dei prodotti precedentemente descritti, queste presentano due parti, entrambe dotate di piastre con resistenza elettrica, in modo tale che i cibi possono essere cucinati simultaneamente su entrambi i lati, senza dover occuparsi di girare le pietanze per rosolarle su tutte e due le superfici. Al contrario ed in modo molto versatile, se le due piastre non vengono sovrapposte ma affiancate, la superficie di cottura si raddoppia e possono essere cotti più cibi contemporaneamente. In commercio troviamo una grande varietà di prodotti, dai modelli più semplici ed economici, a soluzioni altamente innovative, ricche in funzioni, addirittura corredate da apposite applicazioni digitali completamente dedicate. Uno dei primi elementi da tenere in considerazione prima dell’acquisto è la presenza o meno del termostato regolabile, per impostare la temperatura di cottura, cosa non possibile in una padella tradizionale. Al termostato è sempre accompagnato un timer che, con un segnale luminoso e sonoro, indica il termine di cottura.

Ma un fattore assolutamente da non trascurare è di certo la potenza delle resistenze elettriche, che può variare da 1000 sino a 2000 W. Maggiore potenza corrisponde maggior velocità di riscaldamento e migliori prestazioni in termini di resa e di qualità della cottura. Per i più esigenti ci sono modelli multifunzione che permettono di realizzare diverse tipologie, o meglio, posizioni di cottura, e di comunicare con l’elettrodomestico attraverso un display intelligente. Le varianti più “avveniristiche” hanno sensori automatici che, in base allo spessore ed al numero di alimenti posti sulla piastra, regolano tempi e temperature di cottura, in base anche al programma selezionato, che può essere dedicato alla cottura del pesce, piuttosto che del sandwich o della carne rossa. Controllare inoltre con quale materiale sono realizzate le piastre, se alluminio o teflon o altro, e le sue modalità di pulizia

Articoli su : Piccoli Elettrodomestici


  • Bistecchiere elettriche

    Bistecchiere elettriche di buona qualità, facili da usare, economiche e sicure per cucinare velocemente, e soprattutto in modo sano, carne, pesce e verdure.