Piccoli Elettrodomestici : Bollitore

Un semplice elettrodomestico, piccolo ma molto utile, soprattutto se siamo amanti di tè e tisane, si tratta del bollitore elettrico, ovvero di una caraffa agganciata ad una base con resistenza elettrica, all’interno della quale far bollire e riscaldare l’acqua, per ottenere velocemente e con facilità una calda bevanda, che sarà sempre pronta al momento giusto. Se abbiamo poco tempo a disposizione per prepararci il tè a colazione, se ci piace avere sempre pronto il nostro quotidiano orzo in tazza grande e se amiamo riscaldare le fredde sere d’inverno con una rilassante tisana digestiva, da assaporare davanti alla nostra serie televisiva preferita, investire un po’ del nostro denaro in un moderno elettrodomestico di questo tipo sarà sicuramente la cosa migliore da fare. Ma per indirizzare bene la nostra spesa, occorre avere un’idea generale di quelli che sono i prodotti attualmente in commercio. In linea di massima si può dire che il catalogo merceologico è molto vasto. Troviamo tantissime marche e modelli, diversi per design e materiali, per potenza e dimensione, ognuno capace di soddisfare necessità diverse.

Se la prima cosa che notiamo in un piccolo elettrodomestico come questo è il prezzo, possiamo affermare che un prodotto di media qualità si attesta attorno a 50,00 euro. Sicuramente il costo del prodotto scaturisce da molti fattori, come: i materiali impiegati e la loro qualità, la potenza espressa in Watt delle resistenze elettriche, direttamente proporzionale alla velocità di riscaldamento dell’acqua ed il marchio, più è noto e più pagheremo il fatto di portare a casa un prodotto pubblicizzato e testato, garantito e sicuro. Essendo poi, il bollitore, un elemento da lasciare sul piano di lavoro in cucina, la sua presenza scenica e quindi l’estetica ed il design incideranno sul costo del prodotto. Molto in voga sono in questo periodo i modelli che richiamano le teiere d’antan, dalle forme vintage e morbide, rivisitate in chiave ergonomica ed attuale, magari graduate in scale cromatiche dai tenui colori pastello. Allo stesso tempo, timeless e sofisticati sono anche gli articoli top di gamma realizzati in acciaio, dalle linee essenziali ed asciutte, dal forte rigore minimale.

Al di là dell’estetica, guardando il lato pratico, il bollitore va scelto anche in base alla sua capacità espressa in litri. La dimensione della caraffa ci permette di preparare da un minimo di due tazze ad un massimo di sei/otto porzioni di bevanda. Si parte da capacità uguali o inferiori ai 0,5 litri per i modelli più piccoli, a prodotti molto più comuni con capienza sino a 1,2 litri, grazie ai quali è possibile riscaldare acqua per tutta la famiglia. Non mancano poi versioni XXL che possono contenere anche 2 litri d’acqua. Molti modelli presentano la caraffa totalmente o parzialmente trasparente e graduata, per regolare la quantità di acqua inserita. Ecco che il materiale con cui è realizzato il contenitore influisce sulla visibilità o meno del contenuto. Troveremo prodotti realizzati completamente in resistente e lucente acciaio inox, decisamente indistruttibili, come pure più leggeri e pratici bollitori in materiale plastico, colorato oppure trasparente, l’importante è controllare la qualità e la sicurezza del tipo di plastica impiegato. Non mancano poi prodotti con caraffa in vetro pyrex. Al di fuori del materiale del contenitore, si noterà spesso che il manico dell’impugnatura è realizzato in un altro materiale, che deve essere estremamente isolante e quindi assicurare una comoda e sicura presa.

In termini di potenza si parte da un wattaggio di 1000/1500 W sino a 2500 circa, potenze che non influiscono assolutamente sul consumo di energia elettrica, in quando il funzionamento della macchina è molto rapido, dato che in pochissimi minuti l’acqua raggiunge l’ebollizione. Inoltre, grazie allo spegnimento automatico, presente su molti articoli in commercio, non si rischierà di lasciare accesa la macchina a lungo, consumando energia. A proposito di funzionalità e dotazioni, oltre allo spegnimento automatico, troviamo anche il programma di mantenimento del caldo e la presenza del filtro anticalcare estraibile. Utile è inoltre l’esistenza del vano raccogli cavo, che permette di utilizzare solo la lunghezza di cavo elettrico necessaria, senza lasciare in disordine il piano di lavoro con i fili a vista. Come pure molto pratico è il connettore a 360°, che permette di adagiare la caraffa alla sua base in ogni posizione, senza bisogno di individuare il corretto punto d’aggancio.

Articoli su : Piccoli Elettrodomestici