Piccoli Elettrodomestici Macchina per il pane

Se si hanno poco tempo ed energie da spendere tra i fornelli, ma si desidera portare in tavola pane in cassetta sempre fresco tutti i giorni, un’ottima idea per realizzare questo sogno è l’acquisto di una moderna macchina per il pane. Questo elettrodomestico consente di impastare e cuocere, in differenti modalità e con diversi gradi di doratura, tantissime tipologie di pane, da quello bianco ed integrale a quello senza glutine e con cereali, da quello con semini e farine speciali ai dolci. Inoltre, è anche possibile impastare la base per la pizza e preparare la pasta fresca, sino a realizzare marmellate e yogurt. Sicuramente i cultori del pane fatto in casa con metodo tradizione sbarreranno gli occhi nel pensare che la meticolosa e lunga, quanto gratificante e difficile azione dell’impastare sia gestita da una macchina, ma la presenza di questo strumento in cucina semplifica e velocizza questo elaborato quanto strutturato processo di mescolamento ed aggregazione omogenea dei vari ingredienti. Gli unici due compiti dell’utilizzatore sono quello di inserire gli ingredienti all’interno dell’elettrodomestico ed impostare il giusto programma di funzionamento per azionare la macchina.

Per avere sempre nuove idee in cucina e per i meno esperti, non mancano ricettari inclusi nella confezione, che permettono di utilizzare al meglio la macchina ed individuare con facilità il tipo di funzionamento. Se l’idea di acquistare una macchina del pane è tra le vostre priorità, è necessario chiarire alcuni aspetti che caratterizzano i prodotti presenti in commercio, al fine di indirizzare il proprio budget verso il modello ideale. Se l’utilizzo del macchinario è quotidiano o frequente, ottimale è l’acquisto di un prodotto dalle prestazioni elevate e dall’alta potenza. Si passa da prodotti con motore a 500 W sino a potenze di 2000 watt. Tale valore influenzerà la capacità di lavorazione dell’impasto da parte delle pale e la velocità di riscaldamento delle resistenze per la cottura del pane. Da tenere a mente è anche il quantitativo di pane che si intende solitamente cucinare. Esistono infatti modelli che arrivano a lavorare impasti di peso massimo sino a 2 kg e prodotti più compatti con capacità massima di 500 g. Ci sono poi macchine di media gamma che danno modo di selezionare diverse impostazioni di peso e diversi gradi di doratura, per venire incontro alle più svariate necessità culinarie.

Per monitorare l’andamento del lavoro, molti prodotti sono anche forniti di oblò superiore e per realizzare impasti più elaborati consentono anche l’inserimento di ulteriori ingredienti lungo le diverse fasi di lavorazione dell’impasto. Per rendere ancora più versatile l’uso del macchinario, ci sono modelli che presentano la partenza ritardata che, una volta caricati gli ingredienti base, permetterà di portare in tavola pane appena cotto all’orario desiderato. Sempre per il piacere del palato, la funzione di mantenimento del caldo consente di conservare il pane tiepido a lungo. Le varie funzionalità sono programmabili attraverso un display posto nella parte superiore, dal quale azionare tutti i programmi preimpostati, che possono anche essere più di venti. I modelli più all’avanguardia sono riforniti di diversi accessori, come forme e stampini, per dar vita ad una grande varietà di baguette e panini.

Molto importante è l’osservazione dei materiali con cui il prodotto ed i suoi accessori sono realizzati. Si dovranno preferire materiali solidi e resistenti, non facilmente deteriorabili. I più utilizzati sono l’acciaio e le materie plastiche. Anche le dimensioni contano. Questi elettrodomestici occupano uno spazio abbastanza considerevole, se si pensa che il carico viene fatto dall’alto e che la macchina riscaldandosi durante il suo funzionamento necessita di un po’ di spazio libero attorno a sé. Da preferire è però una macchina per il pane con sviluppo orizzontale, dotata di due pale all’interno, pale in grado di lavorare l’impasto in modo più omogeneo rispetto a modelli verticali composti da una sola lama. Il prezzo? Dipende da tutti i fattori appena descritti, oltre che dal marchio produttore. Scegliere un brand noto è sinonimo di garanzia di un prodotto di qualità, sicuro, nonché di una efficace assistenza post vendita, nel caso ci si imbatti in cattivi funzionamenti del macchinario o in imprevisti. In linea di massima parliamo di prezzi attorno a 100,00 euro per modelli di fascia medio alta.

Articoli su : Piccoli Elettrodomestici