Porte per Interni blindate

Le porte blindate non sono tutte uguali. Il termine blindato è un termine specifico che può essere utilizzato solo in determinati casi. Non basta infatti che il serramento esterno sia robusto, durevole e munito di speciali serrature, occorre infatti che il portone risponda rigorosamente a dei requisiti e a degli standard normativi, che devono poi essere certificati dal produttore. Oggi più che mai vivere in una casa sicura è una prerogativa indiscutibile. Sia che si viva in un appartamento condominiale in città, che in un isolato casale in campagna, proteggere se stessi ed i propri beni da eventuali aggressioni di malintenzionati permette di vivere quotidianamente i propri spazi domestici con maggior confort e relax, avendo la sicurezza di essere circondati da efficaci dispositivi di antieffrazioni. Dato che i furti negli appartamenti sono costantemente all'ordine del giorno in quasi tutti i contesti abitativi e sociali, il primo passo per blindare la propria casa è adottare serramenti esterni di sicurezza, attraverso i quali i malviventi non riescano ad entrare. Passo successivo è dotare le quattro mura di un adeguato impianto d'allarme all'avanguardia che, di notte ed in nostra assenza, faccia la "guardia" alla nostra proprietà.

Ma ritorniamo alle porte blindate. Si parlava di requisiti e dotazioni minime che un portone di ingresso deve avere per essere definito blindato. Tutte queste caratteristiche tecniche sono normate da direttive comunitarie, che classificano i blindati in diverse Classi di appartenenza, che vanno dalla classe 1 alla classe 6, in base al grado di sicurezza del prodotto. Queste classi ci danno già un primo parametro per individuare il portone d'ingresso più adatto alle nostre necessità abitative. Prendiamo ad esempio la Classe 1. Una porta inserita all'interno di questa categoria sarà facilmente scassinata da chi utilizza attrezzi manuali per introdursi in casa, in quanto è in grado di resistere solamente alla forza fisica. Acquistando invece un prodotto di classe 3 si potrà godere di maggiore tranquillità, in quanto il blindato sarà in grado di superare in modo positivo tentativi di intrusione che utilizzino anche arnesi particolari, come piede di porco e cacciavite. Quindi, già una porta antieffrazione in classe 2 o 3 può essere ideale per chi vive in condomini o in case di tipo signorile. Le classi più alte sono normalmente destinate a negozi, banche e gioiellerie, ma nulla vieta di adottare questi prodotti anche per usi abitativi.

Ovviamente, ad ogni grado di sicurezza corrisponde un range di prezzo che identifica ogni classe. E' naturale che un prodotto in classe 5 o 6 sia economicamente molto più oneroso che un più comune manufatto in classe 2 o 3. Generalmente, questi ultimi, usati nei contesti abitativi, si collocano in una fascia di prezzo che va dalle 1.000,00 alle 1.500,00 euro, al netto di iva e montaggio. Il montaggio è un argomento a parte, in quando molto dipende da che tipo di struttura muraria ci troviamo a proteggere. In linea di massima, il montaggio di un blindato su una struttura in muratura, che non necessiti di adeguamenti strutturali o di opere edili, si attesta su una spesa di circa 100,00/150,00 euro. Le spese per la fornitura e la posa in opera di un blindato, che per alcuni possono sembrare anche elevate, rientrano tra quelle sostenute per migliorare i livelli di sicurezza abitativi ed utili a prevenire il rischio di atti illeciti da parte di terze persone, e quindi rientrano tra quelle inseribili all'interno delle detrazioni fiscali IRPEF.

Le porte blindate poi, oggigiorno permettono anche un ottimo risparmio energetico e garantiscono un buon isolamento acustico. Analizzando i certificati emessi dai produttori infatti si troveranno vari parametri tecnici con relativi valori ed unità di misura, che ci mostrano in modo oggettivo la trasmittanza termica del portone e il grado di isolamento acustico. Più è basso il valore di trasmittanza più la porta permetterà un buon risparmio energetico, evitando la dispersione di calore verso l'esterno, calore prodotto dai dispositivi di riscaldamento domestico. Elevati valori di isolamento acustico invece ci indicano che il serramento è in grado di abbattere notevolmente il rumore proveniente dall'esterno. Non da ultimo, le porte antieffrazione di ultima generazione giocano molto anche sul design oltre che sulle prestazioni tecniche. Possiamo infatti trovare eleganti blindati rivestiti sia internamente che esternamente nelle più diverse finiture, capaci sia di adattarsi all'architettura esteriore dell'edificio che al layout interno dell'abitazione. Decori personalizzabili, pannelli di finitura particolari, vetri di sicurezza a coronamento del serramento, danno mo

Articoli su : Porte per Interni


  • Porte guida alla scelta

    Porte interne In un ambiente interno posso essere inserite vari tipi di porte. Attualmente in commercio ne esistono di tutte le forme, materiali e colori. Quelle più diffuse sono ad anta battente, ma possono anche