Ristrutturazione Casa : vetrocemento

Quale può essere un modo intelligente e originale per costruire delle pareti divisorie che non impediscano il passaggio della luce e che permettano di dare una forte caratterizzazione all'ambiente, grazie al loro aspetto che le fa diventare veri e propri elementi d'arredo? La soluzione più comoda e interessante è quella di ricorrere al vetrocemento, un particolare materiale da costruzione trasparente, che è stato sviluppato all'inizio del 1900 come soluzione per poter dare abbastanza luminosità all'interno degli edifici industriali. Questo materiale è stato realizzato legando tra loro due vetromattoni, composti da due lastre di vetro, uniti tra loro con l'utilizzo di giunti di cemento armato. Questo metodo permette di conferire al vetrocemento una notevole resistenza, oltre che un buon potere isolante; la robustezza che contraddistingue il vetrocemento permette di impiegarlo per la realizzazione di pareti di tamponamento, ... continua

Articoli su : Prodotti Fassa Bortolo, in linea con le tendenze


prosegui ... , ma anche per porzioni di solai trasparenti.

Dopo essere stato utilizzato come elemento utile per gli edifici industriali, il vetrocemento ha trovato larga applicazione in ambito residenziale, con l'apprezzamento di architetti e progettisti che ne hanno colto l'elevato potere decorativo. I mattoni in vetro, infatti, consentono di chiudere una parete mantenendo la possibilità di avere il passaggio della luce, fattore fondamentale per un buon comfort abitativo. Al contempo, la particolare conformazione del vetromattone non permette una visione nitida di ciò che avviene nell'ambiente adiacente, preservando la necessaria privacy. A dispetto di quello che si può pensare, il vetrocemento mostra un elevato grado di resistenza ai possibili urti, fattore non certo secondario, quando si realizzano pareti e solai che devono garantire solidità e sicurezza.

La diffusione del vetrocemento ha avuto un ulteriore incremento, anche grazie al fatto che sono stati prodotti vetromattoni di diverso colore e con molteplici finiture, fattore che ha accresciuto ulteriormente il potere decorativo dei mattoni in vetro. Questo speciale materiale edile presenta numerosi vantaggi, dati dalla sua robustezza, unita all'impermeabilità e all'elevato potere isolante, grazie alla camera d'aria che si forma tra i 2 strati di vetro; tutto questo consente di applicare il vetrocemento sia in esterni che all'interno degli edifici, per la realizzazione di pareti divisorie di grande bellezza.

Grazie alla sua struttura, il vetromattone si presta ad essere impiegato anche come materiale per costruire la zona doccia nei bagni, garantendo privacy e luminosità, aspetto fondamentale, soprattutto nel caso di secondi bagni privi di finestre. Con l'inserimento di una parete in vetrocemento si consente il passaggio della luce dalla stanza adiacente al bagno, guadagnando in comfort e fruizione degli spazi. Lo stesso concetto è applicabile per realizzare pareti in vetrocemento per corridoi e zone di passaggio, che guadagneranno fascino e carattere grazie alla presenza dei mattoni di vetro; questi, infatti, possono essere posati anche come particolare elemento decorativo, scegliendo di impiegare mattoni in vetro di differente colore, per la realizzazione di effetti originali. Oltre al colore, poi, il vetrocemento può presentare differenti finiture della superficie, passando dal liscio al satinato o all'ondulato, così da ottenere un ulteriore decorazione della parete.

E' bene ricordare che una parete in vetrocemento va considerata esattamente come una parete piena in mattoni, quindi, per la sua costruzione, è necessario disporre di tutte le autorizzazioni richieste dai regolamenti edilizi del comune in cui si trova l'edificio. Un vetromattone, di solito, ha uno spessore di 8 cm, che raddoppia nel caso in cui si scelga un tipo di vetrocemento particolare, realizzato doppio, per ottenere un maggior grado di isolamento. Per quel che riguarda le dimensioni delle formelle di vetrocemento, quelle più utilizzate possono avere dimensioni di 19, 24 o 30 cm per lato. La forma dei mattoni in vetro è solitamente quadrata, ma esistono anche elementi speciali, come quelli triangolari, per particolari lavorazioni. La posa dei vetromattoni è piuttosto semplice, ma è necessario sapere che essi non sono autoportanti e per altezze superiori al metro è indispensabile utilizzare appositi telai di sostegno, oltre a dei tondini da inserire nella malta dei giunti per rinforzare l'intera struttura. Il vetrocemento non può essere impiegato per la realizzazione di murature portanti perchè non presenta caratteristiche tecniche adeguate, ma è perfetto per muri di tamponamento o per solai che permettano il passaggio della luce tra due livelli distinti. La superficie che può essere realizzata con il vetrocemento senza bisogno di particolari calcoli strutturali non dovrebbe avere dimensione superiore ai 15 metri quadri.