Ristrutturazione Casa Recupero sottotetto

Chi dispone di una vecchia soffitta ed ha intenzione di rivedere la conformazione della propria abitazione, può ben pensare di ristrutturare questo spazio attraverso il recupero del sottotetto. Recuperare il sottotetto significa dare nuovo valore abitativo a questo angusto ambiente e conseguentemente regalare un maggiore valore economico alla propria casa, che si arricchirà di uno spazio aggiuntivo, da adibire alle più diverse destinazioni d'uso. Le leggi nazionali e regionali incentivano il riuso dell'esistente per evitare lo spreco di nuovo territorio, e lo fanno attraverso una normativa ampia e ben identificata, che negli ultimi anni si è arricchita anche di un ulteriore legge: il Piano Casa Regionale. Ogni singola regione infatti, permette di recuperare ai fini abitativi il sottotetto modificando anche la sagoma della copertura, ... continua

Articoli su : Prodotti Fassa Bortolo, in linea con le tendenze


  • Recupero sottotetto ad uso abitativo

    Legge sottotetti Trasformare un sottotetto polveroso e quasi inutilizzato nella nostra nuova casa non è un miraggio ma un obiettivo a portata di mano. Vi spieghiamo come fare dal punto di vista normativo e operativo.
prosegui ... , con sopraelevazioni ed ampliamenti. Vi sono valori minimi da osservare, come le altezze dei locali e prescrizioni igieniche da seguire, nonché norme sismiche da rispettare e la situazione cambia anche alla zona urbanistica in cui si colloca il manufatto edilizio.

Per dimenarsi in questo ampio ambito normativo occorre senza dubbio rivolgersi ad un tecnico, che valuti prima di tutto la fattibilità dell'opera e traduca economicamente l'intervento, attribuendo a questo un costo. Al di là delle più impegnative opere di sopraelevazione previste dal Piano Casa, trasformare un sottotetto in una mansarda abitabile, senza cambiare inclinazioni delle falde e senza aumentare l'altezza dell'immobile, è possibile se si rispettano delle norme essenziali, che vertono fondamentalmente sull'altezza dei locali sottotetto e sulla corretta illuminazione ed aerazione degli ambienti ai fini igienici. Il recupero del sottotetto passa dunque attraverso una valutazione piuttosto semplice delle altezze interne, che il linea di massima, salvo diversa indicazione da piano regolatore generale, si traduce nei seguenti valori minimi: altezza degli ambienti abitabili 2,70 m, altezza interna dei locali di servizio, come bagni e corridoi, 2,40 m. Al di sotto di tali valori non si hanno i requisiti minimi di abitabilità.

Sul piano igienico, basilare è il rispetto del seguente rapporto: la superficie della finestra di ogni locale deve essere pari o maggiore ad 1/8 della superficie pavimentata della stanza stessa. Tale serramento dovrà garantire sia il passaggio di luce che di aria. Di solito i vecchi sottotetti in disuso difficilmente presentano questa caratteristica, ed ecco qua che si ipotizza la realizzazione di lucernai e finestre per tetti, che oltremodo garantiscono una maggiore e migliore illuminazione rispetto ad un serramento montato a parete, in quanto la luce naturale è prevalentemente di tipo zenitale. Altra possibilità progettuale da valutare nel recupero del sottotetto è quello di realizzare dei terrazzi a tasca, posizionati perimetralmente all'abitazione, i quali sfruttano in modo intelligente le altezze più basse della mansarda per ricavarne un piccolo spazio all'aperto, accessibile con portefinestre, che oltretutto permette di godere dei spesso magnifici panorami di cui sono provvisti gli ultimi piani delle abitazioni. Con questi semplici accorgimenti si potrà trasformare con intelligenza e piacevole estetica l'aspetto architettonico della propria mansarda.

Una volta individuato il progetto strutturale e quello architettonico e predisposta la documentazione da presentare in comune per gli atti autorizzativi, si parte con il progetto d'arredo, che prevede l'individuazione della destinazione d'uso degli ambienti. Il recupero del sottotetto potrà trasformare la mansarda, ad esempio, in un'aggiuntiva zona notte, o in un elegante home office. Gli spazi di altezze limitate possono strategicamente essere accessoriati con armadi e cabine armadio, ripostigli e librerie a tutta parete. L'accesso diretto dal piano sottostante alla nuova mansarda potrà avvenire con una lineare scala autoportante o con una più compatta scala a chiocciola, in legno o in metallo. In base alle esigenze, potrà essere demolita una quota parte del solaio interpiano per trasformare il locale sottostante in uno spazio a doppia altezza, dall'aspetto elegante e ricercato. Questo spazio fruirà così di maggiore luce e di una splendida ariosità. Prima di utilizzare gli spazio così trasformati dovrà essere certificata l'agibilità del sottotetto e richiesto il cambio di destinazione d'uso dei nuovi locali ristrutturati.