Tappeti bambini

Hanno colori accesi, forme divertenti e superfici tattili e morbide, i tappeti per bambini sono non solo elementi d’arredo ma una base concreta sulla quale passare intere giornate a colorare, giocare, disegnare, crescere e gattonare. In commercio esistono diverse tipologie di tappeti per camerette, passiamo dai modelli in tessuto, da posizionare come scendiletto, perfetti per i ragazzi più grandi, a particolari modelli, dal maggiore spessore e dalla superficie più elastica, ideali per i bambini più piccoli e per i neonati. In entrambi i casi, ma soprattutto in queste ultime versioni, la possibilità di igienizzare con semplicità la superficie del tappeto è una caratteristica da tenere sempre in considerazione. Difatti, residui di cibi e bevande, polvere, macchie e segni di pennarelli sono facilmente riscontrabili su ogni tappeto per cameretta che si rispetti. Acquistare un idoneo tappeto per bambini, ... continua

Articoli su : Tappeti


prosegui ... , soprattutto se questi stanno imparando a camminare, apporta per di più un altro vantaggio, la sua consistenza morbida attutirà le accidentali cadute che frequentemente si verificano in questa delicata fase evolutiva. Se la sicurezza fisica del proprio bambino è fondamentale per un genitore, lo è anche la sicurezza igienica del prodotto. Occorre fare attenzione alla provenienza del modello prima dell’acquisto, alla tipologia di materiali utilizzati ed alle certificazioni presenti. Già solamente la presenza del simbolo CE dovrebbe assecondare i timori dei genitori più apprensivi sull’assenza di sostanze tossiche all’interno del tappeto.

Abbiamo dunque visto che facile manutenzione e massima sicurezza sono parole d’ordine fondamentali quando parliamo di tappeti per bambini, e ciò va a pari passo delle parole: gioco ed apprendimento. La presenza di strade e percorsi disegnati sulla superficie del tappeto incoraggia il bambino a giocare con macchinine ed aeroplanini, che percorreranno e sorvoleranno l’area di gioco in splendidi percorsi acrobatici, mentre scenari di villaggi ed animali daranno vita a storie fantastiche tutte da interpretare. La fantasia si accende ed il piccolo avrà davanti a sé uno spazio libero, sicuro, caldo e morbido sul quale “lavorare” giocando, sia in posizione seduta che distesa.

L’apprendimento invece nasce quando sui tappeti per bambini troviamo lettere, numeri, parole ed oggetti correlati, che donano ai bimbi semplici e colorati spunti sui quali imparare, con l’aiuto di un genitore, l’alfabeto, il disegno e la scrittura. Sono molto indicati da questo punto di vista anche i tappeti puzzle, caratterizzati da moduli assemblabili a piacere che, oltre a permettere di coprire superfici più o meno estese in base agli spazi a disposizione, forniscono al piccolo un pretesto per smontare e montare in mille modi diversi la struttura, in modo da ricreare ogni volta una scenografia del tutto nuova. Realizzati in materiali antiurto ed atossici, sono anche adatti ai più piccini alle prese con i primi passi e, quando i tappeti non sono più utilizzati, possono essere scomposti e accatastati in un angolo della cameretta senza ingombrare eccessivamente.

Ideati per i neonati sono invece i tappeti palestrina, realizzati in tessuto imbottito, che mostrano sulla superficie una vera e propria area gioco e movimento, con archi in tessuto e peluche annessi, animaletti e formine, sonagli e morbidi oggetti da far dondolare sugli archi, in modo che il bimbo sviluppi le proprie capacità cognitive. Tatto e vista saranno così stimolati dai colori e dalle forme, dai materiali, dai suoni e dal movimento degli oggetti appesi. E quando il bambino sarà più grande, gli accessori potranno essere rimossi ed il tappeto arrotolato in pochissimo spazio. Facilmente lavabili in lavatrice, per mantenere una situazione igienica sempre impeccabile, questi tappeti per bambini possono presentarsi anche muniti di “recinto”. Esistono cioè versioni perimetrate, in cui i bordi della palestrina sono rialzati per evitare che il neonato gattonando “evada pericolosamente” dall’area gioco. Se questa tipologia di prodotto accompagna il bimbo nel primo anno di vita, hanno maggior durata i tappeti per cameretta che si posizionano ai margini del letto. Generalmente di forma rettangolare, mostrano: campi da calcio, farfalle ed animali, personaggi dei cartoni animati ma anche figure astratte e disegni ripetuti a creare una modulare geometria di forme, il tutto sempre all’insegna del colore, che potrà essere scelto nella stessa sfumatura cromatica dell’arredo presente all’interno della stanza.