Tavoli da giardino in legno: arriva sua maestà il teak

- 07 maggio 2018

Tavoli giardino in legno

Partiamo da un presupposto: per quanto concerne la produzione di tavoli da esterno, i metalli dominano la classifica dei materiali più utilizzati. Perché sono resistenti, si lavorano con facilità, resistono alle intemperie; col tempo gli esperti del settore hanno inoltre messo a punto innovativi trattamenti per contrastare l’usura e la formazione di ruggine. Il legno è dunque tramontato? Affatto. Di certo viene utilizzato in misura minore, anche perché ha costi superiori. Un tavolo da giardino in legno, però, è sempre un elemento di arredo “importante”, qualitativamente affidabile ed esteticamente di grande impatto. Fra le essenze che hanno una migliore riuscita negli spazi outdoor, il teak è il re incontrastato. Un legno pregiato, apprezzatissimo sia per la sua bellezza che per le caratteristiche fisiche e meccaniche. In foto il tavolo in teak pieghevole Gateleg di Tectona. Si caratterizza per un originale sistema a due battenti e si adatta non soltanto ai giardini, ma anche ai terrazzi e persino ai balconi. Ripiegato, ha un ingombro davvero ridotto ai minimi termini.

Tavolo da giardino in legno

Se desiderate il massimo fra i tavoli da giardino in legno, puntate sul teak, essenza originaria dell’Africa e dell’Asia. Oltre a essere un legno splendido, si contraddistingue per l’elevata durabilità; contiene una resina oleosa che lo rende anche resistente all’azione dell’acqua, agli insetti e ai parassiti nonché alle escursioni termiche. La sua idrorepellenza deriva pure dalla notevole porosità: sono questi i motivi per cui viene molto spesso utilizzato per la realizzazione di tavoli e altri arredi da esterno. Il teak presenta venature marcate e il suo colore naturale varia dal giallo chiaro al bruno, passando per il rosso. Con l'esposizione alla luce e con la conseguente ossidazione, diventa più uniforme e dorato. In foto il tavolo rettangolare della collezione Knit di Ethimo disegnata da Patrick Norguet: il modello che vedete è in teak naturale, ma è disponibile pure nella versione mogano Nero Stromboli. Le sedute della stessa collezione presentano una trama intrecciata in corda di tessuto sintetico.

Tavoli da esterno in legno

I tavoli da esterno in legno di teak sono costosi, è vero. Ma si tratta di un investimento a tutti gli effetti: durano a lungo, non passano mai di moda, col tempo diventano anche più belli. Sono resistenti e sempre più spesso ambasciatori di un design sofisticato, che riesce però a trasmettere subito una sensazione di calore e familiarità. Quando arriva il momento di ricominciare a vivere il proprio spazio outdoor, si consiglia di lavare il tavolo di teak con acqua e sapone. In foto il modello Cosette disegnato da Alessandro Andreucci e Christian Hoisl per Unopiù e presentato nel 2018. E’ in teak e acciaio inox, caratterizzato da un design essenziale e minimalista; grazie a un meccanismo pratico e funzionale, può essere allungato velocemente e senza alcuna difficoltà.

Tavoli in legno per il giardino

Ovali, rettangolari, quadrati: i tavoli di teak sono disponibili in diverse forme e, soprattutto, in diverse dimensioni. Molte aziende propongono set comprendenti pure le sedie, con o senza imbottiture: l’armonia stilistica è assicurata. In teak vengono realizzati anche divani da esterno, poltroncine, tavolini bassi, lettini. Molto interessante è l’accostamento con altri materiali; l’alluminio e l’acciaio sono molto gettonati, tuttavia non mancano accoppiate insolite come quella mostrata nell’immagine. Si tratta di uno dei tavoli della collezione Ginestra creata da Antonio Citterio per B&B Italia, è in teak naturale con inserti centrali in gres porcellanato bianco Calacatta. Questo è il modello rettangolare, però si può anche avere quello rotondo.

Sfoglia i cataloghi: