Tavoli ovali, eleganza senza confini

Tavolo ovale

“Democratici”: così molti definiscono i tavoli ovali. Il motivo è semplice. Non essendoci angoli, spigoli e linee nette, infatti, tutti i commensali vengono idealmente collocati sullo stesso livello. Non esistono gerarchie, non ci sono privilegiati. C’è soltanto la voglia di stare insieme, vicini, per godere del buon cibo e della compagnia. Ed è anche una questione di comodità, perché intorno a un tavolo ovale diminuisce la probabilità di incrociare i piedi degli altri. Probabilità che si riduce praticamente a zero se il tavolo ha soltanto un piedistallo centrale. Stiamo dunque parlando del giusto compromesso fra la forma rettangolare e quella circolare. Non solo: rispetto ai “fratelli”, i tavoli ovali appaiono spesso più eleganti e raffinati e soprattutto si adattano perfettamente sia agli stili classici che a quelli moderni. E, sempre per la loro struttura, riescono ad accogliere un elevato numero di persone conservando senza occupare troppo spazio. Sono tutt’altro che ingombranti, insomma. C’è inoltre da sottolineare come la prevalenza di una dimensione sull’altra, ovvero della lunghezza sulla larghezza, consenta di definire una precisa direzionalità in base alla quale poi disporre meglio tutti gli altri mobili e complementi nella stanza. Il risultato complessivo in termini di armonia, perciò, può risultare davvero notevole. Nella foto, il tavolo Synapsis di Porro, design Jean Marie Massaud. E’ caratterizzato dalle gambe create in tondino d’acciaio cromato o laccato bianco o nero ed è stato realizzato in diverse dimensioni. Il piano, molto sottile, è disponibile in diverse finiture: laccato opaco e lucido in tutti i colori di campionario, laccato opaco bianco o nero ad alta resistenza, Pral ®, nei 16 legni della collezione o in cristallo retroverniciato nero.
Tavolo ovale


Tavolo ovale allungabile

Tavolo ovale allungabile Tutti i marchi di arredamento, a cominciare dai più prestigiosi, si adeguano ai tempi che cambiano e cercano nuove soluzioni che possano rispondere alla richiesta di funzionalità, bellezza, classe. E poiché i tempi moderni raccontano, fra l’altro, di case che diventano sempre più piccole, ecco che si moltiplicano i tavoli ovali allungabili. Proposte salvaspazio capaci di diventare anche un valore aggiunto in termini di estetica. Si basano su meccanismi elaborati ma che si azionano con estrema facilità, nel giro di pochi minuti si trasformano e sono pronti ad accogliere gli ospiti. Anche quelli inattesi, che giungono all’improvviso. Per i modelli allungabili, che generalmente vengono collocati nel soggiorno o comunque nella zona living, spesso viene utilizzato il legno. E così ci si può vantare di possedere un tavolo importante, signorile e di grande qualità. Nella foto ve ne mostriamo uno appartenente alla collezione Florian del Gruppo Tomasella, finitura noce. Sono disponibili anche le finiture laccato bianco gesso consumato, laccato avorio consumato, laccato piombo consumato, laccato nero fumo consumato. Altri materiali parecchio apprezzati, soprattutto per le declinazioni moderne, sono il cristallo e il vetro. Di frequente associati a una struttura metallica in grado di sorreggere il loro peso: associazioni materiche che fanno effetto.

  • Sigma Glass Calligaris Scegliere Calligaris tavolo significa optare per forme essenziali, leggerezza e una divertente propensione al colore. Anche nell’anno in corso Calligaris non perde di vista il suo obiettivo: creare ar...
  • Tavolo quadrato allungabile In spazi vitali sempre più ridotti, il tavolo appare più utile se è allungabile. Oramai gli utenti finali optano sempre di più per un tavolo allungabile. Bisogna comunque badare bene ai meccanismi, po...
  • Elmar cucine Da sempre ricerca e sviluppo sono parte integrante della filosofia Elmar: costante spinta all’innovazione e assidua analisi progettuale sono i caratteri distintivi dell’azienda.Tradizione ed esperie...
  • tavolo e sedie home office Nel vetro una passione, nell’innovazione una cultura, nell’eleganza una filosofia: Fiam aggiunge ancora un altro capitolo alla sua lunga storia e, tra le novità 2010, presenta ...


Tavoli ovali moderni

Tavoli ovali moderni I tavoli ovali classici hanno numerosi estimatori, perché con la loro presenza riescono a trasmettere non solo un senso di eleganza ma anche di calore e accoglienza. Tuttavia i tavoli ovali moderni, quanto a fascino, certamente non sono da meno. Anzi spesso catalizzano l’attenzione fin dai primi istanti. Nella maggior parte dei casi il piano e il basamento risultano ben distinti; quest’ultimo coincide con una struttura centrale – a una o più gambe – di grande impatto visivo. Una struttura che tende quasi a diventare una sorta di scultura, o meglio un’installazione contemporanea. Nata per farsi notare, per imporre la sua individualità e diventare determinante nella scelta delle sedute. Che devono essere coordinate oppure un po’ defilate, discrete. Per non rubare la scena. I materiali più gettonati per i tavoli moderni sono il cristallo, il vetro, il legno e l’MFD (che è un derivato del legno stesso). Nella foto, Lybra di Driade, design Elliott Littman. Struttura in acciaio verniciato di colore arancio o grigio argento, piano in vetro temperato, spessore 12 mm. La trave portante è resa visibile e valorizzata grazie alla trasparenza del piano, a testimonianza del concept appena illustrato.


Tavoli ovali, eleganza senza confini: Tavolo ovale bianco

Tavolo ovale bianco I tavoli ovali hanno l’x-factor, è innegabile. E, come dicevamo, sono anche comodi: in genere il posto per ogni persona varia dai 45 ai 60 cm di larghezza. Facendo i conti, un tavolo lungo 180 cm può dunque ospitare 6 persone; un tavolo di 2 metri accoglie 8 persone. I modelli più classici sono realizzati in legno e hanno uno spessore che si vede e si sente; quelli più moderni sono invece caratterizzati da uno spessore più sottile e puntano sugli accostamenti materici oltre che sul basamento concepito secondo le ultime tendenze in fatto di design. E poi ci sono i tavoli ovali bianchi. Non per tutti, diciamolo. Pezzi particolari, che nonostante il loro candore appaiono tutt’altro che eterei. Sono tavoli che contano. Quasi consapevoli del loro stesso carisma. Come il tavolo ovale della collezione Dizzie di Arper: adatto sia agli ambienti domestici che agli uffici, ha il fusto verniciato bianco (disponibile anche in acciaio cromato) che richiama la forma di una goccia di mercurio e il piano in MDF bianco (o laminato).


  • tavoli ovali Il tavolo ovale ultimamente ha avuto un rilancio grazie all'innovazione di materiali, forme e finiture; è sempre stato p
    visita : tavoli ovali