Tavoli fissi

Un'infinità di misure, materiali e forme contraddistingue la categoria dei tavoli fissi. Scelto in cucina o in soggiorno da chi cerca un elemento d'arredo a misura dell'ambiente in cui andrà inserito, il tavolo fisso va selezionato con accuratezza, studiandone finiture, misure ed accostamenti, per non sbagliare né stile, né colori, né tantomeno proporzioni.

Partiamo dai materiali. Legno e vetro sono le finiture del piano più ricercate, ma si stanno facendo strada anche soluzioni più nuove e sofisticate che spaziano dalla ceramica al cemento, nuovi materiali che donano eleganti ed inaspettate sensazioni visive e tattili al tavolo. Il legno attualmente è presentato nella sua veste più naturale e grezza, ruvida e materica. Alti spessori, vernici trasparenti ed effetti invecchiati, sono utilizzati al fine di ottenere un mood neo industriale e vissuto e di conferire uno spirito da assoluto protagonista al tavolo all'interno della stanza. I tavoli in legno moderni hanno spesso dimensioni importanti e maxi. Proposti spesso nella versione rettangolare, misurano sino a tre metri di lunghezza e sanno ospitare anche dieci persone. Questi tavoli fissi modello oversize sono degli stupendi tavoli di rappresentanza, adatti a soggiorni importanti e di grande respiro.

I tavoli in vetro trovano spazio in cucina ma anche in salotto e sono spesso accostati a basamenti in metallo, per un risultato tecnico e minimal, oppure a basi in legno, materiale che riscalda e ammorbidisce la rigida, lucente e a volte fredda presenza del vetro. Il top trasparente, di spessore variabile tra i 10 e i 20 mm, è realizzato in vetro temperato e resistente agli urti e alle sollecitazioni, ma facilmente graffiabile e rigabile. La brillantezza della superficie e la sua evanescenza donano leggerezza e spaziosità all'ambiente e mettono in risalto la particolarità della struttura d'appoggio e delle sedie che circondano il tavolo fisso. Alternativamente, per ottenere un maggior effetto visivo, il top può essere scelto nella finitura laccata e colorata o sabbiata e satinata.

L'ultima tendenza per i tavoli fissi di ogni forma e dimensione è quella di essere caratterizzati da un appoggio centrale, come possiamo vedere nel modello Skorpio di Cattelan presentato in video. Il sostegno centrale diviene protagonista e fulcro del design del tavolo. Forme architettoniche, geometrie articolate ed intrecci arditi di elementi filiformi realizzati in legno o metallo, rendono speciale l'elemento d'arredo. Oltre alla funzione estetica, questi basamenti centrali consentono di accostare liberamente le sedie attorno al tavolo, senza avere il vincolo delle gambe perimetrali. Si riesce così ad aumentare il numero di posti a sedere, soluzione molto utile durante impegnative, prolungate e conviviali cene di gruppo.

Intramontabile nel panorama dell'arredamento è il tavolo bianco. Tra i tavoli fissi quelli bianchi si adattano a cucine e soggiorni già arredati, in quanto il colore neutro ben si addice ad ogni stile d'arredo. Un tavolo laccato o con piano in vetro, di forma quadrata o rotonda può trovare spazio in una cucina di piccole dimensioni, mentre dimensioni più generose, ovali o rettangolari, dominano la scena di salotti e sale da pranzo di più ampie proporzioni. Se realizzato in legno e arricchito con decori, incisioni o morbide lavorazioni artigianali, il tavolo fisso bianco interpreta stili romantici e classici, se caratterizzato da linee più rigorose ed essenziali e coronato da elementi in metallo o vetro, può essere un perfetto arredo per un salotto moderno o per rendere importante uno studio o un ufficio. Se nell'ambiente già allestito sono presenti altri arredi total white, molta attenzione va posta ai diversi toni di bianco accostati, che potrebbero stonare tra loro o essere ridondanti nella visione complessiva dello spazio. Per donare maggiore vivacità e brio al living, si può optare per sedie colorate o accessori dai toni accesi, sempre da abbinare con moderazione e parsimonia.

Articoli su : Tavoli