Tavolini Bonaldo

Tavolini di design, così possono essere sintetizzati in modo molto schietto ed asciutto i tavolini Bonaldo. Pezzi unici, estrosi e di ottima qualità, che portano il marchio Made in Italy, arredi dalle linee creative, che utilizzano materiali eterogenei e preziosi. Un nome importante quello di Bonaldo che, con la sua storia lunga ottant'anni, ha conquistato un posto d'onore tra le eccellenze italiane. Un'azienda che fonda le sue basi su un solido know how, fatto di manualità ed artigianalità, che nel tempo si sono affiancate a tecniche produttive innovative, capaci di plasmare le idee nuove e preziose di riconosciuti designer. L'azienda infatti collabora costantemente con importanti volti noti del design internazionale, che contribuiscono ad arricchire le collezioni d'arredo Bonaldo. All'interno del catalogo del brand possiamo infatti trovare pezzi d'arredo molto diversi tra loro per finiture e stili, ... continua

Articoli su : Tavolini


    prosegui ... , ma ognuno dotato di una grande forza espressiva, impressa dal suo creatore. Mobili belli e funzionali, adatti ad un pubblico dinamico e moderno, capace di apprezzare arredi di valore, eleganti e dal design sofisticato e creativo. Orientati verso le tendenze contemporanee, gli arredi Bonaldo non si piegano però alle mode temporanee, ma grazie a forme decise e ben definite, a dettagli speciali, a linee armoniose ed a materiali di pregio, riescono ad essere degli elementi d'arredo evergreen.

    La produzione del brand spazia da accattivanti arredi per la zona notte, come letti e piccoli complementi, a sofisticati e versatili mobili per la zona giorno, quali tavoli e sedie, divani e complementi, tutti identificabili con l'appellativo "design-oriented". Non a caso Bonaldo, nel corso degli anni, grazie alle sue importanti collezioni d'arredo, è stata insignita di molti international awards che, oltre a lanciare il marchio a livello mondiale, hanno confermato la presenza all'interno del catalogo Bonaldo di pezzi oggi definiti come iconici. La passione e la ricerca, doti tipiche del brand, conducono annualmente alla creazione di sempre nuovi arredi, che portano firme prestigiose, arredi presentati al Salone del Mobile di Milano, vetrina riconosciuta a livello internazionale come fucina di nuove tendenze, che orientano il mercato e dettano legge in fatto di interior design.

    L'azienda, all'ultimo Salone del Mobile 2017, ha arricchito il suo stand con una folta carrellata di nuove proposte di design. Tra questi interessanti pezzi d'arredo si scovano anche complementi davvero interessanti, come alcuni nuovi tavolini Bonaldo, ed Assemblage è uno di questi. Firmato da Alain Gilles, questo insolito tavolino dalle forme scultoree, vede il ritorno del sughero quale naturale materiale costruttivo, combinato al legno di frassino. La base solida in sughero ha un compatto volume curvo e pieno che si contrappone visivamente alla forma slanciata del fusto in legno che sorregge il top circolare. Se Assemblage ha forme massicce e piene, Arbor, di Dondoli e Pocci, si presenta con le sue trasparenze e le sue linee semplificate. Questo tavolino design, anno di nascita 2017, mostra una struttura in tubolare metallico, molto sottile e leggera, che percorre in senso circolare il perimetro del top, disegnando petali stilizzati. La base "wireframe", disponibile in due altezze ed in diverse finiture metallizzate, come l'ottone, il rame e l'antracite, sorregge un piano in ceramica o in cristallo, proposto in due differenti diametri ed in tante varianti cromatiche.

    Ma le differenze stilistiche che possiamo trovare in questa ultima collezione di tavolini Bonaldo non si fermano qui. Theduck è il tavolino in polietilene, stravagante ed insolito, che stravolge completamente lo stile più formale ed elegante dei primi due tavolini Bonaldo. Presentato all'ultimo Salone del Mobile, questo tavolino in materiale plastico, come si può intuire dal nome, ha la forma di un'anatra, che in capo sostiene un vassoio circolare, che diventa piano d'appoggio versatile da abbinare a qualsiasi arredo domestico. Perfetto in soggiorno, come pure in camera da letto, questo eccentrico complemento d'arredo, ideato da Alessandro Busana, nasce per stupire e portare un po' di leggerezza all'interno delle mura domestiche. Realizzato in tante versioni cromatiche, tra cui in una caratterizzante laccatura oro lucido, Theduck è proposto anche nella veste di tavolino luminoso, grazie alla luce a florescenza ricaricabile che trasforma il complemento in un simpatico punto luce.