Tavolini in metallo

Esili e stilizzati, colorati e lucenti, i tavolini in metallo conquistano lo spazio indoor come pure l'ambiente esterno della casa, apportando quel tocco in più di design e praticità. Leggeri e filiformi, i tavoli bassi realizzati in alluminio, ferro battuto, ghisa ed acciaio, sono resistenti e robusti, difficilmente scalfibili dal tempo e dall'usura. La loro tenacia e la loro leggerezza li rende dei complementi d'arredo versatili, capaci di mille utilizzi. Possono essere trasportati da una parte all'altra della casa, passando dal terrazzo al soggiorno, dal giardino alla camera da letto, interpretando qualsiasi ruolo in base alle necessità. Denominati anche tavolini da caffè, all'interno dello spazio living possono essere inseriti ai lati delle sedute più importanti o davanti al divano, possono poi essere una valida alternativa ai più classici svuotatasche se posti in prossimità dell'ingresso, ... continua

Articoli su : Tavolini


prosegui ... , ma possono essere ottimi ed inediti ausili anche in bagno, ai piedi della vasca o ai lati dai sanitari, fungendo da supporto a prodotti di bellezza e ad accessori da bagno. In giardino accompagnano sedute relax e chaise longue mostrando sul loro top libri, riviste e bevande rinfrescanti. Nel terrazzo poi possono essere un efficace rialzo ad una collezione di piantine ornamentali, mentre nella zona notte possono fare le veci dei più classici comodini.

La facile lavorazione del metallo, grazie anche a tecniche produttive all'avanguardia, permette di arricchire il mercato di sempre nuovi modelli di tavolini, sempre più creativi nelle forme e più briosi nei colori. Strutture di sostegno dei top inclinate e non baricentriche, gambe asimmetriche e piani dalle forme irregolari, volumi traforati lavorati al laser, finiture materiche ed invecchiate, caratterizzano le ultime produzioni d'arredo in fatto di tavolini in metallo. Grintosi e di carattere, questi complementi d'arredo dalla ridotta statura sono spesso presentati in gruppo, per creare delle piccole ma funzionali isole operative, oppure si presentano in solitario, soprattutto quando hanno uno sviluppo piuttosto esteso. Quando sono ideati per formare una serie di piani d'appoggio, capita di trovare diverse forme e diverse misure di uno stesso modello, in questo caso sta a noi studiare la collocazione dei tavolini all'interno della stanza, se unirli a formare un unico gruppo di elementi o disseminarli in più punti della casa, attribuendo ad ognuno un ruolo ben preciso.

Chi cerca, oltre che un set di elementi d'appoggio, anche la massima polifunzionalità, può puntare su particolari modelli di tavolini in metallo, che in modo chiaro ed intuibile dedicano una loro quota di superficie alla funzione seduta. Il tavolo in questo caso è sia pouf che piano d'appoggio, diventando un elemento focale all'interno dell'ambiente ed assecondando così gli usi più diversi. Il rimando visivo al metallo spesso ci fa pensare al brillante color argento che caratterizza solitamente l'acciaio, ma le collezioni più nuove di complementi d'arredo mostrano tavolini dai colori più disparati. La moda infatti impone finiture opache nelle tonalità cromatiche più di tendenza, come il color petrolio, il papavero, il rosa quarzo ed il salvia. Allo stesso tempo, in grande ascesa sono le finiture ottonate, bronzate, ramate, a volte arricchite da sofisticati effetti délabré, che rimandano ad atmosfere estremamente glamour e ricercate. Immancabile come sempre è l'intramontabile verniciatura total white che, in modo discreto, permette al tavolino da salotto di inserirsi in qualsiasi contesto domestico.

Dalle finiture passiamo ora alle tipologie di tavolini in metallo. Oggi più che mai la creatività dei designer ha dato vita ad una serie di prodotti molto diversi tra loro che possono essere anche definiti come: tavolini combinabili, quando sono progettati in gruppo, tavolini pieghevoli, che si ripiegano e si compattano per un ingombrare spazio, tavolini estraibili, conformati a mo' di matrioska, tavolini portariviste con piani d'appoggio accessori e tavolini contenitivi, muniti di ante e cassetti. Ma queste sono solo alcune delle "appendici" che vengono "allacciate" a questi complementi d'arredo multitasking.