Veranda per terrazzi: come recuperare spazio esterno

Perché realizzare una veranda per terrazzo

Se abbiamo un terrazzo molto ampio e ci piacerebbe viverlo anche nelle stagioni fredde possiamo realizzare una veranda che ci permetta di goderne tutto l’anno.

La veranda per terrazzo può essere realizzata in differenti materiali: la struttura può essere in alluminio, PVC, legno, mentre la parte di tamponamento è trasparente.

Questa può essere caratterizzata da vetri antisfondamento oppure da policarbonato, soluzione meno consigliata per problemi d’ingiallimento delle lastre esposte ai raggi ultravioletti.

veranda per terrazzo


La veranda per terrazzo: copertura e aperture

verande esterne Nella realizzazione della veranda per terrazzo possiamo valutare la possibilità di avere una soluzione apribile totalmente tramite aperture scorrevoli, a battente oppure a soffietto.

Le aperture riguardano i tamponamenti verticali, ma anche la copertura.

Il tetto della veranda, infatti, può essere realizzato sia con materiale opaco, come perlinato nel caso di verande in legno, oppure in materiale trasparente per una soluzione di grande illuminazione.

In questo caso potremo realizzare delle soluzioni finestrate anche piane, in copertura per creare cicli di ventilazione che aiutino a raffrescare nei periodi estivi.



Verande per terrazze

Verande per terrazze La veranda per terrazzo consente di ampliare la superficie abitabile della propria casa, creando un ambiente in più di cui usufruire per tutto l’anno. Un ambiente confortevole, protetto dalle intemperie e dai rumori, al quale nella maggior parte si accede dal soggiorno o comunque dal living. Il contatto con la natura, o comunque con l’esterno, trasmette una sensazione di maggiore ariosità e benessere. Inoltre la veranda, fattore tutt’altro che trascurabile, incrementa sia il valore estetico che commerciale dell’appartamento in questione. Per quanto riguarda la scelta, la gamma presente sul mercato è decisamente ampia e di conseguenza risulta facile trovare la soluzione più adatta alle proprie abitudini nonché alle esigenze strutturali. La personalizzazione, anche in questo campo, ha assunto un ruolo da protagonista. E’ tuttavia fondamentale scegliere modelli realizzati con materiali di qualità, in primis con vetri che siano resistenti e sicuri. Oltre a ciò, l’utilizzo di profili slanciati, rinforzati in acciaio, aumenta la stabilità della struttura assicurandone il solido ancoraggio alla costruzione già esistente. Grazie a una buona veranda è anche possibile abbattere i costi per la climatizzazione in estate e il riscaldamento d’inverno: il calore dei raggi solari viene immagazzinato durante il giorno per poi essere trasmesso all’abitazione durante la notte. Utile far presente che l’effetto isolante si può aumentare combinando vetri basso-emissivi e vetri fonoisolanti. In foto la veranda Classic di Finstral, che garantisce un ottimo isolamento termico, un elevato isolamento acustico e funzionalità inalterate nel tempo.


Verande terrazzi

Verande terrazzi Secondo quanto stabilito dal Regolamento edilizio tipo, la veranda è un locale o uno spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati tramite superfici vetrate o elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili. Si tratta di una struttura che determina un aumento relativo alla volumetria dell’edificio e una modifica della sua sagoma; nella maggior parte dei casi è fissa, anche se principalmente costituita da superfici vetrate apribili, di conseguenza occorre il permesso di costruire. L’eccezione è rappresentata dalle verande poggiate e non ancorate al pavimento, che però sono meno diffuse. In foto Puro di Sunroom, sistema di copertura autoportante e in piano per verande. I profilati e gli accessori conferiscono un aspetto minimale ed essenziale; è possibile realizzare un tamponamento esterno in vetro e un tamponamento interno con diversi materiali. Questa soluzione per verande da terrazzo permette una notevole riduzione della dispersione di calore e un buon controllo solare. Grazie alla particolare struttura orizzontale si nasconde la pendenza delle travi all'interno della struttura, in modo da ottenere un’altezza interna superiore a quella di una copertura classica in pendenza.


Verande da terrazzo

Verande da terrazzo Verande per terrazzi: se l’immobile in questione si trova in un condominio è necessario richiedere il parere di tutti i condomini, al fine di ottenere l’autorizzazione ufficiale. Doveroso inoltre rivolgersi a un tecnico abilitato, il quale innanzi tutto verifichi che la casa abbia la volumetria residua da destinare alla veranda e predisponga un progetto adeguato, cioè nel rispetto dei rapporti di superficie aereo-illuminante stabiliti dal Regolamento di igiene e delle altre norme contenute nel Regolamento edilizio comunale. Tutta la documentazione va presentata, appunto, al Comune di appartenenza. Se l'intervento riguarda un’abitazione sottoposta a vincoli paesaggistici e culturali, il tecnico ha l’obbligo richiedere il parere della relativa Soprintendenza. In foto la veranda Attico di Cagis: linee essenziali caratterizzano i profilati in acciaio inox con finitura Scotch Brite formando una fascia che determina e delinea il perimetro superiore. La struttura è supportata da pilastri in acciaio inox, la copertura può essere realizzata con cristalli vetro camera di determinati spessori, trasparenti o colorati. La veranda è inoltre dotata di anemometro per il controllo del vento.


Veranda per terrazzi: come recuperare spazio esterno: Verande per esterno

Verande per esterno Come arredare le verande per terrazzi? Molto dipende dallo spazio disponibile, naturalmente. In linea di massima, poiché sostanzialmente questo ambiente è concepito come una sorta di soggiorno aggiuntivo, non dovrebbero mancare poltrone e divanetti: i materiali più gettonati sono il teak, il vimini e il rattan, anche per motivi stilistici. Per quanto riguarda il tavolo, consigliamo di valutare obiettivamente l’uso che se ne intende fare. Chi intende pranzare e cenare fuori, ne scelga uno di dimensioni adeguate; chi, nella veranda, desidera soprattutto rilassarsi può optare per un meno ingombrante tavolino. In foto una veranda Frubau: la struttura è costituita da profili in alluminio monolitico e dotata di gronde e scarichi completamente integrati. Le tamponature sono realizzate in vetro camera normale Ug 2,8 (K=2,9). Quelle relative alla copertura, invece, possono essere fatte in vetro isolante (anche riflettente), in policarbonato alveolare trasparente o opalino da 32 mm, oppure con pannelli coibentati (ciechi).