Incentivi statali per la ristrutturazione

Incentivi statali casa

Se avete intenzione di ristrutturare casa, potrete usufruire degli incentivi statali, che sono stati prorogati dalla Legge di stabilità fino a fine 2015. Si tratta di detrazioni applicabili ad interventi volti al risparmio energetico, alla sostituzione di infissi o all’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Nel corso di dieci anni, così, è possibile recuperare oltre la metà del denaro speso e risparmiare sulla dichiarazione dei redditi, a patto di potere documentare gli acquisti con fattura ricevuta del bonifico effettuato.

Dalla dichiarazione dei redditi è possibile detrarre parte dei costi affrontati per interventi volti ad accrescere il livello di efficienza energetica dell’edificio esistente. Alcuni esempi? Finestre, opere di coibentazione, rivestimenti che migliorino il rendimento termico; sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale; acquisto e installazione di pannelli solari.

Per tali interventi, alle spese sostenute fino al 5 giugno 2013 si applica una detrazione del 55% ; per quelle affrontate dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015 la detrazione è del 65%. L’agevolazione fiscale di cui si può usufruire farà riferimento alla data del bonifico di pagamento e non a quella della fattura alla data di inizio dei lavori.

Per usufruire degli incentivi statali per la ristrutturazione l’intervento deve riguardare edifici di tipo residenziale già esistenti, per cui occorrerà essere in del documento che attesta l’iscrizione al catasto o la richiesta di accatastamento, oppure della ricevuta di Ici o Imu versate.

incentivi statali ristrutturazione


Per quali interventi usufruire degli incentivi

incentivi statali casa Il limite massimo detraibile varia in base alla tipologia di intervento. Quattro le tipologe previste:

- Per gli interventi di riqualificazione energetica volti a diminuire la quantità di energia necessaria per riscaldare l’intero edificio, la detrazione può arrivare a 100mila euro.

- Per gli interventi sull'involucro dell'edificio, che riguardano pavimenti e pareti, finestre, infissi, persiani e scuri, i quali separano l'ambiente riscaldato dall’esterno o da locali non riscaldati, la detrazione può arrivare a 60mila euro.

- Per l'installazione dei pannelli solari per produrre acqua calda ad uso domestico, la detrazione può arrivare a 60mila euro.

- Per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, con pompe di calore o con impianti geotermici, così come il cambio di uno scaldacqua tradizionale con uno a pompa di calore per produrre acqua calda sanitaria, la detrazione può arrivare a 30mila euro.

Dal quest'anno è stata estesa la detrazione del 65% all'installazione di schermature solari. In questo caso la detrazione può arrivare a 60mila euro. Non può infine superare i 30mila euro nel caso venga installato un impianto di climatizzazione invernale con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

  • ristrutturazioni Ecco in arrivo le nuove proposte per le detrazioni apportate dal nuovo governo e le modifiche e proroghe delle detrazioni e agevolazioni passate.Scopriamo insieme come poter accedere alle detrazioni...
  • bonus mobili Il governo Letta ha deciso di estendere all’acquisto dei mobili per la casa gli sgravi fiscali del 50% già previsti per i lavori di ristrutturazione e di prorogarli fino a fine 2013: un provvedimento ...
  • living moderno valcucine Accordo nazionale siglato da FederlegnoArredo, Feneal UIL, Filca CISL e Fillea CGIL per l’assistenza fiscale da parte dei CAF sull’applicazione del Bonus mobili 2014.Materia questa, complicata e i...
  • Detrazione lavori ristrutturazione Grazie al via libera del Senato alla Legge di Stabilità il bonus fiscale per le ristrutturazioni determinato da detrazione 50% Irpef è stato prorogato di un anno, fino al dicembre 2014.Ricapitolando...


Incentivi statali per la ristrutturazione: Findomestic finanzia chi usufruisce degli incentivi statali


Findomestic incentivi statali
 Ristrutturare e arredare casa secondo gusto ed esigenze personali non è sempre facile. Potreste quindi decidere di ricorrere a un finanziamento per accedere agli incentivi statali per la ristrutturazione.

Findomestic è un partner quanto mai affidabile che costruisce con la propria clientela un rapporto fondato su valori in linea con le loro aspettative e diventa così punto di riferimento nel mercato del credito al consumo.

Il credito è la soluzione intelligente per potere diluire nel tempo le spese significative che una famiglia si trova ad affrontare, consentendo ai consumatori di risparmiare nel tempo risorse utili in termini economici e a favore dell’ambiente.

Con Findomestic avete a disposizione un ventaglio completo di servizi di credito, che grazie alle formule di finanziamento vi permette di produrre, consumare e gestire energia per “vivere green”. Rateizzare la spesa sostenuta per acquistare prodotti ad alta efficienza energetica consente così di ripagare nel tempo l’investimento affrontato, grazie al continuo risparmio sui consumi, senza appesantire eccessivamente il bilancio familiare e usufruendo dell’innovazione e dei vantaggi che la tecnologia sa offrire.

Per ogni lavoro significativo, ma anche per acquisti meno importanti o per la ristrutturazione di piccoli ambienti, ogni spesa che rientri nel piano degli incentivi statali previsti dal Governo, può essere finanziata da Findomestic che fornirà al cliente anche le informazioni e la documentazione necessari per usufruire delle detrazioni fiscali al momento della denuncia dei redditi.

Findomestic è partner ideale non solo per il consumatore, ma anche per i professionisti di settore che desiderino proporre l’offerta di credito ai propri clienti. Grazie ad un processo semplificato di convenzionamento e a strumenti informatizzati per gestire le richieste, è quindi facilmente possibile sfruttare i benefici della partnership solida e affidabile di Findomestic.