Camini | Edilizia Casa

Filtra i risultati

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 06 aprile 2018

Camino a pellet: alternativa a stufa a pellet e camino a legna, unisce il meglio di entrambi. Guida alla scelta

- 15 giugno 2015

Nordica Extraflame ha una gamma dei prodotti molto vasta. Le stufe e i camini offerte dall'azienda variano dai modelli più classici a quelli più ...

- 13 aprile 2018

Un caminetto si distingue per quello che lo ricopre, non solo per la struttura che circoscrive il focolare; il rivestimento camino è la parte più ...

- 23 marzo 2015

Progetto camino: il camino a legna fonte di calore e cuore pulsante del living.

- 15 dicembre 2014

Un termocamino è costituito da una struttura e da una canna fumaria, il cui tiraggio deve essere naturale e non deve dare disturbo. I materiali ...

- 24 giugno 2015

L'inserto camino è un focolare a camera stagna, da introdurre nel vecchio caminetto. Poiché i tradizionali camini a fuoco aperto sono ormai andati in ...

- 19 settembre 2014

Il termocamini a legna a camera chiusa, ad aria o ad acqua, rappresentano impianti di riscaldamento che si affiancano all'impianto di riscaldamento ...

- 25 marzo 2015

Dipingere il camino per rinnovare l'aspetto del caminetto di casa. Materiali, tecniche e consigli utili

- 30 novembre 2015

I caminetti a pellet e a legna ad aria canalizzabile permettono di riscaldare la casa come con un impianto tradizionale, ma risparmiando.

- 16 novembre 2014

Piazzetta camini è un'azienda multinazionale, che vanta numerose sedi in Europa, in Nord America e anche nel resto del mondo. Dispone di prodotti al ...

- 24 giugno 2015

Il termocamino a legna combina la combustione del legname con le moderne tecnologie per ottenere risparmio energetico e una bassa emissione di fumi ...

- 03 aprile 2015

Se fino a poco tempo fa avevate paura a utilizzare i camini a legna per non sporcare la casa con polveri e ceneri, ora dovete ricredervi: installando ...

- 28 aprile 2015

Gli inserti per camino consentono di ristrutturare i vecchi camini. A pellet o a legna sono semplici da installare e garantiscono elevata resa ...

- 30 agosto 2016

Palazzetti camini, leader nel settore del riscaldamento, offre un'ampissima gamma di focolari e stufe per l'ambiente domestico a legna, a pellet o ...

- 02 maggio 2016

I termocamini a legna e a pellet riscaldano l'acqua e possono affiancare gli altri impianti presenti in casa. MCZ propone diversi modelli di qualità.

- 10 novembre 2015

Con i caminetti panoramici possiamo godere della visione del fuoco e arredare l'ambiente con un oggetto appartenente alla tradizione ma rivisitato in ...

- 27 marzo 2015

Progetto camino a pellet a Lione. Il camino in cucina incassato nella colonna degli elettrodomestici scalda e arreda l'ambiente.

- 24 giugno 2015

I camini a gas sono una valida alternativa ai camini a legna che si scelgono se non è possibile installarne una a legna o se non si ama stoccare ...

- 23 ottobre 2014

Extraflame mette in campo la sua ventennale esperienza nel settore del riscaldamento, esportando nel mondo i prodotti costruiti con un design ...

- 25 giugno 2015

Il rivestimento termocamino è la parte esterna della struttura dei camini che caratterizza, con finiture differenti, lo stile che si intende avere in ...

I tipi di camini

In commercio ci sono di molti tipi di camini, che si distinguono per i materiali di cui sono costituti, per il combustibile e nelle caratteristiche tecniche che lo contraddistinguono.
I principali tipi in cui è possibile classificarli sono:

  • Caminetto aperto
  • camino aperto ventilato
  • camino chiuso
  • camino chiuso e ventilato

Caretteristiche dei caminetti

Il camino aperto è il modello più classico ;per quanto armonioso e bello la sua resa è davvero bassissima, si aggira intorno al 20% delle calorie bruciate ed è quindi davvero poco funzionale.

Il camino aperto ventilato, a differenza di quello semplicemente aperto, ha una resa migliore grazie a delle modifiche struttura. In particolaresono presenti delle intercapedini sulla parte superiore; in questo modo l'aria calda proveniente dalla combustione viene diffusa nella stanza aumentando la resa. Essa si aggira intorno al 35-40%, ancora molto lontana rispetto ai caminetti chiusi ma comunque superiore del classico aperto.

La caratteristica dei camini chiusi è il fatto che si presentino senza nessun apertura; la combustione avviene infatti all'interno dello stesso ma, con la funzione di riparo e massimizzazione delle calorie, è presente un vetro ceramico (in grado cioè di resistere ad elevate temperature, circa 800 gradi). Questa classe di focolari possono essere anche dotati di doppia combustione ovvero riescono a sfruttare i fiumi residui della combustione normale bruciandoli in un secondo ciclo; la loro autonomia è di circa dieci ore con il massimo di combustibile e grazie al vetro non ci sono problemi relativi a scintille (che nel caso del camino aperto potrebbero invadere la casa). Negli ultimi anni sono stati messi a punto camere di combustione monoblocco in grado di aumentare sia la resa, sia l'autonomia portando tali parametri molto vicino a quelli delle classiche stufe. I materiali di cui sono composti i camini chiusi sono ghisa, acciaio (in alcuni casi entrambi) o anche il mattone refrattario; sono sempre dotati di canalizzatori d'aria in grado di indirizzare l'aria in altri locali della casa (ovviamente con un sistema di tubazioni).

La soluzione del caminetto chiuso e ventilato si caratterizza per una resa pari all'ottanta per cento e dunque un risparmio considerevole sia nella quantità di combustibile necessario, sia nella durata della combustione. L'elemento a favore del caminetto chiuso ventilato è certamente lo sgravio fiscale offerto dallo stato che viene concesso a tutti i dispositivi del settore con una resa superiore al 70%, un motivo in più per acquistarlo. Il materiale che maggiormente lo contraddistingue è la ghisa, tutti presentano un complesso sistema di ventilazione forzata associati a raccordi che permettono il riscaldamento di più locali; alcune case costruttrici progettano i loro dispositivi in modo da massimizzare e sfruttare il normale percorso seguito dall'aria calda, semplificando in questo modo le componenti del camino.