Arredamento.it

Arredamento.it

Camini | Edilizia Casa

Camini | Edilizia Casa

- 29 luglio 2019

Riscalda e decora qualsiasi ambiente, il camino a bioetanolo, in grado di regalare il fascino di una fiamma vera a bassissima produzione di CO2

- 13 aprile 2018

Un caminetto si distingue per quello che lo ricopre, non solo per la struttura che circoscrive il focolare; il rivestimento camino è la parte più ...

- 13 aprile 2018

Installare un camino moderno presso la propria casa è un modo per arredare la propria abitazione con un pezzo ricercato, in grado non solo di ...

- 06 aprile 2018

Camino a pellet: alternativa a stufa a pellet e camino a legna, unisce il meglio di entrambi. Guida alla scelta

- 05 marzo 2018

Come pulire la canna fumaria? Detto fatto: ecco qualche accorgimento e gli attrezzi giusti per raggiungere lo scopo

- 19 gennaio 2018

Si possono realizzare camini in pellet nuovi o trasformare, con l’installazione di appositi inserti, tradizionali camini a legna in camini in ...

- 03 gennaio 2018

I camini moderni non sono solo un mezzo per riscaldare il proprio appartamento. Essi rappresentano un vero e proprio elemento d'arredo, da scegliere ...

- 18 dicembre 2017

Il biocamino è la soluzione ideale per avere un camino senza il fastidio della cappa e la necessità di chiedere permessi. Pulito, ecologico e ...

- 22 novembre 2017

Caminetti d'arredo, come sceglierlo: consigli relativi al funzionamento, allo stile, alle diverse tipologie disponibili in commercio.

- 13 novembre 2017

I camini moderni soddisfano tutte le esigenze di fabbisogno termico. A parete, ad angolo, bifacciali, trifacciali, da centro stanza, tutti i modelli ...

- 17 febbraio 2017

Con i modelli di camino bioetanolo è possibile avere un caminetto che riscalda e al tempo stesso arreda in modo originale e moderno. Ecco tante ...

- 15 febbraio 2017

Con i camini moderni riscalderete al meglio la casa e la arrederete con un oggetto di design.

- 28 settembre 2016

Come pulire il camino di casa: idee e consigli economici, alla portata di tutti e che portano via poco tempo e poca fatica.

- 24 settembre 2016

Camini ad angolo: cosa sono, vantaggi e svantaggi, pregi e difetti. Quali sono le loro caratteristiche principali e come scegliere il modello più ...

- 30 agosto 2016

Palazzetti camini, leader nel settore del riscaldamento, offre un'ampissima gamma di focolari e stufe per l'ambiente domestico a legna, a pellet o ...

- 19 maggio 2016

Come scegliere i caminetti moderni, che oggi sempre di più entrano nell'arredamento della nostra casa, non solo come oggetti di design, ma anche come ...

- 17 maggio 2016

Con i camini di design scegliamo un oggetto di arredo che grazie a materiali innovativi e tecnologia all'avanguardia sono in grado di riscaldare le ...

- 02 maggio 2016

I termocamini a legna e a pellet riscaldano l'acqua e possono affiancare gli altri impianti presenti in casa. MCZ propone diversi modelli di qualità.

- 21 marzo 2016

I caminetti bioetanolo offrono una fonte di riscaldamento alternativa, in grado di sfruttare fonti rinnovabili che non rilasciano grosse emissioni di ...

- 17 dicembre 2015

Le soluzioni di camino moderno proposte dalle aziende produttrici consentono oggi di regalare un cuore caldo e pulsante anche agli interni più ...

I tipi di camini

In commercio ci sono di molti tipi di camini, che si distinguono per i materiali di cui sono costituti, per il combustibile e nelle caratteristiche tecniche che lo contraddistinguono.
I principali tipi in cui è possibile classificarli sono:

  • Caminetto aperto
  • camino aperto ventilato
  • camino chiuso
  • camino chiuso e ventilato

Caretteristiche dei caminetti

Il camino aperto è il modello più classico ;per quanto armonioso e bello la sua resa è davvero bassissima, si aggira intorno al 20% delle calorie bruciate ed è quindi davvero poco funzionale.

Il camino aperto ventilato, a differenza di quello semplicemente aperto, ha una resa migliore grazie a delle modifiche struttura. In particolaresono presenti delle intercapedini sulla parte superiore; in questo modo l'aria calda proveniente dalla combustione viene diffusa nella stanza aumentando la resa. Essa si aggira intorno al 35-40%, ancora molto lontana rispetto ai caminetti chiusi ma comunque superiore del classico aperto.

La caratteristica dei camini chiusi è il fatto che si presentino senza nessun apertura; la combustione avviene infatti all'interno dello stesso ma, con la funzione di riparo e massimizzazione delle calorie, è presente un vetro ceramico (in grado cioè di resistere ad elevate temperature, circa 800 gradi). Questa classe di focolari possono essere anche dotati di doppia combustione ovvero riescono a sfruttare i fiumi residui della combustione normale bruciandoli in un secondo ciclo; la loro autonomia è di circa dieci ore con il massimo di combustibile e grazie al vetro non ci sono problemi relativi a scintille (che nel caso del camino aperto potrebbero invadere la casa). Negli ultimi anni sono stati messi a punto camere di combustione monoblocco in grado di aumentare sia la resa, sia l'autonomia portando tali parametri molto vicino a quelli delle classiche stufe. I materiali di cui sono composti i camini chiusi sono ghisa, acciaio (in alcuni casi entrambi) o anche il mattone refrattario; sono sempre dotati di canalizzatori d'aria in grado di indirizzare l'aria in altri locali della casa (ovviamente con un sistema di tubazioni).

La soluzione del caminetto chiuso e ventilato si caratterizza per una resa pari all'ottanta per cento e dunque un risparmio considerevole sia nella quantità di combustibile necessario, sia nella durata della combustione. L'elemento a favore del caminetto chiuso ventilato è certamente lo sgravio fiscale offerto dallo stato che viene concesso a tutti i dispositivi del settore con una resa superiore al 70%, un motivo in più per acquistarlo. Il materiale che maggiormente lo contraddistingue è la ghisa, tutti presentano un complesso sistema di ventilazione forzata associati a raccordi che permettono il riscaldamento di più locali; alcune case costruttrici progettano i loro dispositivi in modo da massimizzare e sfruttare il normale percorso seguito dall'aria calda, semplificando in questo modo le componenti del camino.