Camino a pellet guida alla scelta

Come scegliere il camino a pellet

Il camino a pellet è una valida alternativa sia rispetto alla stufa, sia rispetto al camino a legna tradizionale. Nel primo caso, può accadere che nessuna stufa si adatti all’arredo che avete scelto o che nessun modello vi convinca del tutto. Il camino a pellet si può inserire a parete e poi rivestire a piacimento, per questo è molto più adattabile e versatile rispetto ad una stufa. Rispetto ad un camino a legna, invece, il camino a pellet offre numerosi vantaggi, che vanno dalla facilità di stoccaggio del combustibile alla possibilità di programmare accensione e spegnimento secondo i propri orari.

Per scegliere il camino a pellet più adatto a voi occorre valutare:

- di che tipo di riscaldamento avete bisogno: volete un generatore di calore d’appoggio che serva solo nelle giornate più fredde o a dare una mano alla caldaia tradizionale? Volete invece un prodotto in grado di riscaldare da solo più stanze o addirittura tutta la casa?

- qual è il volume complessivo da riscaldare, il grado di isolamento della casa dove il camino sarà installato, la disposizione delle stanze: da questi elementi dipende il fabbisogno calorico della casa e di conseguenza la potenza che il camino a pellet dovrà avere.

- che tipo di lavori siete disposti a fare: avete una ristrutturazione in corso oppure al contrario vivete già nella casa in cui sarà installato il camino e quindi non avete voglia di effettuare grossi lavori di muratura?

In foto: Il caminetto Vivo 90 pellet di MCZ si distingue per la sua fiamma ampia e gradevole.

caminetto Vivo 90 pellet di MCZ


Inserti a pellet, camini - stufe canalizzate, termocamini a pellet: quale scegliere

inserto a pellet Boxtherm di MCZ Sulla base delle domande di cui sopra, avrete la possibilità di scegliere fondamentalmente tra tre categorie di caminetti a pellet:

- inserti a pellet: sono dei monoblocchi in metallo, semplici da installare, ideali quando non si vogliono effettuare grossi lavori di muratura e quando la stanza da riscaldare è una sola.

- camini a pellet ad aria canalizzata: esattamente come le stufe canalizzate, anche i camini a pellet possono essere collegati a dei tubi a muro e trasportare l’aria calda in più stanze.

- termocamini a pellet: sono i caminetti a pellet idro, che riscaldano l’acqua che circola nell’impianto di riscaldamento esistente (termosifoni o impianto a pavimento), ideali quando si vuole riscaldare tutta la casa con un unico prodotto.

In foto: L’inserto a pellet Boxtherm di MCZ rende il montaggio semplice e veloce


  • Pellet Il termocamino a pellet è un'idea ecologica e poco costosa, da integrare al sistema di riscaldamento presente in casa; questi caminetti presentano un focolare chiuso, e un sistema di ventole che perme...
  • progetto camino pellet La fiamma del camino riscalda e crea un ambiente accogliente e conviviale nelle case in cui viene inserito. A volte prende vita e si accende inaspettato, valorizzando l’ambiente e i suoi arredi e comp...
  • stufe e caminetti Camini e stufe. Un modo naturale e sano di riscaldarsi, che rispetta l’ambiente e la salute. I modelli attuali sono in grado di trasformarsi in un vero impianto di riscaldamento per intere abita...
  • stufa e pellet mcz Il fuoco ha sempre accompagnato l’evoluzione dell’uomo e, ancora oggi, è protagonista delle stufe per riscaldamento quanto mai attuali. Grazie alle più avanzate tecnologie, i...


Uso e manutenzione del camino a pellet

camino a pellet Vivo 90 di MCZ Molto facile da usare, il camino a pellet si comanda in genere da un telecomando e si può programmare in modo che si accenda e si spenga ad orari prestabiliti. I modelli più recenti si possono addirittura gestire a distanza via smartphone. La manutenzione del camino a pellet è molto semplice. Una o due volte al giorno è sufficiente rimuovere la cenere dal braciere con un normale aspirapolvere. Se la canna fumaria è stata realizzata correttamente, il vetro è ben pulito, perché all’interno della camera di combustione si genera il giro d’aria sufficiente per eliminare la cenere dal vetro. Molto importante anche la manutenzione da parte di un tecnico, che avviene di norma una volta l’anno e comporta anche la pulizia della canna fumaria.

In foto: Il camino a pellet Vivo 90 di MCZ


Camino a pellet Vivo 85 Hydro

Camino a pellet Vivo 85 Hydro Il combustibile per alimentare i camini a pellet Mcz si può stoccare senza bisogno di una legnaia ed è anche possibile programmare a seconda delle proprie esigenze e abitudini gli orari di accensione e di spegnimento: il livello di comfort e praticità, così, risulta ulteriormente incrementato. I clienti hanno inoltre la facoltà di far personalizzare il camino scelto con un rivestimento perfettamente abbinato agli altri elementi di arredo presenti nella stanza in cui si intende installarlo.

Ricordiamo che, richiedendo il kit accessorio, è possibile gestire tutti i camini a pellet MCZ tramite il proprio cellulare e attraverso semplici messaggi; chi dispone di uno smartphone può utilizzare un’applicazione dedicata, che rende facilmente comprensibili tutte le funzioni principali. Ricordiamo anche che i camini a pellet Mcz canalizzabili, basati sul sistema Comfort Air, trasportano l’aria calda in più stanze della casa, anche dislocate su piani diversi, mentre i camini della gamma Hydro riescono addirittura a riscaldare l’acqua dei termosifoni e/o dell’impianto a pavimento.

In foto il camino a pellet Vivo 85 Hydro, dotato di porta esterna in vetro e privo di bocchette frontali a vista (l’aria esce nella parte inferiore). Altre caratteristiche di questo prodotto sono:

  • l’accesso diretto ai turbolatori
  • un sistema di estrazione su binari che semplifica la manutenzione straordinaria
  • la possibilità di posizionare frontalmente o lateralmente lo sportello per il caricamento del pellet

    classe di efficienza energetica A++

  • capacità serbatoio 44 litri

L’utilizzo del camino risulta molto pratico anche grazie al pannello di controllo molto intuitivo, che si trova all’interno dello sportello di caricamento del pellet, per un effetto ancora più discreto. Per effettuare la pulizia dei tubolatori è sufficiente aprire la porta del camino. Vivo 85 Hydro di Mcz garantisce alte performance ambientali, certificate 4 stelle in base ai parametri di emissioni e rendimento previsti dallo schema Aria Pulita.


Camino a pellet guida alla scelta: Camino a pellet Vivo 80

Camino a pellet Vivo 80 I camini a pellet sono pratici, efficienti, esteticamente accattivanti. Ma i pregi non finiscono qua. Il materiale in questione, infatti, è un combustile economico ed ecologico: da una parte garantisce un alto rendimento a fronte di un costo nettamente inferiore rispetto a quello dei combustibili fossili quali il metano e il gasolio; dall’altra produce una combustione due volte più pulita della legna. Ciò significa anche che chi acquista un camino a pellet può usufruire delle agevolazioni fiscali e degli incentivi messi in campo dal Governo italiano per favorire il risparmio energetico e promuovere l’utilizzo delle energie rinnovabili.

In foto vi mostriamo il camino Vivo 80 di Mcz, il cui serbatoio pellet è caratterizzato da un sistema di caricamento posizionabile frontalmente oppure lateralmente. Questo termocamino è disponibile sia nella versione Comfort Air che nella versione Hydro: nel primo caso è dotato di focolare in Alutec, nel secondo presenta invece un focolare in ghisa. In entrambi i casi si colloca nella classe di efficienza energetica A+. I prodotti Comfort Air possono riscaldare diversi ambienti anche non comunicanti fra loro, i prodotti Hydro permettono di avere i termosifoni caldi usufruendo di tutti i vantaggi del pellet. Contraddistinto da una struttura minimalista che enfatizza il rivestimento in qualsiasi contesto domestico, Vivo 80 si gestisce con facilità tramite un telecomando con pochi tasti ma numerose funzioni. Alla normale programmazione giornaliera o settimanale è infatti possibile aggiungere una programmazione relativa alle temperature, impostando le relative variazioni a seconda delle fasce orarie. La temperatura viene rilevata esattamente nel punto in cui il telecomando si trova. Utile sapere che i camini a pellet Mcz soddisfano i requisiti necessari per ottenere un contributo del Conto Termico (meccanismo incentivante regolato dal DM 16 febbraio 2016), nel caso in cui sostituiscano un generatore di calore alimentato a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio.