Arredamento.it

Arredamento.it

Conosciamo insieme i termocamini

Conosciamo insieme i termocamini

- 19 settembre 2014

Termocamino legna pellet

Il termocamino a legna pellet è una pratica soluzione per il riscaldamento domestico; rispetto ai comuni caminetti, i termocamini presentano un focolare a camera chiusa, con una pratica porta apribile per inserire il combustibile, o per ripulire il focolare. Generalmente nei termocamini in cui si brucia il pellet esiste un meccanismo che carica costantemente il pellet necessario a mantenere la fiamma, e conseguentemente parte del camino è occupata dal cassetto di conferimento del pellet, che va periodicamente riempito. Per una facilità e praticità di gestione del termocamino a pellet è importante che il cassetto del pellet sia posto in luogo facilmente raggiungibile, anche a camino acceso. I termocamini a legna invece necessitano di venire periodicamente alimentati dall’esterno, poiché consumano fino a 5 kg di legna all’ora a pieno regime. La materia prima combustibile è il legno, e nel caso del pellet è legno di scarto, quindi un materiale a basso costo e di facile reperibilità; il prezzo della legna varia di molto nell’arco dell’anno, è quindi sensato approvvigionarsi di ampie scorte quando i prezzi sono più bassi. In foto: Edilkamin

La scelta del prodotto

I termocamini a legna o a pellet sono molto convenienti per quanto riguarda i costi di esercizio, utilizzando un combustibile economico; ma il prezzo di questi impianti può essere alto, e dipende dalle funzioni che svolge. La tecnologia su cui si basano i termocamini comporta l'utilizzo di tutta l'energia prodotta da questi bruciatori, anche quella che verrebbe dispersa attraverso la canna fumaria; esistono termocamini che semplicemente scaldano la stanza in cui si trovano, ma è anche possibile collegarli ad un sistema di aerazione, entro cui far fluire l'aria calda anche in altre stanze. Esistono poi anche termocamini ad acqua, che possono venire interfacciati con gli altri sistemi di riscaldamento della casa, facendo passare delle tubature con acqua calda attorno al termocamino per poi diffonderla nei termosifoni o nel sistema di riscaldamento a pavimento. Chiaramente la scelta del tipo di termocamino influisce di molto sulla spesa di acquisto dell'impianto; oltre a questo le dimensioni del termocamino vanno adattate al nostro appartamento: se desideriamo riscaldare la gran parte del nostro appartamento con un termocamino, dovremo dimensionarlo correttamente. In foto: termocamino Pasqualicchio

Termocamini combinati legna e pellet

I termocamini combinati multi combustibile funzionano bruciando legna, o pellet, o entrambi. In sostanza garantiscono il calore e la vista piacevole di un normale caminetto, con un bel fuoco vivace, assieme all’alto rendimento del pellet come combustibile. In genere il focolare viene acceso utilizzando la legna, e nelle restanti ore un meccanismo automatico carica il pellet direttamente da un apposito vano posto lateralmente o posteriormente al termocamino. In questo modo è possibile avere un termocamino che si accende attraverso un timer, e che può venire regolato anche da uno smartphone attraverso una apposita App. Mentre, se siamo in casa, possiamo alimentare la fiamma con dei pezzetti di legna. Anche questi termocamini possono venire collegati all’impianto esistente di riscaldamento, per produrre acqua calda; visti gli sbalzi dei prezzi di legna e pellet è spesso conveniente utilizzare di volta in volta il combustibile meno costoso. In foto: termocamino Jolly Mec

Termocamini a legna prezzi

I prezzi dei termocamini dipendono dalla tipologia di termocamino, o meglio, da quanto questo impianto viene integrato agli impianti già esistenti in casa. I termocamini economici sono dei camini a camera chiusa, che riciclano il calore che andrebbe disperso nella canna fumaria; rispetto ad un caminetto comune non necessitano di ulteriori opere in muratura. Se invece il nostro termocamino deve essere utilizzato anche per riscaldare altre stanze, è necessario dotarlo di un impianto di tubature, attraverso cui far fluire l'aria calda prodotta dal termocamino. I termocamini combinati, che possono bruciare sia legna sia pellet, sono più costosi, perché necessitano di maggiore spazio, di maggiore tecnologia interna al termocamino, e del cassetto porta pellet. I termocamini più costosi possono venire interfacciati all'impianto di riscaldamento domestico, o a dei pannelli solari; per fare questo, oltre al termocamino è necessario acquistare anche il kit per collegare il tutto all'impianto di riscaldamento preesistente. Quindi non è facile dichiarare i costi di un termocamino, poiché le variabili sono tante, non da ultimo la dimensione della casa da riscaldare. In foto: termocamino Palazzetti

Sfoglia i cataloghi: