Pavimenti in cemento stampato

Pavimento in cemento stampato Ideal Work

Il cemento stampato è una delle più grandi innovazioni degli ultimi anni nel campo dei materiali per rivestimenti. La tecnologia raggiunta garantisce la possibilità di ottenere delle pavimentazioni non solo facili da posare in opera ed estremamente funzionali, ma anche esteticamente gradevoli. Grazie agli stampi per cemento e all’utilizzo di resine speciali, quello che era un rivestimento tipico delle grandi superfici industriali o dei parcheggi, oggi può essere utilizzato anche per ottenere degli eleganti effetti estetici sia per i locali commerciali, che per le abitazioni. Ideal Work è un’azienda leader nel settore per questo tipo di rivestimenti moderni, con il suo pavimento stampato, ma non solo. Ha realizzato, infatti, anche progetti architettonici a livello nazionale di grande spessore, come pavimentazione e rivestimento di alcune zone del nuovo Museo Prada di Milano o il progetto di rinnovamento e ampliamento del Museo del Vetro di Murano, utilizzando soluzioni dal marchio registrato come Betentop e Architop. Il pavimento in cemento è facile da applicare, ma questo non vuol dire che non ci sia bisogno comunque di una competenza tecnica adeguata.Per la buona riuscita della posa in opera Ideal Work si occupa direttamente della formazione dei suoi posatori con continui corsi di aggiornamento, organizzati periodicamente presso un proprio centro specializzato.
Pavimento in cemento stampato Ideal Work


Pavimentazione in cemento e muro stampato

Isoplam Pavimentazione in cemento stampato Il pavimento in cemento stampato, così come il muro stampato, si stanno diffondendo sempre di più. In passato venivano accomunati a delle ambientazioni per lo più rustiche, ma oggi se n’è sdoganato ampiamente l’utilizzo, visto l’estrema adattabilità ad ogni ambiente. Il cemento è un prodotto indistruttibile: pertanto utilizzato per i pavimenti, li rende resistenti alle sollecitazioni del calpestìo tipico di ambienti domestico e, qualora venga utilizzato per i pavimenti in esterno, all’azione di agenti atmosferici e agli sbalzi termici. È, quindi, anche compatibile con gli impianti di termoregolazione a pavimento. La facilità della posa in opera, insieme alla facilità della decorazione con gli appositi stampi, lo rende un tipo di pavimento capace di nobilitare tutti gli ambienti, ricreando la naturalità della pietra, della roccia o del legno e la bellezza della ceramica. Con la stessa tecnica è possibile non solo avere il rivestimento dei pavimenti, ma anche il rivestimento dei muri. Anche Isoplam che da circa 40 anni si è imposta sul mercato internazionale per la produzione di premiscelati cementizi e superfici decorative, ha tra i suoi prodotti diverse tipologie di stampi per i muri. Grazie ad essi è possibile simulare la decorazione a sassi medi, a pietra vulcanica, a porfido piccolo, etc. Un altro aspetto estremamente importante è la praticità di manutenzione: i pavimenti in cemento stampato possono essere normalmente spolverati, spazzati e lavati. Le caratteristiche quali la impermeabilità, i disegni e le colorazioni restano inalterate a lungo nel tempo, sempre che sia stato correttamente posato in opera.


  • Multiquartz 20 Marazzi Per scegliere le pavimentazioni per esterni, occorre partire dalla destinazione d’uso. Le tipologie di pavimentazioni pensate per le aree esterne sono sempre più numerose sia in termini di materiali, ...
  • Esempio di pavimento per esterno Il pavimento per esterno deve essere realizzato utilizzando piastrelle con caratteristiche tecniche specifiche. La loro struttura dipende dalla destinazione e dal luogo in cui devono essere posate. In...
  • Pavimentazione per piscina Le pavimentazioni per esterno vengono scelte seguendo due criteri principali: lo stile, che soddisfa la scelta estetica, e la resistenza, che soddisfa l'alta fruibilità della pavimentazione stessa. ...
  • Pavimento in legno per giardino Se si ha la fortuna di possedere un giardino e di potersene prendere cura, molte sono le soluzioni per renderlo ancor più bello e funzionale, legate alla pavimentazione giardino dell'area calpestabile...


Come fare un pavimento in cemento stampato

Tekno Stone pavimento stampato La posa in opera del pavimento in cemento, che verrà poi stampato, rende necessaria un’operazione preliminare di preparazione del fondo. Applicare il cemento direttamente sul terreno non sarebbe corretto, pertanto si utilizzano elementi che garantiscano una presa più forte, come uno strato di pietrisco oppure, a seconda delle esigenze, una struttura ventilata. C’è anche chi sceglie di utilizzare prima un telo di nylon e poi un telo di tessuto non tessuto, direttamente sul fondo, dopo che sia stato rullato, con anche una funzione maggiormente isolante. Successivamente si posiziona una rete elettrosaldata. Quindi si inizia l’applicazione del calcestruzzo, con estrema attenzione, affinchè sia uniforme e vengano rispettate e regolate tutte le necessarie pendenze. La fase successiva consiste nel distribuire e livellare un prodotto a protezione: spesso si tratta di mix speciale di cemento e ossidi sintetici. Lo strato sarà maggiore o minore a seconda del tipo di utilizzo che si avrà del pavimento in cemento stampato, più o meno intenso, e dell’eventuale colore da passare successivamente, più o meno chiaro. Tekno Stone, grazie ai suoi posatori attenti e qualificati, prima di effettuare lo stampaggio sul calcestruzzo fresco, utilizza un corazzante proprio con la funzione di raddoppiare, addirittura, la resistenza all’abrasione dei un normale cemento. Tekno Stone, che offre anche un servizio di progettazione per la scelta dei rivestimenti, si avvale anche di designer per creare gli stampi che vengono poi proposti alla clientela.


Pavimenti in cemento stampato: Decorazione con gli stampi per cemento

Sirio Group pavimento stampato Predisporre una superficie uniforme e correttamente livellata è fondamentale per il momento successivo in cui verrà decorato il pavimento in cemento. Per ottenere un pavimento in cemento stampato con l’effetto antichizzato, si consiglia anche l’applicazione di uno strato di distaccante: in questo modo, oltretutto, al di là dell’effetto estetico, si doterà il pavimento di un filtro idrorepellente. La decorazione finale avviene con degli stampi speciali, spesso in silicone: è giusto, infatti, che essi siano in materiali morbidi e flessibili, così da non rendere troppo ostico lo stampaggio in certe zone, come in corrispondenza dei muri, o di altri ostacoli. Si tratta di stampi ad incastro, questo vuol dire che il primo stampo deve essere posizionato con la massima attenzione, poichè da esso dipenderà tutto il resto. Quando il calcestruzzo è ancora un po’ morbido, è possibile pressare gli stampi anche manualmente. Man mano che si indurisce, si rende necessario utilizzare strumenti e utensili atti allo scopo. Nell’ultima fase il pavimento deve essere lucidato e trattato con resine o cere che dotano il pavimento di uno strato antimacchia e antipolvere. Le resine di Sirio Group garantiscono un trattamento che mantiene inalterati i colori, nonostante l’usura dovuta al tempo e agli agenti atmosferici. Tra i prodotti di questa azienda, che è all’avanguardia nel settore di questo tipo di rivestimenti, ci sono resine caratterizzate da una diversa composizione, a seconda dell’uso. Sirio Group offre, cioè, resine a base di acqua, resine a base di solvente, resine a base acquosa poliuretanica, ciascuna con le sue specificità. In ogni caso, indipendentemente dal prodotto che si decida di applicare, prima di questa fase di lucidatura, non deve assolutamente essere saltato il taglio dei giunti di contrazione, al fine di evitare che, col variare dei livelli di umidità, possano crearsi delle fessurazioni nel pavimento. La posa in opera dei prodotti leviganti e lucidanti, d’altra parte, ha anche la funzione di sigillare ulteriormente il calcestruzzo.