Arredamento.it

Arredamento.it

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 19 ottobre 2017

Cos'è e quando si cambia l'ora legale

Cerchiamo di capire cos'è e quando si cambia l'ora legale, o Daylight Saving Time (DST), cioè il concetto di portare avanti gli orologi di un'ora durante i mesi estivi con il vantaggio di sfruttare la luce del giorno un'ora in più alla sera. Della opportunità e dei vantaggi dell'ora legale accennò per primo Benjamin Franklin, politico e inventore statunitense, in un saggio scritto per The Journal di Parigi nel 1784, quando era ambasciatore americano in Francia. Nel saggio, intitolato "Un progetto economico per diminuire il costo della luce", suggerì che i parigini avrebbero potuto ridurre il periodo di utilizzo della candela facendo iniziare prima la giornata lavorativa. Dopo più di un secolo, nel 1907, William Willett ha introdotto l'idea dell'ora legale in Gran Bretagna, asserendo che un tale regime avrebbe potuto ridurre il consumo domestico di carbone e aumentare così le risorse disponibili a sostegno dello sforzo bellico durante la prima guerra mondiale. In realtà è stata la Germania ad adottare per prima l'idea di Willet, spostando in avanti le lancette degli orologi il 30 aprile del 1916, la Gran Bretagna seguì un mese dopo, il 21 maggio.

Cos'è e quando cambia l'ora solare

Cos'è e quando si cambia l'ora solare? Per ora solare si intende l'orario standard o normale, comunemente detto anche orario invernale. L'ora solare è di conseguenza l'ora locale in un paese o in una regione quando l'ora legale (DST) non è in uso. L'ora solare è a volte definita come ora invernale, mentre l'ora legale può anche essere chiamata ora estiva. La maggioranza dei paesi del mondo, più del 60%, usa l'ora solare tutto l'anno, mentre il resto utilizza DST durante i mesi estivi, generalmente impostando gli orologi in avanti di un'ora rispetto all'ora solare. I periodi di ora solare e ora legale non sono ugualmente lunghi, il periodo di ora solare è spesso più breve dell'ora legale. Negli Stati Uniti e in Canada l'ora solare è di circa 4 mesi e mezzo, di 5 nella maggior parte dei paesi europei. In genere la motivazione della modifica dell'ora solare in ora legale è di natura economica, ad esempio per facilitare il commercio, come in Canada o per aumentare il turismo come in Messico, a volte per motivi politici, come nella Corea del Nord.

Come cambia l'ora legale in Europa

Vediamo ora come cambia l'ora legale in Europa, cioè quando si cambia l'ora, passando dal periodo di orario solare a quello legale. Mentre la maggioranza delle nazioni europee usufruiva del cambiamento di orario da decenni, nel 1996 l'Unione Europea (UE) ha standardizzato un "periodo di estate" a livello europeo. La versione dell'ora legale dell'UE si evolve dall'ultima domenica di marzo all'ultima domenica di ottobre. L'Islanda osserva l'orario invernale dell'area dell'Europa occidentale durante tutto l'anno e non adotta l'ora legale. In Russia, l’allora capo del Cremlino Dimitri Medvedev, nel 2011 introdusse l’ora legale permanente. All’epoca il 73% della popolazione approvò il cambiamento, ma alla fine del 2013 solo il 32% era ancora convinto della bontà dell'idea. In realtà in tanti si sono ritrovati con mattinate a lungo buie, con la conseguenza che dovevano iniziare a spostarsi e a lavorare nel freddo e nel buio, soprattutto in inverno. Ad esempio l'alba si concretizzava alle ore 10 del mattino a Mosca e alle 11 a San Pietroburgo. Nel 2014 il presidente Vladimir Putin ha imposto l’abbandono dell’ora legale a favore di quella solare permanente, con un provvedimento che di fatto cancella la rivoluzione voluta da Medvedev.

Dove scatta l'ora legale a marzo

Nel 1996 l'Unione Europea ha standardizzato il programma DST con una direttiva ancora in vigore oggi, per tutti i Paesi dello Spazio economico europeo (EEA), ad eccezione dell'Islanda, con l'ora legale che inizia alle 01:00 UTC (Tempo Coordinato Universale) dell'ultima domenica di marzo, e finisce alle ore 01:00 UTC dell'ultima domenica di ottobre. La Svizzera segue lo stesso programma sebbene il paese non faccia parte dell'Unione Europea. Da ricordare che UTC non è un fuso orario, ma uno standard di tempo alla base dell'ora civile e delle zone temporali di tutto il mondo e nessun paese o territorio utilizza ufficialmente UTC come ora locale. I paesi che usano l'ora legale nel mondo sono in minoranza, circa il 40%, e generalmente lo spostamento in avanti delle lancette dell'orologio di un'ora avviene durante il mese di marzo, ad eccezione della maggior parte delle posizioni del Messico dove a volte, come quest'anno, avviene in aprile e riguarda solo l'emisfero terrestre a Nord dell'Equatore. Si noti che potrebbero esserci in futuro delle varianti, poiché alcuni stati talvolta apportano modifiche annunciate solo poche settimane prima.

Come cambia l'ora legale negli USA

Diversi stati degli USA praticano l'uso dell'ora legale, che inizia la seconda domenica di marzo e termina la prima domenica di novembre, mettendo in pratica il programma introdotto nel 2007, in applicazione della legge sulla politica energetica del 2005. La fine del periodo di ora legale negli Stati Uniti segnala l'inizio dell'inverno, ma vediamo quando si cambia l'ora legale negli USA, dove la legge non pregiudica affatto i diritti degli Stati a non rispettare l'ora legale. Essa viene applicata nella maggioranza degli stati e territori, eccetto Hawaii, Puerto Rico, Isole Vergini, Samoa Americana, Guam, Isola Mariana settentrionale e Arizona, dove è attuata solo nei territori della riserva indiana, la Navajo Nation. I legislatori in diversi Stati promuovono di continuo, al momento senza successo, proposte di legge per rimanere in modo permanente sul Daylight Saving Time, modificando il fuso orario standard dello Stato di 1 ora.In altri Stati come Utah, Massachusetts, New England, New Hampshire, Connecticut, Alaska e Maine ci sono invece spesso proposte per eliminare la pratica semestrale dell'ora legale.

Come cambia l'ora legale nel mondo

Vediamo ora quando si cambia l'ora legale nel mondo. La maggioranza delle aree dell'America del Nord e dell'Europa e alcune aree del Medio Oriente, applicano l'ora legale, mentre la maggioranza delle aree dell'Africa e dell'Asia non lo fanno, come il Giappone, l'India e la Cina, che l'ha sperimentata dal 1986 al 1991. L'ora legale non viene applicata nella maggior parte dei paesi del nord del Sud America, mentre il Paraguay ed il Brasile, tranne le regioni equatoriali, lo fanno. Anche in Oceania la pratica dell'ora legale è variegata, con la Nuova Zelanda e parti dell'Australia sudorientale che la osservano, mentre la maggior parte delle altre aree non lo fanno. I paesi equatoriali e tropicali, cioè alle latitudini più basse, generalmente non applicano l'ora legale. In effetti in queste zone le ore diurne sono simili in ogni stagione, di conseguenza non c'è alcun vantaggio a spostare le lancette degli orologi in avanti durante l'estate. Nell'emisfero Nord i paesi aderenti all'ora legale la applicano generalmente nel mese di marzo, mentre nell'emisfero Sud i paesi che aderiscono la applicano a settembre, a ottobre o a novembre come a Tonga e nelle isole Fiji.

Sfoglia i cataloghi: