Top cucina Ikea quale scegliere

Piano lavoro cucina Ikea

I piani di lavoro sono indubbiamente le superfici più utilizzate e vissute in cucina, sottoposte alle innumerevoli sollecitazioni quotidiane. Devono quindi rispondere a precisi requisiti di qualità per assicurare solidità e resistenza nel tempo. Ikea è consapevole delle esigenze dei suoi clienti: i prodotti sono progettati per durare a lungo, testati sotto ogni punto di vista, dall’olio al calore, dai colpi ai graffi, tanto da offrire su tutti i top - con unica eccezione la serie Lillträsk - una garanzia di ben 25 anni. Ogni materiale ha caratteristiche specifiche che occorre conoscere per non incorrere in qualche spiacevole sorpresa. In primis il laminato. L’azienda propone un piano in truciolare, laminato melamminico ad alta pressione, plastica propilenica rinforzata e lamina oppure in truciolare, laminato melamminico ad alta pressione e lamina. Si pulisce con un panno morbido inumidito con acqua e un detergente poco concentrato, avendo cura di asciugarlo adeguatamente. I modelli in legno massiccio, con piano/bordo in rovere, faggio, betulla, noce o frassino, trattati con olio acrilico, consistono nella parte superiore in lamina e nelle parti principali in truciolare. Sono molto duraturi, e si possono all’occorrenza oliare o smerigliare per ripristinarne lo stato iniziale. Inoltre le macchie, oltre ad essere cancellate con un colpo di spugna, possono essere, se difficili, eliminate con carta vetrata a grana fine. Infine il quarzo (materiale composito di quarzo, truciolare e alluminio) o l’acrilico (plastica acrilica rinforzata, truciolare, bordo in plastica e melammina) si lavano semplicemente con acqua e sapone. Una prerogativa impareggiabile per una soluzione oltremodo pratica ed igienica. Quale che sia il materiale, sul lato inferiore del piano di lavoro, sopra la lavastoviglie, è collocata la barriera di diffusione Fixa, protezione extra contro l'umidità. E’ bene sempre evitare il contatto diretto con vapore o padelle calde, sostanze corrosive come acetone e disincrostanti, nonché l’utilizzo di spugnette abrasive. Le serie, inoltre, sono tutte disponibili in molteplici colorazioni e finiture, contemporanee ed evergreen come ad esempio l’effetto nero minerale di Säljan, per soddisfare ogni desiderio di qualità, a un prezzo vantaggioso.

Piano lavoro cucina Ikea


Top cucina Ikea spessore

Top cucina Ikea spessore I top Ikea sono ordinabili in varianti diversificate, anche per quel che concerne lo spessore. Un dettaglio non da poco, che influisce in maniera determinante nel configurare l’aspetto della cucina. La soluzione Ekbacken, disponibile in numerosi effetti diversi, dal marmo bianco al cemento, dal marrone-nero al double-face grigio chiaro con bordo bianco è il piano di lavoro con spessore 2,8 cm. Säljan, invece, anch’esso presente con realizzazioni variabili, alluminio con bordo metallo, o marmo nero, solo per citarne alcuni, aggiunge 1 cm alla versione sopra citata. La scelta della linea più sottile di Gootkär, ovvero 1,8 cm è privilegiata da cucine dal design minimale, per un look più leggero e moderno. E ancora lo spessore di 7,7 cm della serie Deje, disponibile nelle varianti bianco, nero o bianco lucido: la superficie di lavoro risulta un po’ più alta, sempre nel pieno rispetto di forme e proporzioni, per un risultato in termini di equilibrio estetico decisamente inappuntabile.


  • piani cucina in okite Al momento della progettazione e dell'acquisto della vostra cucina, una scelta da ponderare con attenzione è quella del materiale che destinerete al top, o piano, dei vostri mobili. Sui top cucina, in...
  • Top cucina Come scegliere il miglior top per la cucina? Occorre considerare non solo estetica e design: un buon piano lavoro deve essere resistente, pratico, funzionale. Esistono diversi materiali in grado di ri...
  • donna che pulisce forno cucina La cucina è l’ambiente della casa in cui è più semplice macchiare mobili e superfici. E dove è più frequente avere a che fare con lo sporco difficile. Cibi, olio, caffè, vino possono lasciare in cucin...
  • pulire la cucina Talvolta chi non è abituato alle pulizie di casa pensa erroneamente che tenere in ordine la cucina e pulirla significhi solo lavare i piatti, sparecchiare o al massimo avviare la lavastoviglie. Le cos...


Top su misura Ikea

Top su misura Ikea I prodotti Ikea sono sempre in pronta consegna, ma ciò non preclude la possibilità di chiedere soluzioni su misura, anche per il piano di lavoro. Ecco alcuni degli indiscussi vantaggi. Innanzitutto ordinare forme e dimensioni precise, con lunghezze e profondità differenti a seconda della richiesta del design della cucina, come potrebbe trattarsi nel caso della presenza di un’isola. In secondo luogo, scegliere la finitura degli angoli, se arrotondati o meno, così come lo spessore dei bordi. Le giunture sono un altro aspetto da non sottovalutare. E ultimo, ma non ultimo, le soluzioni personalizzate consentono di individuare a piacere dove praticare i fori per l’alloggiamento, ad esempio, del miscelatore, del piano cottura, nonché del lavello sotto top completamente integrato. Le versioni in acrilico sono disponibili solo nel su misura. Il modello Fornby, con bordo nello stesso materiale o in alluminio, permette di essere modellato in un unico blocco senza giunture: di notevole impatto e modernità.


Top cucina Ikea quale scegliere: Piano cucina legno Ikea opinioni

Piano cucina legno Ikea opinioni Un altro aspetto riguarda le serie in legno impiallacciato e legno massiccio: Karlby, Möllekulla, Barkaboda e Pinnarp. Che siano nelle varianti rovere, faggio, betulla, noce o frassino, il risultato è un’atmosfera calda e accogliente. Come è noto, questi materiali naturali richiedono una maggiore cura nella manutenzione, per preservarne le caratteristiche e l’integrità anche dal punto di vista prettamente estetico. Basterà trattare opportunamente la superficie per conservarli in condizioni ottimali. Opinione comune è, infatti, che il legno sia più delicato e più facilmente alterabile, soprattutto in cucina ove vapore, schizzi e macchie sono all’ordine del giorno. Ciò è vero in parte, poiché, ad esempio, l’impiallacciato firmato Ikea, più sensibile all’umidità, è trattato con olio di cera dura applicato su strato superiore di 3 cm di legno massiccio su truciolare, il che lo rende maggiormente resistente e impermeabile. Utilizzando un tagliere per non avere il coltello a diretto contatto sul piano o evitando di appoggiare pentole bollenti, si prevengono eventuali scalfitture e bruciature.