Arredamento.it

Arredamento.it

Balaustre per balconi

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 27 agosto 2013

Tante opzioni differenti per le balaustre dei balconi

Balaustre balconi, o meglio, parapetti balaustrati: ma che cosa sono? Sono elementi installati e fissati su balconi, terrazzi, belvedere e ogni sorta di elemento in aggetto che debba essere protetto dallo strapiombo nel vuoto, costituiti da elementi singoli associati, denominati “balaustri”, dalla forma tornita di colonne.    Queste “colonne” possono essere circolari, semisferiche, cubiche o altro, e sono tutte poggianti su uno zoccolo e collegate nella parte alta da un elemento di chiusura che è chiamato fin dall’antichità, cimasa.   In passato le balaustre erano utilizzate per limitare gli spazi nelle ville e nelle case di alta nobiltà, nei castelli e nelle regge, ma anche negli edifici pubblici, in una prima fase, nel 1400, come elementi di mera protezione, in seguito, hanno assunto anche una funzione decorativa di abbellimento della facciata.   Da qui, sono diventati anche finte balaustre, essendo posti davanti ad un elemento di chiusura cieca, in basso rilievo che riproducesse la vera balaustra. Le balaustre dei balconi sono presenti tuttora in moltissime opere architettoniche che hanno assunto grande rilevanza storico artistica.  

tra modernismo e contemporaneità

Come sono cambiate però, le cose nel tempo?  La balaustra balcone è impiegata sia nelle case con grandi terrazzi, sia nelle case dei ceti medi, a partire dal 1900. In questo modo, le case di livello più elevato si differenziavano dalle “case di ringhiera” comunemente dette, ponendo su esse un accento di valore per lo più negativo, implementando invece il loro, con un tocco di arte in facciata.      Ancora oggi possiamo scorgere, sui balconi dei centri storici, le balaustrate continue, anche in spazi ridotti: in questo modo si capisce in origine, se la casa è appartenuta a una famiglia di rilievo oppure no. In passato le balaustre erano realizzate con materiali lapidei come pietre e marmi, mentre oggi si prediligono materiali artificiali come il calcestruzzo armato, poiché permette una più facile realizzazione e soprattutto minori costi e tempi inferiori di realizzazione.   Al confronto con le balaustre realizzate in passato però, hanno anche lati positivi: infatti, la durata è molto inferiore poiché assimilabile alla durata del cemento armato, e dei danni che subisce sia il materiale sia l’armatura. Ma nonostante tutto, le balaustre ancora oggi attribuiscono ad ogni casa che ornano, un tocco in più in stile, arte e decoro e caricandola di valore aggiunto.  

Sfoglia i cataloghi: