La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 07 luglio 2015

Comodino, complemento di arredo essenziale

Nelle camere da letto i comodini sono un pezzo a cui quasi nessuno rinuncia perché, anche se di piccole dimensioni e apparentemente meno significativi di altri elementi della zona notte, sono in realtà davvero utili. Posti accanto al letto, ne completano l’estetica e la funzione, prestandosi ad essere pratiche superfici di appoggio per il tablet o un libro, la sveglia, l’abat-jour e gli oggetti che desideriamo tenere a portata di mano in camera. Se dotato di cassetti, poi, il comodino ci consentirà di riporre i nostri effetti personali liberando la superficie e facendo ordine. In foto: il comodino Spazio di Pianca, abbinato al letto Piumotto. Grande versatilità per questo complemento della zona notte, disponibile in varie misure per adattarsi a qualsiasi esigenza. Un vero e proprio sistema di elementi da comporre a piacere anche in soluzioni articolate, lineari o ad angolo. I comodini Spazio ben si abbinano ai letti Pianca grazie alle differenti finiture disponibili per i frontali: dalle essenze, ai laccati, ai vetri, fino alle finiture a specchio e in pietra.

Qualche utile consiglio

Come scegliere i comodini per la camera da letto? Innanzitutto è bene considerare lo stile dell’ambiente che li ospiterà, in modo da coordinarli e integrarli nell’arredo. In base al gusto personale, poi, li si sceglierà dalle linee minimal e rigorose, oppure più morbide e tradizionali. Valutatene con cura la giusta altezza, invece, che deve corrispondere all’incirca a quella del materasso, in modo da potere agevolmente raggiungere gli oggetti appoggiati sulla superficie di appoggio o nei cassetti.

I comodini vengono comunemente posizionati ai lati del letto, a una distanza di circa 25-40 cm, in modo che siano abbastanza funzionali da essere raggiunti ma non troppo vicini da creare intralcio. Anche la scelta delle dimensioni dei comodini va valutata, in base al tipo di letto a cui verranno accostati. Accanto a un letto singolo è bene avvicinare un comodino non troppo largo, così come a un letto matrimoniale dalla presenza importante andranno abbinati comodini che rispettino una giusta proporzione. In foto: comodino Tecno di Pianca, abbinato al letto Aladino. Sottili pannelli di rivestimento superiore e laterale consentono abbinamenti di colori e materiali diversi sullo stesso modulo, ad esempio fra esterno e interno. I pannelli di copertura possono essere laccati opachi, in essenza, in pietra o a specchio. Per un’eleganza ancor più essenziale e pulita, la maniglia scompare sostituita da sistema di apertura push-pull. Se lo spazio lo consente e le esigenze lo richiedono, i moduli Tecno non possono essere sovrapposti fra loro.

Un comodino tanti stili

I comodini sono complementi di arredo che attraversano le mode e l’evolversi del gusto senza perdere la propria attualità. Non solo dettagli della zona notte, sono oggetti in grado di connotare il look del locale. Grande la varietà offerta dalle aziende produttrici, in modo che ciascuno possa personalizzare la camera da letto scegliendo materiali, finiture, forme e dettagli e creando accostamenti armonici con il letto oppure giocando con voluti contrasti e magari anche porre ai lati due modelli differenti fra loro. In foto: comodini Doge di Pianca abbinati al letto Oriente. Disponibili a due o a tre cassetti, li contraddistingue una particolare forma allungata, che li rende complementi eleganti oltre che partici. possono essere abbinati al settimanale e al cassettone della stessa linea, per completare l’arredo della camera da letto. Il comodino Doge è disponibile nella finitura essenza oppure laccato opaco nelle tonalità bianco, avorio, tortora e nuvola. Il frontale, sporge lateralmente rispetto alla struttura e facilita la presa per l'apertura del cassetto.

Sfoglia i cataloghi: