Fiori da balcone

Quali fiori da balcone scegliere per terrazze al sole?

I fiori rendono speciale qualsiasi balcone, ma se si ha un terrazzo esposto al sole bisogna sceglierli con grande attenzione. Non tutti i fiori, infatti, sopportano la luce diretta del sole e le alte temperature. 

Tra i fiori da balcone che più amano il sole, vi è sicuramente l'agastache, della famiglia delle Lamiaceae, Splendida pianta perenne caratterizzata da un vivace colore azzurro, è nota per le sue foglie commestibili e per la sua vistosa crescita. 

Allegra e colorata è anche la bidens ferulifolia, delle Asteraceae. Presenta fusti sottili caratterizzati da un portamento prostrato e da fiori incredibilmente decorativi, color dell'oro. Bisogna considerare, però, che questa pianta è molto delicata e non sopporta per nulla il freddo.

Perfetta per i balconi soleggiati è anche la lavanda. A crescita rapida, tende a formare, in breve tempo, un bel cespuglio odoroso (motivo per cui necessita di un vaso piuttosto grosso). DI facile manutenzione, è perfetta anche per chi non ha il pollice verde.

Infine, altra pianta che ama il sole e non teme il caldo, è la surfinia (che ultimamente sta prendendo il posto dei tradizionali gerani). Si tratta di una petunia pendula, caratterizzata da crescita vigorosa e una fioritura rigogliosa. Il segreto per mantenerla splendida? Innaffiarla quotidianamente e darle, una volta alla settimana, del concime liquido.

lavanda balcone


I fiori da balcone che vivono bene anche con poco sole

fiori balcone Se il vostro terrazzo non è esposto al sole, non disperate: non dovete rinunciare al vostro angolo verde. 

Un balcone in ombra, o quasi, è il più difficile da arredare, ma non bisogna perdersi d'animo: esistono dei fiori da balcone che vivono e crescono bene anche con poco sole.

Stiamo parlando, ad esempio, del nasturzio nano. Facile da curare e con poche esigenze (basta annaffiarlo con regolarità), questa pianta regala, con la sua cascata di fiori arancioni, colore ed allegria.

Per coltivarlo, vi basta procurarvi un terriccio piuttosto leggero composto, in minima parte, da torba e sabbia fine. Ricordatevi, che il nasturzio cresce di circa 30 cm e, dunque, necessità di spazio.

Altro splendido fiore che ha bisogno solo di qualche ora di sole è l'anemone. Pianta erbacea perenne che, a seconda della specie può raggiungere anche i 40 cm, fiorisce in primavera e sul finire dell'estate; per crescere ha bisogno di un terreno ben drenato e fertile, capace di trattenere l'umidità.

La pianta, per eccellenza, di tutti i balconi in ombra è, da sempre, l'ortensia, appartenente all'affascinante famiglia delle Hydrangeaceae.

Durante il periodo della fioritura, questo splendido fiore richiede notevoli quantità d'acqua. Bisogna, però, prestare grande attenzione ai ristagni che possono rivelarsi anche letali. Procedere all'eliminazione dei fiori appassiti, può tradursi in una seconda fioritura.


    Fiori da balcone: Come curare le margherite in vaso

    margherite vaso I fiori da balcone sono pressoché infiniti. Tra tutti, quelli più belli ed immancabili sono sicuramente le margherite. La varietà più classica e nota è bianca, ma ne esistono anche con sfumature di rosa e viola. 

    Facili da coltivare, le margherite regalano allegria a qualsiasi balcone. Il loro periodo di fioritura è molto ampio: quelle in vaso, infatti, sbocciano sul finire di aprile e restano in fiore almeno fino a settembre inoltrato.

    Le margherite, amano moltissimo essere baciate dai raggi del sole: per questo motivo è indispensabile esporle al sole almeno 5/6 ore al giorno.

    Per crescere sane e forti, le margherite devono essere sistemate in vasi del diametro di almeno 15 cm. I vasi migliori sono in terracotta, ma possono andar bene anche quelli in plastica. L'operazione di semina deve avvenire tra la fine del mese di febbraio e le prime settimane di marzo.

    E' necessario sistemare dell'argilla espansa il fondo al vaso. Si proseguirà poi, coprendo con del terriccio, spargendo i semi e ricoprendoli con un po' di terreno. A questo punto, abbiate cura di coprire il vaso con un po' di carta trasparente (per creare un particolare "effetto serra" in grado di favorire la germinazione).

    Verso la metà della primavera, trasferite le vostre margherite in un vaso più grande, scegliendo un terreno dal ph acido e piuttosto sabbioso. 

    Le margherite, per crescere bene, hanno bisogno di molta acqua, sopratutto in piena estate. Per non creare shock termici, annaffiate al mattino presto o alla sera, dopo il tramonto.

     

    Prima Foto: Balcone, Gerani Fioriti