Guida utile ai prezzi del gres porcellanato

Posa, prezzi e pulizia delle piastrelle in gres porcellanato

Versatile, eclettico, polifunzionale, il gres porcellanato non teme confronti quando si parla di rivestimenti per pavimenti e pareti.

Volendone dare una corretta definizione, esso è un materiale ceramico, ottenuto da un impasto che una volta pressato ed essiccato è cotto in forni ad altissime temperature per ottenere un prodotto finale altamente resistente all’usura, in un’unica parola: un prodotto greificato.

Per approfondire la nostra indagine sulle piastrelle in gres dobbiamo rispondere a delle domande basilari:

  • Come si posa il gres porcellanato
  • Come si pulisce
  • Quanto costa

Il trend più attuale per la posa incollata del gres è quello che vede la quasi totale assenza dei giunti tra una piastrella e l’altra, meglio detta posa a giunti uniti. Ciò significa che, per una corretta posa a regola d’arte, la fuga, ovvero lo spazio libero tra le mattonelle, si deve attestare attorno a 2 mm. Per realizzare questo effetto di totale continuità visiva del rivestimento è consigliato utilizzare uno stucco della stessa tonalità cromatica del gres. Il miglior tipo di piastrella da impiegare per questo genere di posa è la piastrella rettificata, con bordi tagliati a 90 gradi a spigolo vivo.

Sempre a proposito di posa, altrettanto interessante, soprattutto nei progetti di ristrutturazione è evitare la demolizione del vecchio pavimento per posare sopra questo, sempre previo incollaggio, il gres sottile, materiale di nuova concezione dallo spessore estremamente ridotto, non superiore a 6 mm.

Mantenere in ottima salute il gres porcellanato non richiede chissà quale sforzo. Tutto è banalmente semplice: straccio bagnato ed olio di gomito per la pulizia ordinaria, al massimo una leggera aggiunta di uno specifico detergente, non aggressivo, né tanto meno abrasivo.

I costi? Estremamente variabili, ma mediamente attestabili attorno a 20 euro/mq. Cifra riferita alla sola fornitura del materiale, a cui dobbiamo aggiungere prezzo per la posa in opera, colle e stucchi vari.

In foto? Un must del 2018: le piastrelle in gres porcellanato effetto cementina e cotto della collezione Epoca di Ragno.

gres porcellanato ragno


Quanto costa il gres porcellanato effetto legno

prezzo gres porcellanato effetto legno Rimaniamo in tema di costi ed affrontiamo l’argomento andando a focalizzare l’attenzione su un particolare tipo di rivestimento: il /strong>gres porcellanato effetto legno.

Ne abbiamo tutti sentito parlare grazie alla popolarità che questa speciale tipologia di decorazione della piastrella ha riscosso negli ultimi anni.

L’effetto legno ha la straordinaria capacità di ricreare l’ambiente caldo ed accogliente tipico del parquet, di abbinarsi ad ogni genere di stile d’arredo e di essere estremamente resistente ed impermeabile, due caratteristiche aimè mancanti nei pavimenti in vero legno.

Certo, gli amanti dell’autenticità e del “sapore” inconfondibile del legno massello salteranno a pieno questo paragrafo, ma per chi apprezza innovazione e stile, praticità ed estetica, il gres effetto legno è di sicuro un argomento dal forte appeal.

Per ristrutturare casa con queste piastrelle occorre preliminarmente conoscerne il prezzo, che come accennato precedentemente è molto variabile, poiché questo dipende da una sommatoria di fattori, quali:

  • Qualità del prodotto
  • Formato delle piastrelle
  • Stile decorativo
  • Schema di posa

Prodotti Made in Italy sono sinonimo di alta qualità dei materiali impiegati e di alti standard produttivi, che si traducono a loro volta in piastrelle dal costo medio alto. Le nuove tecniche di stampa digitale, capaci di ricalcare le mille imperfezioni e sfumature del vero legno, danno vita a pavimenti in gres porcellanato estremamente preziosi ed eleganti, oltre che costosi. Non manca poi la variabile del formato. Listelli in gres dal piccolo e rettangolare formato si prestano a tradizionali schemi di posa in opera a spina di pesce, mentre plance di grandi superfici ricreano uno stile più moderno ed urbano e vengono posate a correre o a cassero regolare. Un esempio di gres effetto legno di ultima generazione? Il nuovo pavimento Deck di Iris Ceramica in foto, proposto in quattro varianti: ontano (nell’immagine), ulivo, olmo e platano e realizzato nel formato 120x20, che si presta a diversi disegni di posa in opera.

Dovendo però individuare un range di prezzo del gres porcellanato effetto legno, questo lo troviamo nella “finestra” che va da 30 a 45 euro/mq.

Rivolgendoci a grandi centri del fai da te ed a negozi di bricolage questa cifra può essere nettamente aggiornata al ribasso.



Guida utile ai prezzi del gres porcellanato: I prezzi del gres porcellanato effetto pietra

gres porcellanato effetto pietra marazzi 
In forte ascesa in quanto a popolarità è anche il gres porcellanato effetto pietra. Pietre naturali, marmi pregiati, superfici stonalizzate e venate, ruvide e tridimensionali, dal basso e all’alto spessore, per interni e per spazi outdoor, sono veramente tante le variabili che il commercio propone per questo genere di piastrelle.

La pietra con il suo carattere forte e dirompente ha il potere di trasformare qualsiasi ambiente, sia domestico che commerciale, sia esso una cucina o un bagno, e qualsiasi superficie, sia essa un pavimento o un rivestimento.

Alla pietra grezza e naturale, ormai un must nel settore dell’interior design, si è aggiunto recentemente un altro particolarissimo effetto decorativo, altamente di tendenza, che cavalca il mood neo rétro così tanto in voga, ovvero l’effetto marmo, che imita in modo disarmante i materiali naturali più pregiati, proposti anche in formati maxi e in finiture super lucide, così classicamente eleganti.

Il vantaggio del gres effetto pietra è quello di poter, con continuità, rivestire ambienti indoor e outdoor creando spazi fluidi ed omogenei. Stesse collezioni di rivestimenti infatti prevedono più modelli di piastrelle, declinati sia per interni che per esterni. In quest’ultimo caso il gres è debitamente trattato per essere antiscivolo ed impermeabile, ed è denominato tecnicamente gres R11, con un basso grado di scivolosità.

Ma quanto costa il gres effetto pietra?

Se parliamo di grandi lastre, di formato 150x300 cm circa, dobbiamo aspettarci prezzi decisamente elevati che si aggirano attorno a 80 euro/mq, che però giustificano l’elaborata tecnica di lavorazione e la sofisticata estetica che stanno dietro ad un prodotto di così alta qualità, dalle mille potenzialità architettoniche e creative, come quelle mostrate in foto dalla nuova collezione Grande Stone Look di Marazzi. Questa linea di pavimenti ricalca la tipica pietra bergamasca Ceppo di Grè, proposta nei formati 160x320 e 162x324 e disponibile anche nello spessore maggiorato di 12 mm, utile per realizzare top di cucine e bagni dal forte impatto visivo e dalla massima continuità di superficie.

Queste versioni XXL necessitano poi di specializzata mano d’opera, oltre che di un trasporto “eccezionale”, fattori che fanno lievitare il prezzo finale del nuovo pavimento in gres.

Formati diciamo più “standard” ma sempre grandi, tipo 60x60 cm, diventano nettamente più abbordabili, dato che il loro prezzo si attesta su 40 euro a metro quadro circa.